Problemi di coppia...

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

LILLY

Messaggio da LILLY » 16 marzo 2009, 10:19

Lala ha scritto:Purtroppo non c'è niente da fare.Lui non si vuole aiutare e tu non puoi farlo perché se non parte da lui.. e te lo dico per esperienza personale. a quelli così non gli si può far capire proprio niente.Gli piace la solitudine? se la tenmesse. tu vuoi altro. Mi dispiace, ma non puoi convincerlo o fargli capire che la famiglia e i figli sono importanti, che una storia d'amore è bella e che non deve avere paura. se non parte da lui in primis tu non puoi fare proprio niente.credimi. Mi dispiace tantissimo.
Condivido in pieno questo primo intervento di Lala. E aggiungo che tante volte la soluzione al problema è molto più semplice di quanto magari l'abbiamo immaginata, solo che siamo noi, il più delle volte, a non volerlo accettare e cerchiamo motivazioni più profonde, che nemmeno esistono.

Io dico che a 30 anni, rassegnarsi ad una storia d'amore come questa sia veramente un peccato. E poi sarebbe veramente molto triste e deprimente stare con un uomo che non sa nemmeno cosa sia la passione. Il fatto che lui abbia avuto diverse relazioni in precedenza, non significa proprio nulla e comunque non bisogna credere ingenuamente sempre a tutto quello che ci viene raccontato.
Sono d'accordo con chi ha scritto che questo non era nemmeno un rapporto di coppia. Mancava veramente tutto. Difficilmente poteva trasformarsi in qualcosa di serio.

Rosethea
Messaggi: 31
Iscritto il: 13 marzo 2009, 23:53

Messaggio da Rosethea » 16 marzo 2009, 10:33

Lui sa cos'è la passione. Se dite che non mi ama è una cosa, ma per il resto...vedrò cosa succede! Continuo la mia vita e vado avanti (com'è giusto che sia), ma qualcosa succederà sicuramente. E vi saprò dire :-)

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 16 marzo 2009, 10:39

concordo con Lilly.
aggiungo però che solo Rose può valutare se realisticamente e oggettivamente intravvede (senza costringerlo o forzarlo, cosa che del resto mi pare lui sia abbastanza saggio da voler evitare) un suo cambiamento in direzione della coppia vera, famiglia, passione, unione stabile, ecc., cioè se esistono le condizioni per poter sperare di incontrarsi davvero.
però io non parlerei di "aiutare" (dice Lala: "lui non si vuole aiutare e tu non puoi farlo"). Non credo ci sia da aiutare ma di prendere l'altro così com'è e decidere se va bene o no, se ci si può costruire qualcosa assieme oppure no. Rose ha 30 anni e vocazione a matrimonio, famiglia e, mi pare di capire, figli. Per le due cose il tempo a disposizione dura tutta la vita, per la terza no.
io ho la sensazione di due persone entrambe positive, entrambe sanno cosa vogliono ora, si sono incrociate, si cercano, ma non vogliono in questo momento la stessa cosa, e di conseguenza anche il linguaggio, la comunicazione è estremamente difficile.
Solo Rose può sentire davvero, direi più con la "pancia" che con la razionalità, se sarà possibile incontrarsi sul serio e fare davvero comunità e unità di corpi e di cuore, senza farsi condizionare nella sua scelta dal timore di restare sola, dalla stanchezza della verginità o da altre paure.

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 16 marzo 2009, 10:45

Lui sa cos'è la passione
Io ho dei forti dubbi. Ti stai basando sul racconto di chi ha tutti i motivi di fartelo credere. Nei tuoi confronti ha manifestato interesse le prime due settimane, durante le quali non è comunque successo nulla. A me sembra che tu sia stata profondamente colpita più da questo interesse iniziale, dal fatto che ti abbia corteggiata, piuttosto che da lui e da tutto il resto. Mi sembra che il fatto che ti abbia scelta ti ha fatto sentire voluta e ti abbia fatto acquisire un pò di sicurezza, facendoti uscire dal guscio nel quale per diverso tempo ti sei rifugiata. Lo capisco, immagino che non sia facile sentirsi deisderati, uscire finalmente allo scoperto ed essere precocemente lasciati di nuovo soli. Però non puoi basarti su quello che sarebbe potuto succedere, non puoi vivere il ricordo di quei primi giorni se poi i successivi mesi sono stati un disastro. In un arco di tempo così lungo avrebbe potuto mostrare un pò più di coinvolgimento. Adesso che ti senti più pronta per affidarti a qualcuno, non buttarti tra le braccia di chi non ha voglia di conoscerti. di chi fugge anche un bacio. Cerca di volerti un pò più bene e di prenderti più cura di te, scegliendo una persona che ti faccia sentire davvero amata.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 16 marzo 2009, 11:34

