Come una donna...

Gli atteggiamenti e le motivazioni sessuali della maggior parte delle persone sono coerenti con il loro sesso biologico. Siano eterosessuali oppure omosessuali, la maggior parte degli uomini si considerano uomini e la maggior parte delle donne si sentono donne. Ci sono certi individui, invece, che hanno dei concetti di sé, che riguardano il sesso, che contrastano con il loro "sesso biologico". Un maschio può desiderare ardentemente di essere una donna ed una donna altrettanto desiderare di essere un uomo. Ci troviamo di fronte al fenomeno del transessualismo. Parliamone

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Re: Come una donna...

Messaggio da Joshua » 3 settembre 2015, 23:56

Stasera ero in un supermercato, per una spesa minima, poche cose.
Giornata strana, oggi, il desiderio si fa sentire ferocemente.
E mi guida verso il settore delle calze. Cerco le autoreggenti, le trovo, chiare, la misura giusta.
Non so di preciso perché, ma le prendo, per l'autunno.
Per quando mi depilerò di nuovo e indosserò di nuovo le gonne. Oggi ne avevo una gran voglia, ero anche passato nel vicino negozio dei cinesi per comprarmi una gonna lunga con gli spacchi laterali, da mettere in autunno, ma non ne trovo una che mi piaccia in modo particolare.
Così, eccomi qua, alla cassa.
La cassiera è simpatica, pronta alla battuta. "Ha la tessera?" "No. E' grave? Sono perdonato?" Lei spalanca un sorriso, passa tutti i cibi sul lettore ottico, e mentre prende in mano le calze: "E ovviamente queste sono sue, no?", sorridendo.
Diglielo, diglielo, sta dicendo, anzi urlando, una vocina dentro di me; diglielo che invece sì, sono proprio per te, dai!
"Ovviamente sì!" rispondo sorridendo, e assumiamo entrambi che la risposta è ironica quanto la domanda, per stare al gioco.
Ma la vocina urla.
"Anche se..." pausa... "potremmo anche metterle noi, no?" Lei sorride, "Sareste carini, immagino".
Uff.
Diglielo...!!!
Niente, esco e metto la roba in macchina.
Dai, torna alla cassa, vai! Dille "Scusi, volevo soltanto dirle che le calze... davvero, le metto io", per vedere come reagisce.
Dai...!!!
No, non ce la faccio.
Vado a casa.
Non so se quest'anno lo farò, ma la voglia è tanta, come sempre.
Uff...
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Antonietta Albano
Messaggi: 820
Iscritto il: 22 novembre 2005, 16:05
Località: Parma (Pr)

Re: Come una donna...

Messaggio da Antonietta Albano » 14 settembre 2015, 12:39

Equilibrio è anche questo...


Un caro augurio...

Di cuore!
Dr.ssa Antonietta Albano (Psicologa e Pedagogista. Psicoterapeuta e Sessuologa.
Ambiti di intervento: Psicologia Clinica-Sessuologia Clinica-Psicologia Giuridica

"Non si vede bene che col cuore... l'essenziale e' invisibile agli occhi"! ).

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Insicurezza.

Messaggio da Joshua » 25 ottobre 2015, 1:18

Psicologia spicciola, da strada.
La mia abitudine di mostrarmi alle donne, di preferenza a loro, nelle mie uscite en femme, mi fa venire in mente il mio rapporto con le donne in generale.
Da ragazzo, essendo molto insicuro, avevo molta difficoltà a corteggiarle. Nelle rare occasioni in cui mi sono lanciato nel corteggiamento ho sempre puntato su doti come dolcezza, sensibilità, gesti romantici, cioè doti che generalmente sono proprie delle donne. Mai sulle doti tipicamente maschili, quali forza, coraggio, decisionismo, ecc. Non a caso non mi sono mai messo in competizione con altri uomini; appena sapevo che intorno alla ragazza che mi piaceva girava un altro, zip!, mi defilavo. Scappavo. A volte mi è andata bene, ho avuto una sola relazione prima di sposarmi, oltre ad un paio di flirt.
In pratica, cercavo di stabilire un’empatia con il genere femminile. La mia tendenza ad indossare abiti femminili potrebbe avere la stessa origine, cerco di stabilire la stessa empatia, dimostrando che ho la loro stessa sensibilità verso il mio corpo. Non a caso, anche qui, evito il confronto con gli uomini, quando sono en femme, perché inconsciamente gioca il confronto tra l’eventuale uomo che mi sta di fronte, che nella mia mente userebbe con le donne i “suoi” metodi di seduzione, e il mio modo di rapportarmi alle donne.
Insomma, è una questione di fiducia in me stesso, che lo splendido rapporto che ho con la mia attuale moglie non è riuscito a cancellare. È lei stessa a dirmelo, ogni tanto, che devo credere in me stesso, perché se lei mi ha scelto, volitiva, colta e brillante com’è, non è cosa da poco, dovrei andarne fiero.
Bel casino.
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Re: Come una donna...

