Eterna indecisa tra Lei e L'altra..é paura del cambiamento?

Una “variante” del comportamento umano che si connota con il desiderio di amare, desiderare, persone dello stesso sesso, con cui poter “progettare” un legame affettivo ed erotico-sessuale. Condizione esistenziale permea di tutti questi contenuti (affettivi, relazionali e progettuali) che a volte difficilmente vengono “vissuti”, per pregiudizio, paura, dubbi e dinamiche (interne ed esterne) che non si riescono a gestire. Questo spazio rappresenta un 'opportunità per riflettere assieme, sulla propria percezione di sè, dell’altro e dei desideri … Vi aspettiamo.....

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
MissRossella
Messaggi: 2
Iscritto il: 14 luglio 2010, 16:00

Eterna indecisa tra Lei e L'altra..é paura del cambiamento?

Messaggio da MissRossella » 14 luglio 2010, 16:07

Ciao a tutti..mi sono iscritta su questo forum perché mi trovo veramente in difficoltà e volevo pareri da persone "esterne" alla vicenda. Sto insieme alla mia ragazza da 5 anni, da 2 viviamo insieme. Io mi sono "invaghita" di un'altra..a fine 2009 é successo. Praticamente sono mesi e mesi di bugie e sensi di colpa..in più questa persona é sua "amica" e dice di essere innamorata di me. Io non so decidermi..nonostante capisca razionalmente che la mai storia é agli sgoccioli, provo serie difficoltà a staccarmi..non mi va più nenach edi avere rapporti perché ho in testa solo l'altra..Ma ho tanta paura di perdere una persona che mi ama con tutta sé stessa..Come fare per decidermi?Ora si sta aggiungendo anche il timore che l'altra si stanchi di aspettarmi..
L'essenza dello spirito dell'uomo sta nelle nuove esperienze…

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Messaggio da Antonietta Albano » 22 luglio 2010, 12:40

Ciao,
scusa il ritardo con cui rispondo...
Comprendo che non sia nè una situazione semplice, in quanto vissuto, nè una decisione altrettanto semplice da prendere.. questo perchè entrano in gioco una serie di dinamiche che ci spaventano: il timore di ferire l'altra; il senso di colpa per l'abbandono; la "perdita" di un certo equilibrio, nonostante la "certezza" di una novità che ti illumina!!
Dovresti, innanzitutto, capire la tua compagna cosa prova per te e parlarne con molto tatto: se è vero che la storia sta per terminare se ne sarà resa conto.
Ascolta il to cuore e i tuoi bisogni e poi, di consegenza, affronti la situazione. Il dialogo è fondamentale, se ftto in modo costruttivo: chiaro, mirato e nn giudicante.
Un grosso in bocca al lupo!
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

MissRossella
Messaggi: 2
Iscritto il: 14 luglio 2010, 16:00

Messaggio da MissRossella » 5 agosto 2010, 11:54

La ringrazio delle sue parole..come da suo consiglio sto tentando dio "guardarmi" un pochino dentro. Devo dire che ormai arrivata a questo punto, con il costante pensiero dell'altra in mente e la voglia di iniziare qualcosa di nuovo insieme a lei, credo sia abbastanza chiaro quello che devo fare. Purtroppo mi ritrovo ancora però spesso a pensare di non potercela fare..mi spaventa il distacco,mi spaventa il suo dolore e mi spaventa da morire perdere tutte le rassicurazioni e il dolce rifugio che lei rappresenta per me. Sabato partiamo insieme,non ce l'ho fatta a dirle di non andare in vacanza insieme. L'altra é letteralmente in attesa che io mi smuova. da una parte vorrei immensamente lasciare tutto e correre da lei e dar finalmente sfogo a tutto quello che provo e che da troppo sto reprimendo..dall'altra mi frena il pensiero di quello che spetterebbe a me e alla mia attuale compagna in seguito alla separazione..essere abbandonati é terribile, ma devo dire che anche essere causa di abbandono non è da meno.
L'essenza dello spirito dell'uomo sta nelle nuove esperienze…

Rispondi

Torna a “L'omosessualità”