canc

Problemi di comunicazione tra due generazioni

Moderatori: Dott.ssa M.Letizia Rotolo, Dr. Vittorio Tripeni

Rispondi
waaa
Messaggi: 4
Iscritto il: 27 giugno 2010, 22:45

canc

Messaggio da waaa » 27 giugno 2010, 22:47

cancellato
Ultima modifica di waaa il 16 agosto 2010, 16:29, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Messaggio da Sergio67 » 28 giugno 2010, 10:57

Azzardo qualche ipotesi.

Forse si sono improvvisamente accorti (con un certo ritardo?) che non sei più una bambina e pensano in questo modo di evitarti di fare fesserie...
o magari si sono accorti di essere stati troppo permissivi in passato, almeno secondo la loro idea di educazione.
O ancora, tu sei cresciuta e vivi con maggiore insofferenza le restrizioni che ti impongono.

Resta comunque serena, la felicità è sempre a portata di mano, anche se ti può sembrare che te la stiano negando.
Quanto al rapporto con i tuoi genitori, chiedere con semplicità spiegazioni sui loro motivi è sempre la scelta migliore. Puoi anche provare a chiedere se hanno paura per te o altro.
Ad ogni modo, quali che siano le loro ragioni, e quale che sia la tua idea sul fatto che siano giuste o sbagliate, meritano in linea di massima un certo rispetto. Conoscerle non ti automaticamente il diritto di contraddirle. Conoscerle però ti potrebbe dare modo di "risolverle" o di mitigarle, trovando di volta in volta un compromesso.
Un ultima cosa, che ripeto spesso a mio figlio :): l'età non dà automaticamente il diritto ad essere trattati da adulti. Se non vuoi essere trattata da bambina, non comportarti da bambina :). Non ti conosco, quindi non so quanto questo si possa applicare nel tuo caso, ma il principio resta sempre valido.
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

waaa
Messaggi: 4
Iscritto il: 27 giugno 2010, 22:45

canc

Messaggio da waaa » 28 giugno 2010, 21:28

canc
Ultima modifica di waaa il 16 agosto 2010, 16:31, modificato 2 volte in totale.

waaa
Messaggi: 4
Iscritto il: 27 giugno 2010, 22:45

canc

Messaggio da waaa » 28 giugno 2010, 21:35

ccan
Ultima modifica di waaa il 16 agosto 2010, 16:30, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Sergio67
Messaggi: 813
Iscritto il: 26 febbraio 2009, 15:23

Messaggio da Sergio67 » 5 luglio 2010, 13:47

Tanto per cominciare dammi del tu :), Almeno qui sul forum.
Come ti dicevo, non ti conosco, e non so che tipo sei, come ti comporti e come pensi, quindi non necessariamente tutto quello che ho detto si applica alla tua situazione.
Ma il fatto è che, entro certi limiti, il loro comportamento potrebbe non dipendere da come sei ma solo da come loro ti vedono, o da come vedono la realtà che ti circonda. Non possiamo scegliere i nostri genitori. Sono fatti così, se ti chiedono di rientrare prima spero lo facciano perché credono che sia la cosa giusta per te. Se non sono in grado di essere affettivi con il tuo ragazzo, probabilmente non dipende né da te né da lui. Se non sono come i suoi genitori che ti hanno accolta e accettata, non puoi fargliene una colpa.
Resta il fatto che tu hai senti di aver diritto a spazi di libertà, che loro ti negano.
Riuscire a conquistarseli fa parte del processo di crescita. Su come riuscire a farlo, non so darti una ricetta precisa, ma di sicuro nessuno può farlo al posto tuo. A volte può essere utile la diplomazia, a volte lo scontro, ma in ogni caso resta tranquilla, prima o poi ci riuscirai.
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)

Rispondi

Torna a “Genitori e figli:quando il dialogo è difficile”