Mio figlio non lo riconosco piu´

Problemi di comunicazione tra due generazioni

Moderatori: Dott.ssa M.Letizia Rotolo, Dr. Vittorio Tripeni

Rispondi
serryna
Messaggi: 3
Iscritto il: 11 agosto 2009, 10:47

Mio figlio non lo riconosco piu´

Messaggio da serryna » 11 agosto 2009, 10:56

Salve a tutti,
io non so piu´come fare e spero di trovare almeno in parte una risposta a cio´che mi deprime e che sta mandando in aria la mia stabilita´mentale. Sono incinta della mia seconda figlia e partoriro´fra pochissime settimane. Il mio primo figlio ha quasi 6 anni e frequenta l´asilo ora chiuso per ferie.Non riconosco piu´mio figlio. Da un paio di mesi a questa parte e´diventato un altro....e´aggressivo, maleducato, fa capricci e storie per qualsiasi cosa fosse anche la piu´stupida. Ha degli attacchi di nervi se non vince che mi lascianoo attonita e io non riesco piu´a mantenere la calma. Ogni mattina al nostro risveglio mi tocca pregare che vada tutto bene. La nostra casa e´un campo di battaglia dove lui pretende di dettare regole e io e mio marito non riusciamo piu´a controllare la situazione. I castighi non funzionano. Gli adesivi per i buoni comportamenti non funzionano. Le botte non funzionano. Dice di essere contento dell´arrivo della sorellina, infatti mi bacia spesso la pancia e le parla. Abbiamo cercato di coinvolgerlo per questo nuovo evento e di non farglielo pesare e crediamo non sia il motivo di questo cambiamento. Vorrei aggiungere che frequenta spesso ultimamente il no0stro vicino di casa che ha un anno in meno di lui ed e´un bambino abbandonato a se stesso di cui i genitori non si occupano molto. Non so se sia questa amicizia o cos´altro ma sto vivendo anche una gravidanza male in questo modo e ho paura di nuocere anche alla piccola con tutta questa rabbia che mi viene. Aiutatemi per favore

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 11 agosto 2009, 11:26

Io credo che sia geloso della sorella.e forse è stato un po' viziato all'inizio?le punizioni funzionano se sono giuste e se vengono rispettate dai genitori o se non fanno percepire al figlio di sentirsi in colpa per avergliela data ad esempio
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 11 agosto 2009, 12:18

parlando molto in generale, secondo me in questi ultimi dieci anni spettacoli e film violenti, cartoni animati fumetti e videogiochi violenti o violentissimi, horror, televisione e internet, moda aggressiva, rock satanico, ecc. hanno cambiato molto e in peggio i comportamenti dei nostri giovani, e anche dei nostri bambini, specialmente quando sono in gruppo.
credo che la singola famiglia e la singola scuola possano fare poco o pochissimo (ma questo pochissimo resta comunque importantissimo necessario e doveroso) per contrastare la forza d'impatto di tanti spettacoli e mode d'oggi (dettate da una industria che è in mano agli adulti).
è necessaria una inversione di tendenza culturale. che secondo me prima o poi ci sarà, ma dopo il diluvio.

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 11 agosto 2009, 14:01

Io credo che in generale le punzioni siano poco efficaci, in particolar modo in questo momento in cui il bambino ha bisogno di essere rassicurato rispetto all'affetto che i genitori provano per lui nonostante l'imminente nascita della sorellina.
Innanzitutto è bene che tra di voi genitori ci sia coerenza e che facciate rispettare le regole che avete stabilito insieme. Inoltre è importante che tu mantenga la calma, per il tuo bene, per quello della piccolina e perchè il tuo primo figlio ha bisogno di tanta stabilità in questo momento.

Hai voglia di fare qualche esempio di comportamenti che tu ritieni maleducati, aggressivi etc? In che occasioni si verificano? Voi come reagite?
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

serryna
Messaggi: 3
Iscritto il: 11 agosto 2009, 10:47

Messaggio da serryna » 11 agosto 2009, 16:26

novembre ha scritto:Hai voglia di fare qualche esempio di comportamenti che tu ritieni maleducati, aggressivi etc? In che occasioni si verificano? Voi come reagite?