Io ho dei forti dubbi. Ti stai basando sul racconto di chi ha tutti i motivi di fartelo credere. Nei tuoi confronti ha manifestato interesse le prime due settimane, durante le quali non è comunque successo nulla. A me sembra che tu sia stata profondamente colpita più da questo interesse iniziale, dal fatto che ti abbia corteggiata, piuttosto che da lui e da tutto il resto. Mi sembra che il fatto che ti abbia scelta ti ha fatto sentire voluta e ti abbia fatto acquisire un pò di sicurezza, facendoti uscire dal guscio nel quale per diverso tempo ti sei rifugiata. Lo capisco, immagino che non sia facile sentirsi deisderati, uscire finalmente allo scoperto ed essere precocemente lasciati di nuovo soli. Però non puoi basarti su quello che sarebbe potuto succedere, non puoi vivere il ricordo di quei primi giorni se poi i successivi mesi sono stati un disastro. In un arco di tempo così lungo avrebbe potuto mostrare un pò più di coinvolgimento. Adesso che ti senti più pronta per affidarti a qualcuno, non buttarti tra le braccia di chi non ha voglia di conoscerti. di chi fugge anche un bacio. Cerca di volerti un pò più bene e di prenderti più cura di te, scegliendo una persona che ti faccia sentire davvero amata

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 16 marzo 2009, 11:39

A me sembra proprio un dialogo tra sordi, in una notte 20 nuovi interventi e rosethea pensi ancora che lui possa vagamente provare un sentimento d'amore per te?
Che lui abbia dei problemi o che lui non ne abbia, e semplicemente ha deciso che tu non gli piaci e non gli interessa una storia con te, mi chiedo come puoi pensare di rincorrerlo ancora? Dai hai tutti gli elementi x valutare, compreso il fatto che non ti chiama da 10 giorni, perché non li vuoi vedere?
Mi sembra che il fatto che ti abbia scelta ti ha fatto sentire voluta e ti abbia fatto acquisire un pò di sicurezza, facendoti uscire dal guscio nel quale per diverso tempo ti sei rifugiata. Lo capisco, immagino che non sia facile sentirsi deisderati, uscire finalmente allo scoperto ed essere precocemente lasciati di nuovo soli. Però non puoi basarti su quello che sarebbe potuto succedere, non puoi vivere il ricordo di quei primi giorni se poi i successivi mesi sono stati un disastro.
Io penso che il vero problema non ce l'abbia lui, ma te, che , vuoi x le tue scarse esperienze, vuoi per le tue insicurezze, hai travisato dei chiari segnali, e hai attribuito significato a cose che non ne hanno. A noi, che di esperienza ne abbiamo di più, anche attraverso un monitor il suo comportamento sembra abbastanza coerente, perché a te no??? Te lo sei chiesto? Secondo me se non fosse stato lui, sarebbe stato un altro, è stato il tuo modo di relazionarti a lui che ti ha un po' "incastrata" con le tue stesse mani. Non so se capisci cosa intendo.

Leggi bene queste parole e cerca di capire cosa significano.
Cerca di volerti un pò più bene e di prenderti più cura di te, scegliendo una persona che ti faccia sentire davvero amata

LILLY

Messaggio da LILLY » 16 marzo 2009, 12:14

Davide49 ha scritto:però io non parlerei di "aiutare" (dice Lala: "lui non si vuole aiutare e tu non puoi farlo"). Non credo ci sia da aiutare ma di prendere l'altro così com'è e decidere se va bene o no, se ci si può costruire qualcosa assieme oppure no. Rose ha 30 anni e vocazione a matrimonio, famiglia e, mi pare di capire, figli. Per le due cose il tempo a disposizione dura tutta la vita, per la terza no.
re.
Ma infatti non c'è proprio nessuno "da aiutare"... C'è solo di accettare l'altro così com'è e basta e valutare se davvero esistono i presupposti per costruire qualcosa insieme. Io credo proprio di no. Il racconto di Rosa mi sembra abbastanza chiaro e anche l'atteggiamento di lui.
Continuare a fantasticare sopra questa storia non la porterà da nessuna parte. E' molto umiliante per una donna (ma penso per chiunque) sentirsi sempre respinta e mai desiderata. Lui non è interessato a lei. Forse non ha nemmeno una vocazione al matrimonio e la famiglia è un concetto che non gli interessa, ma ripeto, in quest'uomo non vedo un briciolo di passione e, in tutto questo tempo, sarebbe dovuta venir fuori.
La passione, in un rapporto di coppia, è molto importante ed è grave che, proprio nei primi mesi di fidanzamento, non ci sia minimamente stata, da parte sua.

