Incomprensioni

Problemi di comunicazione tra due generazioni

Moderatori: Dott.ssa M.Letizia Rotolo, Dr. Vittorio Tripeni

Rispondi
.Glo.
Messaggi: 4
Iscritto il: 23 settembre 2012, 17:27

Incomprensioni

Messaggio da .Glo. » 23 settembre 2012, 18:20

Buonasera,
Sono una nuova iscritta, ho 20 anni e sono "approdata" su questo sito per, chiamiamola, disperazione. Il mio problema è apparentemente semplice. So che è bene parlarne a voce con psicologi o persone di fiducia... ma sono una persona che tendenzialmente cerca di risolversi i propri problemi da sola, analizzando situazioni e tutto il resto.. ma adesso sono arrivata veramente al limite. Non so più che strada prendere. Il problema è tra me e mia madre. Da quando ho iniziato le superiori continua a dirmi che fumo, che odoro di fumo e che quando mi lascia sola a casa, e torna.. dice che il puzzo di fumo è ovunque in casa. Ora, il motivo è semplicissimo. Io non ho mai fumato in vita mia, non ho dato motivo a mia madre di pensare che io fumi.. ne altro. Bene, tutto questo prosegue fino ad adesso, se non con la complicazione che stò con un ragazzo da un anno, lui fuma (ma sta smettendo)... continua a dirmi che io fumo, che non sono più la stessa persona e che lui mi sta cambiando. Giusto ieri è tornata fuori con la convinzione che io fumi, e che addirittura vada in bagno per "rimettere" ciò che mangio, perchè ho la fissa del peso, e che lei non si fida di me.. perchè fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio. Testuali parole. L'aiuto che vi chiedo è quello di aiutarmi a comprendere come devo fare, perchè io non ne posso veramente più. Ho sempre cercato di essere al top, di renderla fiera di me, di aiutarla in tutto.. di non essere mai un peso per la famiglia (ristrettezze economiche e tutto quanto), ho continuato gli studi perchè comunque sia è una cosa che mi piace e frequento pure l'Università.. ma sentirmi dire da mia madre che non si fida di me.. solo per delle sue supposizioni.. bè mi ha mandato in crisi totale. Più che altro perché più io continui a ripeterle che "No, non è vero.", "No, non fumo." e che si sta sbagliando... ma non c'è versi, continua a pensarla come vuole lei. E mi da addosso.. continuamente. Mio padre non dice assolutamente niente, silenzioso come una tomba. Io non so più a chi chiedere aiuto, il mio ragazzo più che sostenermi moralmente.. non può fare un gran che. Quello che mi getta in confusione è che cambia umore, un minuto prima mi dice "bella la mia bimba" mi abbraccia, mi sorride, si scherza.. e poi di punto in bianco mi tira le frecciatine del fumo e del mio essere diversa, bugiarda e con un comportamento da bambina. Giusto un paio di giorni fa son tornata da una vacanza in Sicilia, durata una decina di giorni; son tornata a casa tutti contenti.. lei che mi diceva "non te ne andare più così tanti giorni, la mia bimba..." eccetra eccetra e poi mi vieni a tartassare che senti puzzo di fumo quando non c'è?! Sono arrivata alla conclusione che la pensi come vuole, io so cosa faccio della mia vita. Ma è pur sempre mia madre e le voglio un bene dell'anima, non sono il tipo di persona che può sopportare di non avere la fiducia delle persone. Sopratutto quelle più importanti.
Spero di aver inquadrato più o meno la situazione, so che a leggere magari è diverso.. però io ci ho provato. Spero vivamente che qualcuno possa schiarirmi un pò le idee :)
Grazie della cortese attenzione.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: Incomprensioni

Messaggio da Davide49 » 23 settembre 2012, 19:11

.Glo. ha scritto: stò con un ragazzo da un anno .... , .. continua a dirmi che io fumo, che non sono più la stessa persona e che lui mi sta cambiando.
.. lei che mi diceva "non te ne andare più così tanti giorni, la mia bimba..."

una madre possessiva e gelosa....?
(il fumo mi pare un pretesto)

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: Incomprensioni

Messaggio da Davide49 » 23 settembre 2012, 19:13

.Glo. ha scritto: Mio padre non dice assolutamente niente, silenzioso come una tomba
un padre assente da cui non ti senti aiutata..?

