Perché ad alcuni "i gay fanno schifo"?

Una “variante” del comportamento umano che si connota con il desiderio di amare, desiderare, persone dello stesso sesso, con cui poter “progettare” un legame affettivo ed erotico-sessuale. Condizione esistenziale permea di tutti questi contenuti (affettivi, relazionali e progettuali) che a volte difficilmente vengono “vissuti”, per pregiudizio, paura, dubbi e dinamiche (interne ed esterne) che non si riescono a gestire. Questo spazio rappresenta un 'opportunità per riflettere assieme, sulla propria percezione di sè, dell’altro e dei desideri … Vi aspettiamo.....

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Messaggio da Antonietta Albano » 23 febbraio 2007, 10:12

Conosco d'Acquino, ma non ho letto il libro.... forse si riferisce a percosi patologici?? non so... spiegaci meglio... ti va?

L'omosex non è affatto una malattia, ma solo un orientamento sex...

credo sia interessante qsta discussione... cosa ne pensate?
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 23 febbraio 2007, 11:11

mi chiedo come si faccia a non capire che non è una scelta di vita come essere metallaro o dark...non è una moda del momento.

è uno stato. ed è una cosa normalissima, omosessuale ed eterosessuale è la stessa cosa...ad una donna piace un uomo o piace una donna...ad un uomo un altro uomo o una donna...è amore in ognuno dei casi. non è una malattia dalla quale si deve guarire...
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

orchidea22
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 settembre 2006, 21:23

Messaggio da orchidea22 » 23 febbraio 2007, 11:46

E si vale, è proprio così, ma molta gente non lo capirà mai...spesso è ignoranza o sono troppo legati ai propri principi e alle proprie convinzioni.
Non gle ne faccio una colpa però, non è necessario che tutti capiscano ma è fondamentale però che tutti abbiano rispetto, quello sta alla base di tutti i rapporti umani, se si raggiunge quello è già un grande risultato!
Comunque ha ragione la dottoressa Albano, è proprio interessante questo argomento, spero non soltanto per me!

QWERTY1965
Messaggi: 160
Iscritto il: 22 novembre 2006, 15:39

RE

Messaggio da QWERTY1965 » 23 febbraio 2007, 17:46

intendo dire che questa persona aveva avuto rapporti omosessuali con uomini e adesso e sposato con una donna e a figli voi come ve lo spiegate!

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 23 febbraio 2007, 22:02

Ipotesi: :idea:
1- ha cambiato idea
2- è stato un momento passeggero
3- è bisex
4- non sapeva bene decidersi
5- ora finge di non essere gay (perchè lo vuole lui)
6- ora finge di non essere gay (perchè gli altri non lo accettano così com'è)
7- ... :?:
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

orchidea22
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 settembre 2006, 21:23

Messaggio da orchidea22 » 24 febbraio 2007, 10:24

Ha ragione ivy, le ipotesi sono tante e ogni persona ha una sua storia a sè.
Potrebbe essere bisessuale o una persona molto confusa in giovinezza e poi la sessualità non è un campo ben definito, ci sono miliardi di sfumature!
Il fatto che quest'uomo abbia cambiato col tempo i suoi gusti sessuali non vuol dire che tutti gli omosessuali possono cambiare, non esiste una cura anche perchè come abbiamo già detto non si tratta di una malattia!!

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 24 febbraio 2007, 14:15

non mi bisogna disprezzare le teorie e le idee degli altri cara orchidea,ma tollerarle. in questo mondo ancora non si sa se veramente si nasce omosessuali o no, purtroppo ancora scientificamente non è dimostrabile, però ognuno di noi è libero di fare quello che vuole, ma senza provocare danni ad altri individui. impara ad accettare che non tutti sono d'accordo sull'omosessualità e ad altre problematiche. se non riesci ad accettare questa cosa vivi male le tue esperienze affettive e coniugali. ok. ti abbraccio allegra. :wink:

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 24 febbraio 2007, 14:22

Di certo NON è una perversione o una malattia.
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

orchidea22
Messaggi: 191
Iscritto il: 12 settembre 2006, 21:23

Messaggio da orchidea22 » 24 febbraio 2007, 20:18

allegra ha scritto:non mi bisogna disprezzare le teorie e le idee degli altri cara orchidea,ma tollerarle. in questo mondo ancora non si sa se veramente si nasce omosessuali o no, purtroppo ancora scientificamente non è dimostrabile, però ognuno di noi è libero di fare quello che vuole, ma senza provocare danni ad altri individui. impara ad accettare che non tutti sono d'accordo sull'omosessualità e ad altre problematiche. se non riesci ad accettare questa cosa vivi male le tue esperienze affettive e coniugali. ok. ti abbraccio allegra. :wink:
Carissima allegra,
io sono una persona molto tollerante, accetto tutte le critiche e opinioni ma poichè sono omosessuale, lo sono da sempre e so con certezza che niente e nessuno potra fare cambiare i miei gusti sessuali porto la mia esperienza e dico la mia.
Magari scientificamente non è provato che si nasce omosessuali, in effetti la sessualità di una persona è in continua avoluzione, anche se in linea generale si forma già nell'infanzia.
Ma quello su cui mi batto e ammetto magari un pò mi incavolo è quando leggo o sento che si può uscire dall'omosessualità come se fosse una brutta malattia o una dipendenza, convinzione o scelta di vita, non è così!
Io vivo le mie esperienze affettive e coniugali molto serenamente te lo posso assicurare.
Fortunatamente sono una persona serena e convinta di quello che sono, dico fortunatamente perchè molti non vivono bene la propria omosessualità...a causa di gente ignorante e che non sa cosa vuol dire TOLLERANZA E RISPETTO.
Ricambio l'abbraccio.

