Genitori distruttivi

Problemi di comunicazione tra due generazioni

Moderatori: Dott.ssa M.Letizia Rotolo, Dr. Vittorio Tripeni

Rispondi
ale9090
Messaggi: 2
Iscritto il: 5 marzo 2019, 22:58

Genitori distruttivi

Messaggio da ale9090 » 28 ottobre 2019, 13:23

Ciao ragazzi, avrei bisogno do un vostro consiglio. Da anni ormai lavoro nell’azienda di mio padre, da qualche anno cè anche mio fratello più piccolo. Mi ritrovo a lavorare 8 ore al giorno a ritmi sostenuti, e sembra che io sia inutile. Dandiverso tempo i paragoni fatti tra me e mio fratello dai miei sono stati deleteri. Hanno creato un clima di competizione nel quale mio fratello si sente superiore a tutti in primis a me suo fratello maggiore. E io a contrario mi sento inutle e non abbastanza. Il punto è che mio padre parla sempre con lui relativamente a roba lavorativi o strumentazioni e accessori di lavoro “meccanici” a me oltre alla fase lavorativa di questa roba frega meno di neinte. A casa e a lavoro fanno sempre comunella e sono sempre i numeri uno, perlomeno secondo loro io non capisco nulla se provo a integrarmi ai loro tristi discorsi e non capisco nulla anche in atri aspetti che siano politici tecnologici e così via... vorrei andarmene lontano ma avendo una paga non troppo elevata non posso permettermi un affitto inoltre dovrei trovare anche un altro lavoro. Per stare lontano da loro, come mi vedono felice per la musica o successi personali distruggono subito la mia autostima, mi tengono sempre in loro potere con un gioco triste di cui io sono consapevole a livello conscio ma non riesco a controllare o far finta di niente quando esprimono frasi o concetti solo per abbattermi. Insomma loro hanno sempre ragione del contrario di quello che io penso e io devo adeguarmi. Cosa faccio? Non riesco più a vivere bene.. inoltre a casa il divano è sempre loro o di mio fratello con la ragazza e io la sera sono quasi costretto ad andare in garage perchè se resto a casa lunico posto dove andare è il letto in camera per dormire. Sembra normale che uno a 26 anni non puó farsi un thè in salotto o vedere un film sul divano dopo una giornata di lavoro e palestra? Mah finisce che o evado o alzo le mani dentro casa. Che devo fare? Grazie sauto, Alessandro

Rispondi

Torna a “Genitori e figli:quando il dialogo è difficile”