Perché ad alcuni "i gay fanno schifo"?

Una “variante” del comportamento umano che si connota con il desiderio di amare, desiderare, persone dello stesso sesso, con cui poter “progettare” un legame affettivo ed erotico-sessuale. Condizione esistenziale permea di tutti questi contenuti (affettivi, relazionali e progettuali) che a volte difficilmente vengono “vissuti”, per pregiudizio, paura, dubbi e dinamiche (interne ed esterne) che non si riescono a gestire. Questo spazio rappresenta un 'opportunità per riflettere assieme, sulla propria percezione di sè, dell’altro e dei desideri … Vi aspettiamo.....

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

abc
Messaggi: 172
Iscritto il: 4 novembre 2004, 20:11

Perché ad alcuni "i gay fanno schifo"?

Messaggio da abc » 16 febbraio 2007, 1:16

Ciao!
Ho notato questa cosa: ci sono persone, anche tollerantissime e, per tutti gli altri aspetti, per niente razziste, che non sopportano di vedere le effusioni di due omosessuali. Appena si apre l'argomento non possono fare a meno di sottolineare che, a loro, "fanno proprio schifo". Poi magari precisano "oh, liberi di far quel che vogliono... ma lontano da me!"
Il solo immaginare la cosa gli fa ribrezzo, non riescono a sopportarlo.

Ad altre persone, tipo... me, invece, la cosa è del tutto indifferente. Infatti mi ha stupito molto notare questo atteggiamento (e mi ha fatto anche molto incavolare, a dir la verità, perché mi sembra che per nessuna ragione, che non sia di violenza, un essere umano può farti *schifo*).
Ho sentito poi alcune polemiche su scene gay (come il bacio ne le fate ignoranti) che io ho visto ma, vi dirò, non mi han fatto né caldo né freddo. Non mi darebbe alcun fastidio vedere due omosessuali baciarsi su una panchina, come ora si vedono due etero.

Insomma, mi è sembrato che ci siano reazioni profondamente diverse, e dipendenti da qualcosa di... irrazionale; insomma non si tratta di un'opinione sui pacs o le adozioni, ma proprio di una sensazione "a pelle" di schifo o meno.
Ok.. la domanda è: da cosa possono dipendere queste differenze? E' una questione di educazione? E si può "cambiare idea", o se istintivamente quelle cose ti danno fastidio, un po' come un cibo che non piace o un insetto che fa paura, niente può cambiarti?

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Messaggio da Antonietta Albano » 16 febbraio 2007, 10:16

Sicuramente incide molto la nostra cultura e la nostra educazione: siamo abituati a riconoscere effusioni principalmente eterosex e solo da poco tempo si è iniziato ad accettare quelle di orietamento omosex femminile...

perchè siamo ancora lontani da quella maschile???

L'uomo, ancora oggi, viene considerato FORTE, MASCHIO e PROTETTIVO... sempre in riferimento al suo ruolo culturale e a quello che copre all'interno della famiglia... ecco la fatica ad accettare qsti cambiamenti che, nell'ultimo periodo, sono avvenuti in modo repentino!!

Credo che occorra ancora tempo, ma forse... tempo, leggi ed ordinamenti vari.. difficilmente porteranno ad un cambiamento radicale nel pensiero delle persone... e forse è giusto che il mondo sia variegato... credo, cmq, che ci possano essere SEMPRE dei cambiamenti indotti da dinamiche diverse, legate particolarmente alla personalità di un individuo... :oops:
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

orchidea22
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 settembre 2006, 21:23

Messaggio da orchidea22 » 20 febbraio 2007, 12:29

Provo a risponderti anch'io: La gente ha paura di tutto ciò che è diverso, diverso da loro, dagli stereotipi che la società sin da piccoli gli ha imposto.
In fondo l'omosessuale non è diverso e io lo so benissimo, ha solo dei gusti sessuali diversi rispetto alla stragrande maggioranza delle persone.
Penso anch'io come la dottoressa che non sarà una legge a cambiare la mentalità delle persone, ma forse il tempo...quello si, tanto tempo però.
Nel frattempo si cerca di vivere la propria sessualità come meglio si può, per lo meno io faccio così, senza nascondermi ma soprattutto senza ostentare, vivere e basta!