Rosethea
Messaggi: 31
Iscritto il: 13 marzo 2009, 23:53

Messaggio da Rosethea » 16 marzo 2009, 15:28

Se non mi ama pazienza, che ci posso fare? Ci metto una croce sopra e vado avanti, come tutti gli altri. Io la mia voltontà e piena disponibilità l'ho messa, con convinzione. Se poi non sono corrisposta, vuol dire che non è lui la persona che fa per me. Su questo non ho nessun dubbio. Solo che vorrei che queste parole uscissero dalla sua bocca. Vorrei un minimo di onestà, chiarezza e sincerità. Solo questo. E vorrei pure non avere rimorsi o rimpianti in futuro. Farò ciò che il cuore mi dice, è una mia regola di vita. Forse faccio male, ma le tattiche e le strategie non fanno per me, sono un'istintiva, in un certo senso.
Grazie a tutti :-)

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 16 marzo 2009, 19:33

Rosethea ha scritto:Se non mi ama pazienza, che ci posso fare? Ci metto una croce sopra e vado avanti, come tutti gli altri. Io la mia voltontà e piena disponibilità l'ho messa, con convinzione. Se poi non sono corrisposta, vuol dire che non è lui la persona che fa per me. Su questo non ho nessun dubbio. Solo che vorrei che queste parole uscissero dalla sua bocca. Vorrei un minimo di onestà, chiarezza e sincerità. Solo questo. E vorrei pure non avere rimorsi o rimpianti in futuro. Farò ciò che il cuore mi dice, è una mia regola di vita. Forse faccio male, ma le tattiche e le strategie non fanno per me, sono un'istintiva, in un certo senso.
Grazie a tutti :-)
sai, non sempre vengono discorsi del tutto chiari e completi da chi vorremmo. Ci sarebbe di aiuto, ma a volte ci tocca invece decidere e scegliere in base a quello che sentiamo e pensiamo noi.
mi sembra molto equilibrato e giusto quello che hai scritto (e del resto era equilibrata fin dall'inizio la tua riflessione) che sa anche di saluto dopo una riflessione comune durata pochi giorni ma molto partecipata.
Ho notato che in sostanza tutte le persone che sono intervenute in questa discussione hanno detto cose tutto sommato concordi (non succede spesso), pur con diverse accentuazioni o toni, anche in base a età ed esperienze di chi scrive.
E, ripeto, mi è sembrato anche di sentire una corrente comune di simpatia nei tuoi confronti.
ti auguro di cuore di scegliere la cosa più giusta che ti detta il cuore, senza coltivare inutili rimpianti.
ti auguro soprattutto una vita ricca di opportunità per realizzare ciò verso cui ti senti più portata, di vivere apprezzando il presente, che a me appare sempre di più come lo spazio prezioso dove la vita quotidiana sa rivelarsi ricca di cose straordinarie, se soltanto le sappiamo guardare bene e cogliere.
ciao, un abbraccio

LILLY

Messaggio da LILLY » 16 marzo 2009, 20:04

Rosethea ha scritto: Solo che vorrei che queste parole uscissero dalla sua bocca. Vorrei un minimo di onestà, chiarezza e sincerità. Solo questo. E vorrei pure non avere rimorsi o rimpianti in futuro. Farò ciò che il cuore mi dice, è una mia regola di vita. Forse faccio male, ma le tattiche e le strategie non fanno per me, sono un'istintiva, in un certo senso.
Grazie a tutti :-)
Certamente, devi seguire il tuo cuore e fare ciò che il cuore ti dice di fare. Una storia che finisce è quasi sempre un grande dolore. Tu tenevi molto a lui, ma non eri corrisposta. Purtroppo non si può costringere nessuno ad amare. Deve essere una libera scelta. Magari lui non trovava le parole esatte per esprimersi e manifestava il suo disinteresse mediante un atteggiamento freddo nei tuoi confronti. Sono cose che capitano purtroppo, ma a 30 anni tu hai tutto il diritto di cercare un uomo diverso, un uomo davvero innamorato, con il quale costruire una vera famiglia. Ti auguro di trovarlo presto.
Ciao.

