OSSESIONE

Le "malattie sessualmente trasmesse" sono legate all'attività sessuale. E' talvolta possibile che nei rapporti sessuali si possa nascondere una insidia. Far finta di niente non è una buona idea. Impariamo a conoscere meglio le M.S.T. e confrontiamoci senza alcuna remora.

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Rispondi
dani8727
Messaggi: 3
Iscritto il: 22 maggio 2016, 19:56

OSSESIONE

Messaggio da dani8727 » 22 maggio 2016, 20:03

Buon giorno,volevo brevemente raccontarvi la mia storia ,ho 2x anni,e credo di avere un grave problema di dipendenza dal sesso e diversi problemi psicologici. Tutto è partito da quando avevo 8 anni circa ho subito una violenza sessuale da mio fratello,ricordo bene che fu per due notti di fila ma non ricordo se successe altre volte,io dormivo e mi sono svegliato con il suo pene in bocca continuai a fare finta di dormire,a 8 anni neanche sapevo che stesse succedendo,è seguita una penetrazione anale non ricordo bene se fu mal riuscita ma penso di in entrambe le notti. Ricordo ancora che entrambe le mattine dopo mi chiese "ma non hai sentito niente sta sera",ora ripensandoci rabbrividisco ma in quel caso sorrisi e basta. Ora non so se la cosa c'entri con quello che sto passando adesso perchè sto attraversando un forte periodo di depressione e in questo periodo ho fatto alcune cavolate enormi tipo trasformare la fantasia per le trans in realtà ,una mattina nel quale ero particolarmente affranto per delusioni sportive e amorose,(non ho molta fortuna con le donne e per un malato di sesso non è il massimo),questa trans mi scrisse su badoo ed abitava molto vicino a me,andai senza pensare anche se avrei dovuto. Il rapporto non mi è piaciuto ,mi sono sentito a disagio mentre e sopratutto dopo,ho capito che proprio non fa per me anche se dalle mie fantasie sembrava tutto molto più bello mai avrei pensato che avrei realizzato questa cosa. Divorato dai sensi di colpa ho cominciato ad ossessionarmi sul fatto che se qualcuno fosse venuto a conoscenza della cosa sarebbe stato un suicidio sociale,io non sono molto credente ma la mia famiglia si quindi non immagino che casino si potesse scatenare ,inoltre ho cominciato anche a pormi quesiti assurdi perchè ho pensato che questa brutta esperienza rendesse me una brutta persona e ancora non riesco a togliermi dalla testa questa idea,pensando che sarei bruciato tra le fiamme dell'inferno insomma un sacco di paranoie. Non ho pensato ad altro per almeno due settimane giorno e notte,ho pensato a quanto degradante fosse stata la cosa per me e al fatto che sta cosa non si cancellerà mai e che renda me un mezzo uomo,questi attimi vengono oscurati dalla lucidità alcune volte anche perchè io ritengo del tutto normale sperimentare alla ricerca di se stessi e comunque non ho niente contro i gay o chi va con i trans (a patto che non siano padri di famiglia sposati),ma sono brevi attimi poi torno alla rabbia verso me stesso alla vergogna e al totale disagio. Quando ho ricominciato a pensare un po ad altro improvvisamente mi è venuta la paura di aver contratto l'hiv ,neanche so perchè,magari indice di una chissà quale punizione divina,essendo uno che non crede poi,questo fa capire quanto sia instabile. Allora ho fatto il test ad un mese dal rapporto ed è risultato negativo,prima del test avevo avuto la tosse un sacco di catarro ecc forse avevo solo preso freddo ma la mia mente ha collegato il tutto all'hiv ,ho avuto un sacco di prurito dietro la nuca che poi pian piano si è espanso per tutto il corpo sia prima che dopo i test,il prurito si divide in tre tipi,uno è la classica sensazione di prurito che ti viene da grattare,la seconda è come una puntura che non colpisce un punto in particolare ma a caso il terzo è come un animaletto che mi cammina sulla pelle . Ora prendo delle pillole ed il prurito sta diminuendo. la tosse sta andando via ma molto lentamente. So che c'è un periodo finestra dove anche se sei contagiato si risulta ... al test,ma se si ha i sintomi è possibile risultare ...
le mie sono solo paranoie?
Ho tante altre domande sulla mia sfera psicologica spero di potervele fare,poi che vuol dire l'attrazione ai trans e non quella agli uomini,non ho mai provato attrazione verso un uomo. Ah ho anche avuto un afta dietro in dente del giudizio un rialzamento fastidioso ovviamente ho collegato anche questo alla malattia.
so che questo è un forum al femminile ma è proprio di un'opinione femminile quella di cui ho bisogno perchè i dubbi sulla mia sessualità non ne ho ma ne ho molti sulla mia mascolinità ,non mi sento uomo e ogni volta che guardo un altro uomo,un amico o chiunque altro lo ritengo meglio di me perchè "almeno non è andato con un trans",mi sento un debole del ... perchè non abbastanza uomo per aspettare la donna giusta per essere felice,mi sento di aver rovinato la mia vita in una mattinata...ho tante domande spero di potervele porre

Rispondi

Torna a “Malattie sessualmente trasmesse”