aiuto!!

Problemi di comunicazione tra due generazioni

Moderatori: Dott.ssa M.Letizia Rotolo, Dr. Vittorio Tripeni

Rispondi
castorina80
Messaggi: 1
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 11:07

aiuto!!

Messaggio da castorina80 » 30 gennaio 2005, 11:19

Salve a tutti, mi chiamo Cristiana e mia figlia si chiama Samantha. samantha è sempre stata una ragazza bella, solare, divertente, scherzosa, non ha mai mostrato particolari disagi, ma da un po di tempo sto riscontrando in lei problemi con il cibi. da premettere che è sempre stata una ragazza che mangiava di tutto senza il minomo problema ed ha sempre considerato la tavola ed il pasto un momento di unione e di gioia. ora, invece, a iniziato una diete a modo suo, dice che deve dimagrire, si arrabbia con me se cucino qualcosa di più buono, perchè lei è a dieta, passa le ore davanti allo specchio, continua a ripetere che è brutta, che deve fare qualcosa, questa è l'unico dialogo che ci è rimasto! è sempre sulla difensiva e se qualcuno prova a farle notare questi suoi cambiamenti riesce solo ad aggredirlo! ho sentito parlare di anoressia, ma non so precisamente di cosa si tratti, so solo che è una parola che mi fa tanta paura e il pensiero che possa toccare la mia piccola Samantha ma iterrorizza!!! cosa posso fare per esserle di aiuto??? PER FAVORE RISPONDETEMI...HO BISOGNO DI RISPOSTE!!! GRAZIE, CRISTIANA

Carla Ossola
Messaggi: 11
Iscritto il: 1 novembre 2004, 0:19

Per Cristina

Messaggio da Carla Ossola » 2 febbraio 2005, 2:34

Buonasera Cristina,
capisco l'angoscia che vive per la situazione di Samantha che da qualche tempo evidenzia problemi con il cibo e per la propria immagine. Prima di parlare di anoressia, però, calma un attimo. Samantha - è preadolescente, adolescente?- si ritiene brutta e non è esattamente dire che si sente grossa, grassa. Certo la situazione va affrontata, magari cercando di capire come va la sua vita relazionale fuori casa. Ha forse avuto qualche delusione amorosa? Qualche cotta non corrisposta? Mantiene le sue amicizie? Come va a scuola? Ha forse mutato comportamenti, atteggiamenti anche fuori casa? Sono tuttti aspetti da considerare e lei, mamma, può cercare di capirlo.
Credo, comunque, che se questa situazione persistesse lei possa rivolgersi ad un consultorio, per capire cosa sia meglio fare per Samantha
e per i suoi genitori.
Dr.ssa Carla Ossola

Fv - 27/02
Messaggi: 3
Iscritto il: 14 aprile 2005, 21:39

Messaggio da Fv - 27/02 » 14 aprile 2005, 21:48

posso aiutare dicendo che magari potrebbe avere un ragazzo che l'ha rifiutata?
FV _ 27/02

Rispondi

Torna a “Genitori e figli:quando il dialogo è difficile”