Rosethea
Messaggi: 31
Iscritto il: 13 marzo 2009, 23:53

Messaggio da Rosethea » 30 marzo 2009, 12:15

Ciao a tutti, rieccomi qua. Vi voglio raccontare cosa è successo.
Ieri, ho preso il coraggio a due mani e sono andata a casa sua a parlargli. Non ci sentivamo da quando ci siamo lasciati. Era stranito vedendomi dietro la porta di casa sua. Gli ho chiesto il perchè di questo silenzio, che non capivo alcuni suoi atteggiamenti e gli ho chiesto chiarezza. Gli ho detto che evidentemente per non farsi più sentire gli avevo fatto un piacere lasciandolo. Mi ha risposto che abbiamo deciso assieme (invece ho deciso alla fine ma solo perchè indotta dai suoi comportamenti) che nonostante ci vogliamo bene non riusciamo a stare assieme, che per adesso non ha nessuno e vuole stare solo, che non gli sono indifferente ma ci sono dei blocchi. Gli ho risposto che i primi blocchi li ha messi lui, che evidentemente per lui stare con me vuol dire assumersi delle responsabilità che non si sente pronto ad assumere. Gli ho detto che non è per niente bello sentirsi rifiutata dal proprio ragazzo..e mi ha detto che ho ragione, che ha sbagliato, che le cose tra noi arrivano sempre a questo punto perchè ci blocchiamo a vicenda. Abbiamo parlato con calma, gli ho detto che non ero andata a casa sua per rimproverarlo o fargli scenate, ma solo per capire e chiarire. Poi mi sono sentita più leggera...certo ora mi vengono altre osservazioni da fare ma il grosso l'ho detto e sono contenta di averlo fatto. Gli ho fatto capire che non sto a casa a piangere.
Ma perchè? Non capisco come mai due persone che ammettono di volersi bene non riescono a stare assieme e si bloccano come facciamo noi. Mi dispiace stia male, so che era sincero e che si è comportato in un certo modo con l'intento di proteggermi e non farmi stare male (e anche comunque per pararsi le spalle nel caso non fosse andata). Mi dispiace che un blocco psicologico comporti queste sofferenze. Mi ha fatto piacere poi che, nonostante la mia incursione in casa sua, si sia dimostrato disposto a chiarire, anche se non penso mi abbia detto tutto. Ora non so che succederà, SIAMO LASCIATI ma ci vogliamo bene...che situazione! Grazie a tutti.

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 30 marzo 2009, 16:29

ma che stai dicendo? E' triste ma quelle cose se le è inventate di sana pianta... ancora pensi che non voglia stare con te perché ci sono dei blocchi? O perché non vuole responsabilità? Non vuole stare con te perché non gli piaci abbastanza!!!!!!!!!! E' questo il famoso blocco!!!!
si è comportato in un certo modo con l'intento di proteggermi e non farmi stare male
Ma perchè? Non capisco come mai due persone che ammettono di volersi bene non riescono a stare assieme e si bloccano come facciamo noi
dai rosethea...sei intelligente...cerca di guardare in faccia la realtà! Lui non si avvicinava a te e non ti aveva più chiamata semplicemente perché non aveva niente da dirti! E visto che sei andata a casa sua, ti ha ripetuto le solite cose dei blocchi. Guarda, dall'esterno un comportamento più chiaro di così non poteva esserci. Uno non lascia se vuole bene (o se ama, meglio ancora). Certo se ti vuole bene ma come amica, allora ci sta che lui ti abbia lasciata (cioè si è fatto lasciare), ed effettivamente il senso del suo discorso (sul non volere farti del male) significa semplicemente che lui non è innamorato di te, e non ti vuole prendere ingiro ulteriormente. Ma i blocchi non c'entrano, cara rosethea..
questo non significa che la colpa anziché risiedere in lui sta in te...non è colpa tua, come nemmeno sua...magari poteva svegliarsi prima e senza farti credere di essere interessato, doveva dirtele prima queste cose..però non pensare che la vostra pseudo relazione stia finendo perché la colpa è sua che non vuole responsabilità..faresti un grosso errore, perché continueresti a conservare la speranza che un giorno tornerà da te pentito...e invece se non è interessato a te non ha motivo di tornare!

Rosethea
Messaggi: 31
Iscritto il: 13 marzo 2009, 23:53

Messaggio da Rosethea » 30 marzo 2009, 20:50

E' vero, Doom, hai ragione. Mi vuole bene ma non mi ama evidentemente. Con il tempo (breve, spero) passerà tutto. Per me è molto difficile da accettare questa cosa, pensavo di avere trovato in lui la persona della mia vita ma mi sbagliavo. Ora devo sforzarmi di amarmi un pò di più, come dicono i miei amici. E devo andare avanti: l'ho fatto per cose ben più gravi, dovrò riuscirci pure adesso. Spero un giorno di svegliarmi libera dal suo pensiero ma so che sarà dura. Vorrei non soffrire, ritrovare la serenità che avevo raggiunto persino dopo la morte di mio padre. Spero di rialzarmi presto e più forte di prima. Grazie.

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”