Messaggio da Joshua » 25 ottobre 2015, 1:30

Stasera ero a teatro, uno spettacolo di allievi di una scuola di artisti, un liceo coreutico. Spettacolo misto di teatro e di ballo. Bravissimi tutti i ragazzi.
Un balletto, danzato con splendide coreografie su musiche di Gershwin, vedeva una ventina di ragazze e quattro ragazzi, con splendidi costumi. Ecco, io mi sono incantato, per tutta la durata del numero, ad immaginare e desiderare di indossare il costume delle ragazze, nero, bellissimo nella sua semplicità, morbido e vellutato nello svolazzo della gonna lunga fin sotto al ginocchio ma lieve nella carezza, sulle gambe, della sua fodera bianca, che mi accarezzava la pelle. Già, quasi la sentivo su di me, quella carezza.
Un brivido di piacere.
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Ci siamo quasi...

Messaggio da Joshua » 12 febbraio 2016, 21:26

Ci siamo, sta arrivando il momento.
Mi è venuta un'altra delle mie idee folli.
Spesso vado a fare commissioni negli uffici pubblici, per il mio lavoro. Uno di questi è in zona decentrata, ed è quello in cui vado più spesso.
Sulla strada del ritorno mi fermo sempre in un bar, sempre lo stesso, a prendere un caffé. Ormai mi conoscono. Di vista, intendo, non sanno niente di me.
E se una mattina ci andassi in abiti femminili? Sarebbe una bella sorpresa.
Sono due donne, al banco, una sui cinquanta e una ragazza giovane, molto simpatica e pronta al dialogo. Non so se siano madre e figlia, ma non credo.
Ad ogni modo, mi piacerebbe mettermi alla prova.
Potrei inventarmi che ho dormito a casa di un amico/a e non era previsto, e avevo solo i vestiti che indossavo la sera prima, ad una festa.
Non so, ci penso... potrei farlo.
Folle. Ma stuzzicante.
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

San Valentino

Messaggio da Joshua » 14 febbraio 2016, 18:42

Mia moglie "Ti amo"
Io "Ti amo"
"Ho paura che tu te ne cerchi una giovane e bella"
"Smettila, non esiste. Sai che non devi aver paura di questo, io ti amo"
"Ma io sono gelosa, lo sai"
"Sì, ma non è di questo che devi avere paura. La cosa che ti deve preoccupare, piuttosto, è che ho una gran voglia di tornare a mettermi le gonne"
"Eh (sospiro)... Ma lo sai, ora che... (nostra figlia) non abita più con noi, hai tutto il tempo, la sera o all'ora di pranzo, di vestirti come ti piace, in casa. Fuori casa è un altro discorso".
"E invece è proprio fuori che ho bisogno di andare, voglio viverla liberamente, lo sai, ne abbiamo parlato tante volte. Vado lontano, fuori città, dove non conosco nessuno, faccio due passi, cose così..."
(sospiro) "Fai attenzione".
"Ma certo".
E così, presto "Gabrielle" sarà di nuovo in circolazione. :wink:
Io amo questa donna. E lei anche, deve amarmi proprio tanto...
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Re: Come una donna...

Messaggio da Joshua » 18 febbraio 2016, 14:31

Il negozio di intimo in cui andavo più di un anno fa (sono madre e figlia) è in contatto su facebook con il mio profilo "femminile" di Gabrielle.
Ho mandato un messaggio, per essere sicuro di ritrovarle, e la risposta mi è piaciuta molto:
"Ciao Gabrielle, che piacere risentirti!!! Ti auguriamo una buona giornata e speriamo di rivederti presto!!!"
Bene, le premesse sono ottime.
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Re: Come una donna...