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 25 febbraio 2007, 0:57

grazie :oops: :oops:

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Messaggio da tersite » 5 maggio 2007, 1:21

orchidea22 ha scritto:L'omosessualità non è una moda è un orientamento sessuale che si ha dalla nascita
!
non sono d'accordo ... l'orientamento omosessuale si ha dalla nascita solo in pochissimi casi, di solito e' una "scelta" condizionata dai rapporti familiari , dalla mancanza di una figura paterna o addirittura da una scelta trasgressiva...
fra l'altro sono tantissimi gli uomini che hanno esperienze omosex, solo che non ne parlano se ne vergognano :D

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 5 maggio 2007, 8:01

quindi è un disagio psichiatrico?anche la depressione o il DOC o i DCA vengono per gli stessi motivi.
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Messaggio da Antonietta Albano » 5 maggio 2007, 9:10

Assolutamente no!

L'omosex non è uma malattia e nemmeno un disagio psichiatrico...
infatti non è compresa più nemmeno nel DSM-IV in quanto patologia!!
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Messaggio da tersite » 5 maggio 2007, 17:01

vedo che mi sono spiegato male e quindi rettifico :)
non ho inteso dire che e' un disagio psichico , lo puo' anche essere se lo si vive come un conflitto ... mentre ci sono diversi gays che sono in armonia con se stessi

ci sono varie interpretazioni... e anche varie categorie di omosessualita', come considerare ad esempio chi e' attratto prevalentemente dalle donne ma in vita sua non ha disdegnato comportamenti omosessuali?
forse la sessualita' umana non e' facilmente catalogabile :shock:
e omosex etero bisex sono solo categorie che ci costruiamo noi !

cmq... pikkola ricerca interessante ed open source
* Spiegazione innatistica ("omosessuali si nasce"). L'omosessualità è in qualche modo innata:

1. vuoi per ragioni naturali, simili a quelle che portano naturalmente una certa percentuale della razza umana ad essere mancina anziché destrimane (cause cromosomiche; conformazione particolare del sistema nervoso o di una parte del cervello, specie l'ipotalamo). L'OMS definisce l'omosessualità "una variante naturale del comportamento umano", ma non ha preso posizione rispetto alla possibile causa di tale variabilità;
2. vuoi per conseguenza di un vero e proprio difetto fisico (squilibri ormonali - anche durante la gravidanza),
3. vuoi per altri motivi ancora (ad esempio alcuni autori greci parlano dell'influsso astrologico quale causa della determinazione della preferenza per le persone dello stesso sesso, ma questa chiaramente non e' una spiegazione scientifica).

* Spiegazione psicologica ("omosessuali si diventa"). L'omosessualità è l'effetto di un differente sviluppo della psiche, in genere maturato da bambini o da adolescenti (così la pensavano in passato molte - se non la maggior parte - delle branche della psicoanalisi, della psichiatria e della psicologia). Oggi questa spiegazione ha perso consensi rispetto al passato, specie rispetto al secondo dopoguerra, quando era quella prevalente nel mondo scientifico.
* Spiegazione volontaristica ("non esistono persone omosessuali, ma solo atti omosessuali'"). L'omosessualità non ha "cause". Si tratta di un comportamento appreso ed acquisito, frutto della volontà del singolo individuo. Va da sé che questa teoria non spiega alcunché, anche perché ci sono persone che sono omosessuali fin dalla più tenera età (naturalmente non si tratta di persone che manifestano un' anomala e precoce sessualita' omodiretta, ma persone che manifestano fin dai primi anni di vita un'affettività omodiretta). Del resto l'omosessualità si manifesta chiaramente anche in altre specie animali, a volte in forme anche piuttosto vistose.
[/quote]

Avatar utente
Rave_in_Dark
Messaggi: 4
Iscritto il: 28 maggio 2007, 22:18
Località: Poggiomarino (NA)

Nooooooo! No No No!

Messaggio da Rave_in_Dark » 30 maggio 2007, 11:36

Non sono comunque d'accordo con quello che dici sul fatto della mancanza della figura paterna... mio padre lavora sulle navi e sta ben poco a casa con me e mia madre, ma non per questo ho scoperto di essere gay! Anzi, l'unica cosa che può aver causato questo evento, è la scoperta del mio vero "IO" a soli 14-15 anni. Ora ne ho 17 di anni e sono sempre più convinto di quello che sono... anche se vorrei essere etero come tanti altri!

Abbracci, MiRcO :roll:

Rispondi

Torna a “L'omosessualità”