deleted

Gli atteggiamenti e le motivazioni sessuali della maggior parte delle persone sono coerenti con il loro sesso biologico. Siano eterosessuali oppure omosessuali, la maggior parte degli uomini si considerano uomini e la maggior parte delle donne si sentono donne. Ci sono certi individui, invece, che hanno dei concetti di sé, che riguardano il sesso, che contrastano con il loro "sesso biologico". Un maschio può desiderare ardentemente di essere una donna ed una donna altrettanto desiderare di essere un uomo. Ci troviamo di fronte al fenomeno del transessualismo. Parliamone

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 17 luglio 2006, 18:24

ma perchè cambiare scusa?
non riesco a capire il rifiuto. se una persona ha dei gusti diversi,se tu le vuoi chiamare devianze.. a me sembra quasi che chiamarle devianze significhi dire che queste persone sono scherzi della natura, cmq se una persona ha i suoi gosti in ambito sessuali che sono diversi da quelli delle persone del suo sesso,se ha una sensibilità diveersa,perchè cambiare per forza? una persona deve accettare se stessa o deve farsi accettare dagli altri rinnegandosi?

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

Messaggio da summer » 17 luglio 2006, 21:51

prova a chiederti se la tua è ammirazione o attrazione....c'è una bella differenza...;)

pao
Messaggi: 14
Iscritto il: 18 luglio 2006, 10:35

Messaggio da pao » 18 luglio 2006, 10:54

Io credo che sia già sbagliato parlare di devianze....
Sono semplicemente orientamenti sessuali...punto.

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

Messaggio da summer » 18 luglio 2006, 10:59

comq...anche se fosse? che problema c'è?

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

Messaggio da summer » 18 luglio 2006, 11:06

io trovo contro natura andare contro se stessi e non contro a degli stereotipi comuni...

pao
Messaggi: 14
Iscritto il: 18 luglio 2006, 10:35

Messaggio da pao » 18 luglio 2006, 11:11

E combatteresti contro i mulini a vento.
Non si può scappare da se stessi.
Non per molto almeno...

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 18 luglio 2006, 11:25

Mirkus
1)come fai a sapere da cosa è causata l'omosessualità?nemmeno i medici sanno quando nasce
2)se vai da un terapista e gli dici "sono gay voglio cambiare e diventare etero" lui tu dic "ok ti curerò perché non ti accetti,ma non ti farò diventare etero ma t aiuterò ad acecttare quello che sei".

Mirkus sei un po' troppo legato al cristianesimo.se fossi stato un antico greco avresti trovato l'omosessualità assolutamente normale e per te l'amore tra due uomini sarebbe stato il VERO amore.la donna serviva soloa riprodursi.

è come dire a un nero "ma perchè non diventi bianco?in fondo è più bello essere bianco.anche Cristo era bianco" che ne so,tanto per fare un esempio.


ah e per chiarezza Cristo NON era bianco.

pao
Messaggi: 14
Iscritto il: 18 luglio 2006, 10:35

Messaggio da pao » 18 luglio 2006, 11:28

Puoi cambiare il modo di vedere certe cose e il modo di comportarti di fronte ad altre ma se ti metti a combattere contro gli impulsi e l'istinto non potrai mai vincere e sarai sempre condannato a soffrire.
Non è meglio un percorso di sana accettazione?

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 18 luglio 2006, 11:32

Mirkus90 ha scritto::roll: :o :roll: davvero??? e il motivo?? perchè fanno ste cose???
cmq tempo fa avevo letto su un libro di sessualità che la possibilità di cambiare c'è... basta volerlo
quel libro di sessualità è impregnato di cattolicesimo.non puoi andare contro natura.tu da etero anche volebdo potresti mai diventare omo?OH MIRKUS MICA è 'NA MALATTIA..
riguardo ala prima domanda mi sembra che tu la prenda un po' male.perché fanno 'ste cose?e che ammazzavano qualcuno?

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 18 luglio 2006, 11:43

Mirkus nessuno potrà mai dirti che un omosessuale è malato perché NON è VERO!
I greci erano un esempio che ti ho portato perché capissi che il tuo punto di vista è solo un'ifluenza della cultura in cui viviamo e non una verità assoluta.non si può "guarire" dall'essere omosessuale così come io che sono mora sempre mora rimarrò.posso timngermi i capelli,mettermi lenti colorate,mascherarmi,ma sotto la maschera sempre mora sarò.è qualcosa che è legato alla nostra natura e non un tratto caratteliale che puoi modificare (ma mai cambiare)

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

Messaggio da summer » 18 luglio 2006, 11:53

Lala ha scritto:Mirkus nessuno potrà mai dirti che un omosessuale è malato perché NON è VERO!
I greci erano un esempio che ti ho portato perché capissi che il tuo punto di vista è solo un'ifluenza della cultura in cui viviamo e non una verità assoluta.non si può "guarire" dall'essere omosessuale così come io che sono mora sempre mora rimarrò.posso timngermi i capelli,mettermi lenti colorate,mascherarmi,ma sotto la maschera sempre mora sarò.è qualcosa che è legato alla nostra natura e non un tratto caratteliale che puoi modificare (ma mai cambiare)
concordo...perchè dovresti fare di tutto per essere diverso dalla tua natura, se quella lo fosse?

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 18 luglio 2006, 12:07

infatti il problema è che NON C'è UNA GIUSTA NATURA.è giusto quello che ti fa stare bene.che c'entra la riproduzione?non siamo mica bestie.siamo animali pensati in gradoi di amare.e se un uomo ama un uomo che male c'è?l'omosessualità è presente anche negli animali lo sapevi?

pao
Messaggi: 14
Iscritto il: 18 luglio 2006, 10:35

Messaggio da pao » 18 luglio 2006, 12:08

Per quanto mi riguarda non esiste la GIUSTA natura.
Ognuno è fatto come è fatto e basta.
E io penso che il grosso errore di questa società sia che purtroppo tende a pensare come la pensi tu.
Se si cominciasse ad accettare la "diversità" altrui non sarebbe una società malata, ma molto più ricca, più tollerante, con meno sofferenza.
Il discorso sulla riproduzione poi non c'entra proprio nulla.
Cerca di distaccarti dalla morale cattolica che impregna le tue parole, l'amore per le altre persone prescinde dal fatto che ci si possa riprodurre o meno!

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 18 luglio 2006, 12:15

ti confondi perché ti stiamo forse facendo vedere delle cose ch enon volevi vedere.non le avresti confuse se continuassi a pensare che l'omosessualità è innaturale.non rimanere arroccato nelle tue idee.

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 18 luglio 2006, 12:20

perchéè la natura di quelli che sono omosessuali.come tu sei etero lui/lei è omosessuale.hai un po' paura i questa cosa "diversa" che non viene accettata dalla società.,hai paura i essere preso in giro e escluso.d essere trattato male.

Rispondi

Torna a “Donne o uomini?”