travestitismo

Una “variante” del comportamento umano che si connota con il desiderio di amare, desiderare, persone dello stesso sesso, con cui poter “progettare” un legame affettivo ed erotico-sessuale. Condizione esistenziale permea di tutti questi contenuti (affettivi, relazionali e progettuali) che a volte difficilmente vengono “vissuti”, per pregiudizio, paura, dubbi e dinamiche (interne ed esterne) che non si riescono a gestire. Questo spazio rappresenta un 'opportunità per riflettere assieme, sulla propria percezione di sè, dell’altro e dei desideri … Vi aspettiamo.....

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

io1974
Messaggi: 2
Iscritto il: 1 dicembre 2011, 10:49

travestitismo

Messaggio da io1974 » 1 dicembre 2011, 11:30

salve, anche se l'argomento è già stato trattato in un altro thread, lo riposto perché vorrei parlare del mio caso personale. Premetto che ho 37 anni e che ho cominciato a travestirmi all'età di 10 anni. Non so se a motivare o forse ad attivare questo impulso al travestitismo sia stato l'ambiente familiare, caratterizzato da un padre autoritario con me e violento anche sul piano fisico con mia madre e che poi ho perso all'età di 14 anni. Tralasciando le cause che credo richiederebbero un intervento più "intimo" e sicuramente un iter diverso, pur considerando che le cause sono poi determinanti nell'evolversi e nel modo di vivere questa "patologia", volevo porvi alcune questioni riguardanti anche la sfera sessuale.
Premetto che non è in discussione la mia attrazione per le donne, con le quali ho sempre avuto rapporti sessuali soddisfacenti oltre che emozionali e relazionali. Ho avuto due storie importanti, una di 9 anni finita anni addietro ed una attuale che dura da 6 anni con una donna con la quale convivo. Entrambe hanno saputo di questi miei impulsi ed anche se non lo hanno condiviso, nel senso che questo lato del travestitismo non è mai stato vissuto in loro presenza, lo hanno accettato. Da parte mia non provo attrazione fisica per gli uomini ma devo ammettere di provare una forte attrazione per i genitali maschili e difatti ho avuto molte esperienze sessuali anche con i trans, esperienze in cui ho sempre avuto un ruolo completamente passivo e che comunque sono sempre state molto appaganti dal punto di vista sessuale. Amo molto praticare il sesso orale sui trans ma anche avere rapporti completi dove la parte della donna sono io a farla. Mi chiedevo se l'attrazione per il membro maschile da sola, per quanto forte, senza un'attrazione per il resto della fisicità o di tutto ciò che compone il "maschio", quindi anche in termini di anima e via dicendo, può essere sintomo di omosessualità latente o seppure il pene, in quanto simbolo della virilità maschile, è una sorta di sineddoche e rappresenta metaforicamente una sorta di sottomissione "psichica" alla figura paterna o una possibile non accettazione del modello maschile rappresentato dalla figura paterna con il quale un bambino tende solitamente ad identificarsi.
Devo anche comunque dire che con me stesso, quando ho possibilità di mettermi da donna in casa, sto bene e mi sento a mio agio con quei panni ma non ho mai sentito il desiderio di espormi in pubblico anche se ho utilizzato spesso internet per mostrarmi in panni femminili e come travestito. Le sensazioni che provo stando da donna sono molteplici ma solitamente provo un senso di euforia, di leggerezza e di eccitazione. Mi domando inoltre se nella forma di esibizionismo che è spesso peculiare di questa patologia, non si celi in realtà il desiderio di essere "notato" del bambino lasciato solo con se stesso dai genitori che non si accorgono del suo disagio.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta
Saluti
Alessio

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Re: travestitismo

Messaggio da Antonietta Albano » 20 dicembre 2011, 18:17

Caro Alessio,
scusa il ritardo con cui rispondo...
tante le domande, anche molto speculari!
Apparentemente possiamo ipotizzare qualunque cosa, ma con certezza (o quasi) nessuna!
Questo perchè, in generale il travestitismo è una parafilia, in specifico sarebbe necessario uno "lavoro" psicoterapeutico, per comprendere cosa si cela dietro questo tuo comportamento.
So che non ti ho soddisfatto con la mia risposta, però, credimi, un percorso di questo tipo ti aiuterebbe a capire e ad elaborare i tuoi vissuti, a differenza di risposte precostituite e non individualizzate.
Un caro saluto e, per qualsiasi dubbio, scrivimi!
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Re: travestitismo