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: Incomprensioni

Messaggio da Davide49 » 23 settembre 2012, 19:17

.Glo. ha scritto: il mio ragazzo ... . Quello che mi getta in confusione è che cambia umore, un minuto prima mi dice "bella la mia bimba" mi abbraccia, mi sorride, si scherza.. e poi di punto in bianco mi tira le frecciatine del fumo e del mio essere diversa, bugiarda e con un comportamento da bambina

un ragazzo dal comportamento incoerente (prima scherzoso poi, dopo appena un anno insieme, un po' giudice e accusatorio)...?

.Glo.
Messaggi: 4
Iscritto il: 23 settembre 2012, 17:27

Re: Incomprensioni

Messaggio da .Glo. » 23 settembre 2012, 19:21

Il ragazzo non ha nessun problema... il padre sicuramente.. non mi sento affatto aiutata. Ma principalmente è la madre da cui mi sento tradita.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: Incomprensioni

Messaggio da Davide49 » 23 settembre 2012, 19:39

.Glo. ha scritto: L'aiuto che vi chiedo è quello di aiutarmi a comprendere come devo fare, perchè io non ne posso veramente più.

Ho sempre cercato di essere al top, di renderla fiera di me, di aiutarla in tutto..

di non essere mai un peso per la famiglia (ristrettezze economiche e tutto quanto), ho continuato gli studi perchè comunque sia è una cosa che mi piace e frequento pure l'Università..

ma sentirmi dire da mia madre che non si fida di me.. solo per delle sue supposizioni.. bè mi ha mandato in crisi totale.

Io non so più a chi chiedere aiuto, il mio ragazzo più che sostenermi moralmente..

Spero vivamente che qualcuno possa schiarirmi un pò le idee :)

Grazie della cortese attenzione.

beh intanto grazie a te di avere voluto raccontare la tua storia.
non credo proprio di poter dire chissà che per aiutarti, ma io credo (ovviamente in base a quello che hai scritto e a come l'hai detto) che leggerei la situazione in quest'ottica: che è venuto il momento di farsi più autonomi interiormente; che se una cosa la fai non è anzitutto per rendere tua mamma fiera di te (sì, certo, anche questo) ma è anzitutto per la tua vita, e se lei è contenta bene, sennò bene lo stesso; che forse si potrebbe dire una parola al papà per chiedergli perché non ti aiuta nella relazione con tua mamma, non tanto per farti aiutare ma per far crescere la relazione coi genitori (stai cambiando e maturando, - credo che il disagio che provi sia un segnale positivo di questo - credo che debbano essere anche loro a cambiare e maturare il loro atteggiamento verso di te, che non hai più dieci anni, tuo padre non parla, tua mamma mi pare un po' "chioccia" e da quello che scrivi sembrerebbe volerti sotto le sue ali protettive e autoritarie). e forse un certo chiarimento anche col ragazzo, su quello scherzare prima e giudicarti severamente poi.
insomma, non viene tutto per nuocere, io cercherei di trasformare la situazione, pur nella pienezza e nella sincera profondità degli affetti familiari, in un'occasione di crescita e di autonomia. da quello che dici, la mia impressione è che attorno a te non si stiano accorgendo abbastanza che stai diventando donna. "bambina" dice il tuo ragazzo. "bambini" loro, direi io. da quanto scrivi mi verrebbe da dire che il problema non è tuo, è loro. prosegui per la tua strada e costruisci la tua vita.
ciao

.Glo.
Messaggi: 4
Iscritto il: 23 settembre 2012, 17:27

Re: Incomprensioni

Messaggio da .Glo. » 23 settembre 2012, 22:39

Grazie a te per avermi dato una risposta così esaustiva.. certo il motivo del fare le cose per me stessa era scontato, insomma è normale.. però farebbe piacere che tua madre ti dicesse almeno una parola "sei sulla buona strada" insomma.. sono un tipo piuttosto insicuro. :(
Bè, vedrò come comportarmi allora... il disagio dici che sia positivo? Bè
Quello che mi getta in confusione è che cambia umore, un minuto prima mi dice "bella la mia bimba" mi abbraccia, mi sorride, si scherza.. e poi di punto in bianco mi tira le frecciatine del fumo e del mio essere diversa, bugiarda e con un comportamento da bambina.
questo non è relativo al mio ragazzo... c'è stato un errore di scrittura da parte mia. E' sempre relativo a mia madre ciò che ho scritto in quel pezzo, il mio ragazzo non c'entra niente... anzi. Bè, spero si risolva tutto in meglio.. al massimo mi riproporrò su questo sito.
Grazie della disponibilità e della velocità nel rispondere.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: Incomprensioni

Messaggio da Davide49 » 23 settembre 2012, 23:22

.Glo. ha scritto: questo non è relativo al mio ragazzo... c'è stato un errore di scrittura da parte mia. E' sempre relativo a mia madre ciò che ho scritto in quel pezzo,
adesso è chiaro.
ciao