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 20 febbraio 2007, 14:38

non credo che l'uomo maschio rappresenti il dominatore di tutto. allora tutte le lotte per conquistare una dignità della donna a cosa sono servite se ancora si parla in questo modo. la donna ha pari diritti dell'uomo, anzi deve essere più protetta perchè è spesso è vittima e abusata dagli uomini. la donna a volte non si può proteggere. tutto quello che hanno riferito i vari giornali delle violenze anche fra coetanei.
io sono convinta che figlio deve crescere sano bisogna di due figure, di madre e padre. gli omosessuali possono sposarsi per me ma non adottare. la donna non deve sottomettersi all'uomo. se per questo motivo la donna deve diventare omosessuale io non l'ha condivido questa teoria.
arrivederci. non fatevi mettere i piedi sopra.lottate per i vostri diritti. non arrendetevi. coraggio, nella storia ci sono state tante lotte per l'uguaglianza e anche voi dovette lottare per ottenere qualcosa di concreto. io sono cattolica, ma rispetto le altre culture.un abbraccio allegra :wink: :oops: :oops: :?

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 20 febbraio 2007, 14:42

non credo che l'uomo maschio rappresenti il dominatore di tutto. allora tutte le lotte per conquistare una dignità della donna a cosa sono servite se ancora si parla in questo modo. la donna ha pari diritti dell'uomo, anzi deve essere più protetta perchè è spesso è vittima e abusata dagli uomini. la donna a volte non si può proteggere da sola. tutto quello che hanno riferito i vari giornali delle violenze anche fra coetanei.
io sono convinta che figlio deve crescere sano bisogna di due figure, di madre e padre. gli omosessuali possono sposarsi per me ma non adottare. la donna non deve sottomettersi all'uomo. se per questo motivo la donna deve diventare omosessuale io non l'ha condivido questa teoria.
arrivederci. non fatevi mettere i piedi sopra.lottate per i vostri diritti. non arrendetevi. coraggio, nella storia ci sono state tante lotte per l'uguaglianza e anche voi dovette lottare per ottenere qualcosa di concreto. io sono cattolica, ma rispetto le altre culture.un abbraccio allegra :wink: :oops: :oops: :?

orchidea22
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 settembre 2006, 21:23

Messaggio da orchidea22 » 20 febbraio 2007, 22:10

allegra ha scritto:non credo che l'uomo maschio rappresenti il dominatore di tutto. allora tutte le lotte per conquistare una dignità della donna a cosa sono servite se ancora si parla in questo modo. la donna ha pari diritti dell'uomo, anzi deve essere più protetta perchè è spesso è vittima e abusata dagli uomini. la donna a volte non si può proteggere da sola. tutto quello che hanno riferito i vari giornali delle violenze anche fra coetanei.
io sono convinta che figlio deve crescere sano bisogna di due figure, di madre e padre. gli omosessuali possono sposarsi per me ma non adottare. la donna non deve sottomettersi all'uomo. se per questo motivo la donna deve diventare omosessuale io non l'ha condivido questa teoria.
arrivederci. non fatevi mettere i piedi sopra.lottate per i vostri diritti. non arrendetevi. coraggio, nella storia ci sono state tante lotte per l'uguaglianza e anche voi dovette lottare per ottenere qualcosa di concreto. io sono cattolica, ma rispetto le altre culture.un abbraccio allegra :wink: :oops: :oops: :?
Sei fuori tema completamente...si stava parlando d'altro.