Messaggio da leo » 7 gennaio 2012, 18:25

C'è anche da dire che le parafilie sono si considerati comportamenti devianti, ma rispetto ad una normalità che non esiste. Nel solo mondo eterosessuale i comportamenti che è possibile considerare tali sono centinaia. Il travestitismo non è necessariamente legato all'omosessualità o alla bisessualità, ma nel tuo caso direi che si tratta del secondo caso.
Devo anche comunque dire che con me stesso, quando ho possibilità di mettermi da donna in casa, sto bene e mi sento a mio agio con quei panni ma non ho mai sentito il desiderio di espormi in pubblico anche se ho utilizzato spesso internet per mostrarmi in panni femminili e come travestito. Le sensazioni che provo stando da donna sono molteplici ma solitamente provo un senso di euforia, di leggerezza e di eccitazione. Mi domando inoltre se nella forma di esibizionismo che è spesso peculiare di questa patologia, non si celi in realtà il desiderio di essere "notato" del bambino lasciato solo con se stesso dai genitori che non si accorgono del suo disagio.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta
Saluti
Un percorso terapeutico come consigliato dalla terapeuta è sicuramente indispensabile se ti preme accertare le possibili cause di queste tue tendenze.

Ma come tu stesso hai scritto, stai bene con te stesso. E secondo me è la cosa principale.
a perché queste "perversioni", in generale (mi riferisco a tutto il mondo dell'omosessualità)
Le tendenze omosessuali (o bisessuali) sono normalissime, non si possono considerare perversioni o comportamenti devianti, anche in accordo col DSM-IV. Voglio dire che le 'perversioni', o parafilie, di qualunque genere sono trasversali. Ma sicuramente la dottoressa sarà più esaustiva.
o è solo quello che sembra a noi etero?
E' quello che sembra a certi etero.

Se vivi bene la tua sessualità, e travestirti ti da' piacere, a me sembra fantastico. Questa è una cosa su cui puoi indagare solo tu..
Sulle cause invece (del travestitismo s'intende) , come dicevo, una terapia potrebbe essere utile.

PS:Però a questo punto tutti gli etero che hanno tendenze sessuali atipiche dovrebbero fare altrettanto.... pensa solo ai milioni di feticisti che ci sono al mondo....

Spero di non aver dato risposte troppo superficiali
"Pago la rimozione/ nessuna reazione
Per questo Lula non vince quasi mai" M.C.

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Re: travestitismo

Messaggio da Antonietta Albano » 10 gennaio 2012, 14:53

Le parafilie non sono legate all'orientamento sessuale! (chi è bisex ha questo o quel tipo di parafilia; chi è omo ha l'altro, etc.).
Vero è che è difficile definire una norma, perchè questa è legata al contesto culturale in cui si vive, stc.
Insomma, si tratta di "condizioni" che si ascrivono in un determinato contesto individuale.
Dietro ad un certo atteggiamento c'è sempre da considerare la storia e il vissuto di ognuno..
Spero di essere stata più chiara!
:wink:
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

panorama
Messaggi: 744
Iscritto il: 17 maggio 2008, 16:23
Località: Roma

Re: travestitismo

Messaggio da panorama » 11 gennaio 2012, 10:13

Antonietta Albano ha scritto:Le parafilie non sono legate all'orientamento sessuale! (chi è bisex ha questo o quel tipo di parafilia; chi è omo ha l'altro, etc.).
Vero è che è difficile definire una norma, perchè questa è legata al contesto culturale in cui si vive, stc.
Insomma, si tratta di "condizioni" che si ascrivono in un determinato contesto individuale.
Dietro ad un certo atteggiamento c'è sempre da considerare la storia e il vissuto di ognuno..
Spero di essere stata più chiara!
:wink:
Gentile dottoressa Albano, Lei dice che le parafilie non sono legate all'orientamento sessuale, altri affermano il contrario, come l'anonimo estensore di questo elenco (preso dal web). Chi ha ragione ?