Messaggio da Joshua » 26 febbraio 2016, 0:01

Ieri sera ho approfittato dell'assenza di mia moglie per fare un po' di prove per il look da adottare quando andrò dall'estetista.
Dovevo rinfrescare il guardaroba, era chiuso nelle borse da troppo tempo. E inoltre, non ricordavo bene tutto ciò che avevo a disposizione.
Mutandine nere col pizzo e sottoveste nera di raso.
Maglia dolcevita nera, quella credo sia quasi obbligata, visto che non ho trovato un vestito intero da mettere.
E sotto?
In pole position la gonna nera trapuntata che avevo ad Halloween.
Metto le calze nere, ma quel giorno le metterò più chiare.
Poi gli stivaletti bassi al polpaccio, che vanno sempre. Orecchini, collana, braccialetto (provo il trucco della spilla da balia che ho visto su facebook, bella idea, anche se ho difficoltà ugualmente).
Mi guardo allo specchio.
Onestamente temevo peggio, forse non va così male come credevo. Indosso anche la giacca pesante, da donna, per vedere l'effetto completo: va bene, girare per strada con questo aspetto potrebbe andare molto bene. Sobrio e poco vistoso, ma molto femminile.
Tolgo la gonna nera e metto quella grigia, a tubino. Bene, funziona, anche dietro il fisico regge bene, porta ancora dignitosamente la gonna.
Tolgo il tubino e provo la gonna lunga, nera, aperta sui lati. E' estiva, ma va bene anche in primavera, con i collant. Molto bene.
Tolgo gonna lunga e stivaletti, provo la gonna plissé al ginocchio e le decolté tacco dieci. Ottimo effetto, elegante ma non eccessivo.
Mi pare che ci siamo.
Infilo tutto in un sacchetto abbastanza ampio, insieme alle "ballerine" che ho intenzione di indossare per guidare, ma soprattutto per presentarmi entrando dall'estetista.
Sono pronto.
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Re: Come una donna...

Messaggio da Joshua » 26 febbraio 2016, 8:34

Ieri, in pausa pranzo, un salto al mercato per trovare lo smalto adatto, voglio un colore rosso scuro, molto scuro, quasi marrone, e anche per il rossetto, se lo trovo.
Ma mi va male, stanno sbaraccando tutti.
Mi fermo in un banco di bigiotteria, compro un anello (mi sono reso conto che mancava, nel look), cerco due orecchini, non ce ne sono.
Basta mercato, vado nel bar in cui medito di farmi vedere en femme.
Vedo che le ragazze oggi sono due, di solito vado al mattino, c'è soltanto quella coi capelli corti e molto simpatica.
Ordino una spremuta, poi lei si illumina "Ah, buongiorno!!", mi riconosce, che bello, ora sono noto qua dentro. Bene.
Non vedo l'ora di entrare qua con l'aspetto femminile, mi piace l'idea di stupire queste ragazze.
Non so, forse sono matto.

Ieri sera, un salto in uno di quei negozi di saponi e cosmetici, lunga ricerca per lo smalto, lo trovo, e poi trovo anche il rossetto scuro, ottimo colore.
Tornato a casa, attendo di essere sola e esamino lo smalto. Lo provo su un dito: troppo rosso, cavolo! Lo voglio scuro, per un effetto... "ciliegia".
Vabbé, domattina sono in giro per commissioni di lavoro, ci riprovo e vado anche a trovare di nuovo le ragazze.
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Crisi

Messaggio da Joshua » 2 marzo 2016, 9:03

E' andata in crisi.
Le ho detto che domani vado dall'estetista e l'ha presa malissimo.
"Pensavo di bastarti. Sono uno schifo di donna".
No, non l'ha presa bene per niente.
Forse rinuncio, le voglio troppo bene.
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Rinuncia.

Messaggio da Joshua » 11 marzo 2016, 9:10

Ho rinunciato.
Per il quieto vivere e per amore di mia moglie, ho rinunciato a vivere per qualche ora "al femminile".
Ma non è rinuncia definitiva, ho soltanto rimandato all'autunno.
Ora, mentre scrivo, ho indossato collant e una gonna lunga, quella con le aperture laterali. Sto benissimo, è una sensazione meravigliosa.
Intanto, la maledetta primavera comincia a far vedere i suoi effetti, sulle donne che incontro.
I rigori dell'inverno stanno finendo, e piano piano le donne ripongono nel cassetto i pantaloni e tirano nuovamente fuori le gonne.
Ogni giorno che passa, incrocio sempre più donne che vestono esattamente come avrei voluto vestirmi io.
E' un contrappasso che mi fa male, mi eccita e mi amareggia nello stesso tempo, vorrei avere io la stessa loro opportunità, salire sul metrò indossando una gonna.
Pazienza, per ora.
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Avatar utente
Joshua
Messaggi: 236
Iscritto il: 23 ottobre 2008, 21:26
Località: Torino

Mi sto preparando.

Messaggio da Joshua » 3 settembre 2016, 0:42

Ho intenzione, nella stessa mattinata, di uscire en femme e andare a far visita prima al bar dove vado a prendere il caffé ogni tanto (ovviamente in abiti maschili), lontano da dove abito e lavoro, poi in una cittadina vicina, nel negozio di una donna che ho come amica su Facebook.
Negozio naturalmente di abbigliamento donna.
Mi sto preparando e faccio gli scongiuri, dovrebbe andare tutto bene.
55 anni e credo che ancora non bastino per definirmi adulto...

Rispondi

Torna a “Donne o uomini?”