.Glo.
Messaggi: 4
Iscritto il: 23 settembre 2012, 17:27

Re: Incomprensioni

Messaggio da .Glo. » 27 marzo 2013, 15:56

Bene, mi pare inutile aprire un altro topic per tornare a parlare della stessa cosa.
Un anno e mezzo è passato da quando sto con il mio ragazzo, nonostante mia madre abbia storto la bocca...
Venerdì scorso il mio ragazzo mi ha trattato un po' male, perché mi ha lasciata.. a suo dire "non mi amava più".. e parlandone dopo (problema risolto, diciamo nella coppia...) è venuto fuori che lui non riesce a sostenere la situazione in casa mia (e come biasimarlo??) non sa come comportarsi con mia madre, che lo offende in tutte le maniere. Io ovviamente lo amo, è un ragazzo adorabile, buono, gentile, è la mia prima storia seria, la mia scoperta...ma mia madre questa scoperta me l'ha resa impossibile, per lei questo ragazzo è scemo, alla prima discussione che ha con me lui sicuramente mi picchia, mi picchierà, in futuro sarà peggio e non dovrò farci figlioli e se mai rimarrò incinta lei mi farà abortire. Sono arrivata ad un anno e mezzo di relazione con lui, ma io non vivo più bene. Nonostante io cerchi di far rimanere la famiglia fuori dalle discussioni con il mio ragazzo, è impossibile perché mia madre lo nota subito e ricomincia col dire "lascialo, non fa per te, c'è di meglio... ti tratta male."
E' vero, determinate volte mi ha trattata male.. ma prontamente si è subito ricreduto, chiedendomi scusa. Cosa ne pensa mia madre? Che il chiedere scusa, non vale. Ho avuto altre relazioni in passato, e ho sempre lasciato i ragazzi perché a mia madre non piacevano, o erano troppo fissati con il sesso, o non mi amavano abbastanza o non mi rispettavano abbastanza. Adesso però io mi sono resa conto che questo ragazzo lo amo, e voglio vivere con lui. Ma lei questo non lo accetta, e ha smesso di parlarmi ormai da parecchi giorni. Trattandomi come se fossi una sconosciuta in casa, non rivolgendomi parola e inveendo contro di me per ogni cosa che sbaglia lei (ad esempio oggi è accaduto che ha versato l'acqua della pasta in terra, bene è successo perché io mi sono rimessa con il mio ragazzo.) fa come se non ci fossi, e stare così in casa sotto lo stesso tetto è orribile. Volevo solo stare serena e vivere la mia storia come tutti, capire se è la persona più giusta per me, e se sto sbagliando.... sbagliare con la mia testa.... ma così mi allontana dai problemi di coppia che ci possono essere...
perchè un genitore tratta in questo modo un figlio? Un figlio che dicono di amare più di loro stessi? Io non sono madre ma so per certo che mai mai direi queste cose a mio figlio. Anzi gli chiederei cosa gli piace fare, cosa vuole essere per essere felice., certo gli darei consigli... ma lo lascerei fare. Non lo affogherei nel troppo affetto.

Ah, ovviamente ci son state discussioni come stamattina, riguardo alla mia scelta. Continua a rinfacciarmi che ho fatto la scelta sbagliata, che me ne pentirò... e che lui mi allontanerà dai miei genitori. Che io sono diventata una persona egoista, che non ha più fiducia in me e che non passerò neanche gli esami all'Università.
Io mi stò accorgendo che stò entrando in una lenta e bruttissima depressione, ho già perso tanti chili e ogni volta che mi metto a tavola non riesco a mangiare perchè ho lo stomaco chiuso. E' il caso di chiedere aiuto ad uno psicologo serio? Come posso pagarlo, senza farlo sapere ai miei? (mi rinfacciano già che l'Università costa, nonostante sia una buona scelta.. però costa e io stò abusando dei loro soldi) Non so più come fare, se prima ero una ragazza indecisa e "debole" di carattere, adesso sono veramente al livello del pavimento.

Randbum
Messaggi: 302
Iscritto il: 31 maggio 2019, 1:27
Località: Taiwan
Contatta:

Viagra Bestellen Per Uberweisung LesPrayek

Messaggio da Randbum » 12 luglio 2019, 14:26

Viagra Ersatz Nachnahme Levitra Achat cheap zoloft without prescription Zithromax Pediatric Propecia Negozio Paroxetine Order

Rispondi

Torna a “Genitori e figli:quando il dialogo è difficile”