Parafilie (note come perversioni o deviazioni sessuali)
Le parafilie sono classificate tra i disturbi del comportamemtno sessuale. Sono sinteticamente schematizzabili come:
Esibizionismo. Esposizione dei propri genitali ad un estraneo che non se l’aspetta.

Feticismo. Uso di oggetti inanimati che non siano limitati a strumenti, come il vibratore, progettati per la stimolazione tattile dei genitali.

Frotteurismo. Toccare e strofinarsi contro una persona non consenziente.

Pedofilia. Attività sessuale con uno o più bambini prepuberi (generalmente di 13 anni o più piccoli). Il soggetto “pedofilo” deve avere almeno 16 anni ed essere di almeno 5 anni maggiore del bambino o dei bambini con cui ha attività sessuali. Non viene incluso il soggetto tardo-adolescente coinvolto in una relazione sessuale perdurante con un soggetto di 12-13 anni.

Masochismo Sessuale. Atto (reale, non simulato) di essere umiliati, picchiati, legati o fatti soffrire in qualche altro modo.

Sadismo Sessuale. Azioni (reali, non simulate) in cui la sofferenza psicologica o fisica (inclusa l’umiliazione) della vittima è sessualmente eccitante per il soggetto.

Feticismo da Travestitismo. Il travestimento di un maschio eterosessuale.

Voyeurismo. Atto di osservare un soggetto che non se lo aspetta mentre è nudo, si spoglia, o è impegnato in attività sessuali.

Parafilia Non Altrimenti Specificata (NAS). Questa categoria diagnostica viene inclusa per codificare quelle parafilie che non soddisfano i criteri per nessuna delle precedenti. Gli esempi includono, ma non si limitano a:
Scatologia telefonica. Telefonate oscene

Necrofilia. Attrazione sessuale per i cadaveri

Parzialismo. Attenzione esclusiva per una parte del corpo.

Zoofilia. Attrazione sessuale per gli animali.

Coprofilia. Uso delle feci per l’eccitazione sessuale.

Urofilia. Uso delle urine per l’eccitazione sessuale.

Clismafilia. Uso dei Clisteri per l’eccitazione sessuale.

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Re: travestitismo

Messaggio da leo » 12 gennaio 2012, 4:52

non mi sono spiegata. Volevo dire che a leggere le storie degli omosessueli (e tutte le parafilie di tutti i tipi) c'è più coinvolto l' aspetto sessuale che affettivo/sentimentale, perché?
Secondo me hai fatto due domande.

Le parafilie riguardano la sfera sessuale quindi mi pare logico che le storie di chi ne soffre siano legate ad essa.

Mentre le storie di omosessualità l'aspetto sessuale e quello emotivo sono coinvolti in egual misura, esattamente come nelle storie eterosessuali... poi , è ovvio, a seconda della persona la questione potrà esser legata maggiormente alla sfera emotiva o maggiormente a quella sessuale.
"Pago la rimozione/ nessuna reazione
Per questo Lula non vince quasi mai" M.C.

io1974
Messaggi: 2
Iscritto il: 1 dicembre 2011, 10:49

Re: travestitismo

Messaggio da io1974 » 12 gennaio 2012, 9:43

leo ha scritto:
non mi sono spiegata. Volevo dire che a leggere le storie degli omosessueli (e tutte le parafilie di tutti i tipi) c'è più coinvolto l' aspetto sessuale che affettivo/sentimentale, perché?
Secondo me hai fatto due domande.

Le parafilie riguardano la sfera sessuale quindi mi pare logico che le storie di chi ne soffre siano legate ad essa.

Mentre le storie di omosessualità l'aspetto sessuale e quello emotivo sono coinvolti in egual misura, esattamente come nelle storie eterosessuali... poi , è ovvio, a seconda della persona la questione potrà esser legata maggiormente alla sfera emotiva o maggiormente a quella sessuale.