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 21 febbraio 2007, 0:38

invece si. il discorso che l'uomo non è superiore alla donna e sprattutto non è giusto che la donna diventi omosessuale per colpa della società che non accetta la donna come un essere uguale all'uomo. non dobbiamo permettere che venga discriminata e nemmeno voi dovete esserlo perchè siete esseri umani con una dignità. tutti siamo uguali e abbiamo uguali diritti. non è giusto condannare. la società è in evoluzione, per questo motivo tutti dobbiamo collaborare per rendere migliore la nostra terra, la società, e varie culture. la donna può essere omosessuale, però non inferiore all'uomo, ma uguale a lui. grazie, ciao

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 21 febbraio 2007, 11:05

Allegra,non si diventa omosessuali perchè la società è maschilista.ci si nasce.l'omosessualità è qualcosa di naturale come l'eterosessualità ma purtroppo discriminato.
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 21 febbraio 2007, 11:36

si vero alcuni nascono in questo modo, ma altri sono influenzati da questa moda. la dr.ssa ha parlato dell'uomo come un essere superiore rispetto alla donna. questa cosa mi ha meravigliato visto che la donna oggi ha la parità. non vero che l'uomo comanda nella famiglia, ma è la coppia a prendere assieme le decisioni. nella coppia ci deve essere reciprocità, rispetto della dignità umana in tutte due. il rapporto non deve essere asimmetrico, ma simmetrico. io parlo sia della coppia eterosessuale e sia di quella omosessuale. se non c'è amore, ma solo sottomissione allora questo non si chiama amore, ma inferiorità. la cosa che non concepisco oggi se questa evoluzione porterà beneficio oppure distruzione. ricordate non fattevi influenzale dalla moda,ma ragionate con la vostra testa e con vostra anima. spero chi è omosessuale è perchè ha sentito sempre questo desiderio, e non perchè la società, gli amici gli hanno fatto credere di essere in quel modo. questi individui sono in conflitto, non sanno qual'è la verità.ciao :oops: :oops: :oops:

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 21 febbraio 2007, 11:51

allegra essere gay non è una moda!! una persona nasce così. come nasce eterosessuale. è una questione di tempeste ormonali mentre sei ancora feto.
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 21 febbraio 2007, 12:25

invece ci sono persone che diventano omosessuali per colpa della moda. non credere che tutti sono nati in quel modo.

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 21 febbraio 2007, 13:05

ma non si può cambiare il proprio orientamento sessuale forzatamente.
forse alludi a persone che se ne rendono conto in età adulta e non da adolescenti.
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

orchidea22
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 settembre 2006, 21:23

Messaggio da orchidea22 » 21 febbraio 2007, 13:35

L'omosessualità non è una moda è un orientamento sessuale che si ha dalla nascita, poi c'è chi ne prende consapevolezza in età adulta, c'è anche chi resterà in fasi di transizione tutta la vita.
Parlare di moda è un pò superficiale, c'è chi si fa influenzare e vuole provare ad avere rapporti con persone dello stesso sesso ma questo è un'altro discorso.
Per ALLEGRA: credo che tu abbia frainteso l'intervendo della dottoressa Albano, non ha detto che il maschio è superiore alla donna, ha soltanto sottolineato il fatto che per la società vedere un uomo in atteggiamenti particolari con un alro uomo è più difficile da accettare proprio perchè la società vede nell'uomo un senso di virilità, di forte mascolinità, in base al suo ruolo nella società.
Mentre per le donne è diverso, non c'è ancora un' assoluta tolleranza, anzi ci sono molti casi di omofobia anche nei confronti delle donne lesbiche ma viene accettato con un pò più di facilità....ma siamo ancora ben lontani dall'assoluta tolleranza, purtroppo!

QWERTY1965
Messaggi: 160
Iscritto il: 22 novembre 2006, 15:39

re

Messaggio da QWERTY1965 » 21 febbraio 2007, 14:50

leggete le relazioni difficili di giacomo dacquino uscire dal omosessualita si puo!!
MI BANNANO E CHI SENE FOTTE!!!

orchidea22
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 settembre 2006, 21:23

Re: re

Messaggio da orchidea22 » 22 febbraio 2007, 23:32

QWERTY1965 ha scritto:leggete le relazioni difficili di giacomo dacquino uscire dal omosessualita si puo!!
Non so chi sia Giacomo Daquino e non ho letto il libro ma se dice che si può uscire dall'omosessulità non credo che ne valga la pena neanche leggerlo.
E poi che vuol dire uscire dall'omosessualità? che è una brutta malattia? una dipendenza? non so spiegami perchè io non capisco....

Rispondi

Torna a “L'omosessualità”