Ecco allora: magari gli chiedo di andare a mettere il pigiama per andare a dormire. Mai una volta e´capitato che mi dicesse di si....bisogna prima far succedere una tragedia e poi ci va. Comincia col dire "mai" e si finisce con lui che mi guarda con occhi incavolati neri urlando e cercando di picchiarmi. Ieri mi ha addirittura tirato addosso una ciabatta.Io non mollo quando fa cosi e non gli faccio avere l´ultima parola perche´ho paura che prenda il sopravvento ma credetemi e´veramente dura. Sono sparite le chiavi di tutte le camere. Le prende lui le nasconde e poi non si trovano piu´.Picchia il padre appena lui si mette sul divano per cercare di rilassarsi un po´.O ancora: se si compra qualcosa di particolarmente buono per lui, tipo la nutella fa una storia incredibile secondo la quale e´solo la sua. Cerca di nasconderla per no farla mangiare a nessuno e anche qui delle volte si arriva alla catastrofe. Io, giuro, non gliele do vinte continuo a dire no fino alla fine ma il nostro rapporto si inclina di parecchio.

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 11 agosto 2009, 17:03

Ciao
Ti rispondo perchè nei paraggi :oops: e perchè anch'io ho due figlie. Non mi è mai capitato di dover fronteggiare l'aggressività, forse perchè due femmine e ravvicinate nella nascita :)
Ad ogni modo, mi è successo, invece, che si attraversasse dei periodi di difficoltà. Che so? Il momento in cui non volevano andare all'asilo, per esempio. Anch'io mi sono preoccupata parecchio, indagavo e a volte anche con consulto "tecnico" (non c'è niente di male nel rivolgersi, serenamente, senza ansia e risonanza, a chi ne sa di più, anche se chiamarlo psicologo, per i nostri figli, ci pare strano :wink: ). Per fortuna ho trovato persone che mi dicevano che era tutto nella norma e a quel punto cercavo di rimediare come potevo, pensando che sarebbe passata, e così è stato :D

Io ti direi di prenderla con più disinvoltura possibile. Se esagera, diglielo: "stai esagerando!". Dopo che hai preso le tue precauzioni, dopo che ti sei difesa, puoi però anche un po' far finta di nulla e distrarlo, puntare molto sui diversivi (non vizi, diversivi!). E dillo anche a lui, al tuo bambino, per rassicurarlo, che forse è solo un momento e che siete sicuri che passerà e che le cose andranno meglio.

In bocca al lupo!
Fu Verità!

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 11 agosto 2009, 20:37

Il mio consiglio è quello di evitare che quella con tuo figlio si trasformi in una lotta dove si cerca di dimostrare chi è il più forte.
Non è un altro, sta solo cercando di manifestare qualcosa con il suo comportamento.
Provate a trascorrere del tempo con lui, cercando di fare ciò che gli piace, privilegiando attività che gli diano la possibilità di esprimersi e sfogarsi; cerca sempre di valorizzare ciò che fa di bello, facendogli notare che è bravo, gratificandolo anche solo a parole. Non dimenticare di dare spazio alle sue emozioni, in modo che anche lui impari a riconoscerle e a gestirle. Dugli che sai che è molto arrabbiato (se ad esempio si mette a urlare), ma che non ci si comporta così. Fai in modo che ti senta sempre vicina, in modo che sappia che la sua rabbia non causerà la perdita del vostro amore, restando comunque ferma sulle tue posizioni.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

serryna
Messaggi: 3
Iscritto il: 11 agosto 2009, 10:47

Messaggio da serryna » 12 agosto 2009, 16:46

Ringrazio tutti voi per i consigli. Speriamo che le cose cambino

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 12 agosto 2009, 18:24

Sii paziente, è normale che quando è in arrivo un altro figlio i bambini assumano dei comportamenti "strani", talvolta regrediscono anche.
Il fatto che nasconda le cose che gli piaccino mi fa pensare che tema un pò di perdere il privilegio di essere l'unico. Rassicuralo rispetto a ciò e cerca di mostrargli i numerosi aspetti positivi che avrà nell'avere un altro fratellino.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Rispondi

Torna a “Genitori e figli:quando il dialogo è difficile”