Grazie a tutti per le risposte che avevo dato. In un certo senso concordo con Leo, perché credo che forse si potrebbe parlare di parafilia anche quando c'è una forte attrazione per il fallo prescindendo, per quanto possibile, da tutto quello che poi ci è fisicamente "attaccato" dietro che implica altre cose. Io credo che l'attrazione fisica, se ci fermiamo un istante su un piano meramente istintivo, sia stimolata da una serie di "segnali" non in ultimo la chimica. Se c'è una cosa che mi repelle è ad esempio l'odore maschile e credo che molti converranno con me se dico che l'odore è uno stimolo realmente essenziale nel sesso. Al di la di questo credo che nel travestitismo sia implicita una forma di esibizionismo talvolta anche narcisistico e forse questo esibizionismo è inconsciamente legato alla necessità del "fanciullo" di essere notato e focalizzare su di se l'attenzione di genitori assenti; ovviamente quando questa assenza può essere la causa che ha scatenato il travestitismo od una delle cause. Certamente non tutti i bambini che sono inseriti in un contesto familiare di genitori assenti e violenti manifestano tenedenze al travestitismo con inclinazioni omosessuali, quindi una "predisposizione" forse di fondo c'è. Penso che, come sostiene la Dottoressa, non si possa in ogni caso prescindere dall'esperienza soggettiva del vissuto.

Franhip
Messaggi: 308
Iscritto il: 30 maggio 2019, 17:43
Località: Russia
Contatta:

Provera Veraplex Without Dr Approval In Internet Mattreato

Messaggio da Franhip » 1 giugno 2019, 19:42

Amoxicillin And Vitamin And Headache Viagra Kaufen Oesterreich cheapest cialis Viagra 50mg Pills Amazon Cialis Europe Online

Franhip
Messaggi: 308
Iscritto il: 30 maggio 2019, 17:43
Località: Russia
Contatta:

Average Wholesale Price Viagra Mattreato

Messaggio da Franhip » 1 giugno 2019, 19:44

Fedex Shipping Dutasteride Mastercard Accepted Kamagra Fur Die Frau Where Can I Buy Cialis Online cialis 40 mg Order Levitra Online Cheap

Franhip
Messaggi: 308
Iscritto il: 30 maggio 2019, 17:43
Località: Russia
Contatta:

Doxycycline Website Mattreato

Messaggio da Franhip » 1 giugno 2019, 19:45

Periactin Achat Cialis Petite Quantite Buy Indometacin Tablets prix acheter levitra Acheter Orlistat 120mg Want To Buy Fluoxetine Panic Attacks

Franhip
Messaggi: 308
Iscritto il: 30 maggio 2019, 17:43
Località: Russia
Contatta:

Amoxicillin Ibuprofen Mattreato

Messaggio da Franhip » 1 giugno 2019, 19:47

Instructions Priligy Posologie Canine Cephalexin Reaction Vaiagra viagra Minnesota Amoxicillin Viagra preisvergleich rezeptfrei Cialis Roma

Franhip
Messaggi: 308
Iscritto il: 30 maggio 2019, 17:43
Località: Russia
Contatta:

Novo Mattreato

Messaggio da Franhip » 1 giugno 2019, 19:49

Viagra Hausmittel Cialis Bewertung cialis without a doctor's prescription Zithromax Alcohol

Franhip
Messaggi: 308
Iscritto il: 30 maggio 2019, 17:43
Località: Russia
Contatta:

Amoxicilina Tablet Low Price Mattreato

Messaggio da Franhip » 1 giugno 2019, 19:50

Cialis Farmacia Senza Ricetta Acheter Nolvadex France cialis Cheapest Nonprescription Bactrim

Franhip
Messaggi: 308
Iscritto il: 30 maggio 2019, 17:43
Località: Russia
Contatta:

Want to buy isotretinoin us free shipping Mattreato

Messaggio da Franhip » 8 giugno 2019, 17:04

Kwikmed Viagra viagra dapoxetine reviews For Sale Stendra On Line Epogen Propecia Homeopathic

Franhip
Messaggi: 308
Iscritto il: 30 maggio 2019, 17:43
Località: Russia
Contatta:

Original Cialis Deutschland Mattreato

Messaggio da Franhip » 8 giugno 2019, 17:05

Neggram Cialis Nessun Effetto Zithromax Pediatric Dosing Chart buy levitra Viagra Online No Prescription Amoxicillin Cacaine

Rispondi

Torna a “L'omosessualità”