Aiutatemi! Non ce la faccio più!

Problemi di comunicazione tra due generazioni

Moderatori: Dott.ssa M.Letizia Rotolo, Dr. Vittorio Tripeni

Dix
Messaggi: 35
Iscritto il: 5 giugno 2007, 13:26

Aiutatemi! Non ce la faccio più!

Messaggio da Dix » 20 giugno 2007, 0:09

E' da un bel pò di tempo (sono passati cinque-sei anni ormai) che non riesco a vivere in armonia con la mia famiglia. Mia madre non fa altro (quando la faccio incavolare) che dirmi brutte parole che non vorrei sentirmi dire e per colpa sua la mia autostima è bassissima, ma davvero bassissima!!! Mi dice sempre:"Eh ma dai...non stare dalla mattina all sera in casa davanti a me, trovati una ragazza, vattene al mare con gli amici, vatti a fare le cure termali come i vecchi..." Non la sopporto davvero più! In questi anni non ho fatto altro che vivere in funzione di ciò che diceva lei. se lei mi diceva che valevo, allora mi convincevo di valere sul serio; se mi diceva che io ero un fallito allora io mi sentivo un verme e la mia autostima precipitava incredibilmente. Mi sono sempre sentito (e mi sento ancora adesso che ho quasi 18 anni) un fallito e uno che non vale niente a causa sua. Mi deprimo sempre e sto giù di corda perchè a volte mi sento giudicato da lei. Non ho più fiducia in me stesso e ogni giorno che passa mi sento sempre più apatico e inadeguato. Non so come fare per uscire da questo maledetto e opprimente tunnel. Che cosa devo fare? Come devo comportarmi con mia madre? Eppure spesso gliel'ho anche detto che lei mi faceva soffire se mi diceva brutte parole, solo che lei diceva che non l'avrebbe più fatto ma non era vero perchè lo fa sempre ogni volta che è arrabbiata e vuole scaricare il suo stress su qualcuno. Datemi qualche consiglio vi prego! Ho bisogno dell'aiuto di qualcuno!

pallina!
Messaggi: 52
Iscritto il: 18 giugno 2007, 16:46
Località: bergamo

Messaggio da pallina! » 20 giugno 2007, 9:40

caro Dix ti consiglio di chiedere aiuto ad un esperto e al più presto, perchè questa cosa se non la risolvi non cambierà col tempo. io ho 37 anni e non l'ho ancora superata (ora mi sono decisa a chiedere aiuto) e dirlo a tua madre non serve le persone non cambiano. io ho provato anche a risponderle male ma alla fine la colpa ricadeva sempre su di me con il risultato di stare peggio. dentro lo sai che non sei una cattiva persona, ma anno su di noi un potere infinito(dato loro da noi, non perchè è così). ti faccio tanti auguri sono sicura che sei un ragazzo splendido :lol: :lol: :lol:

Dix
Messaggi: 35
Iscritto il: 5 giugno 2007, 13:26

Messaggio da Dix » 25 giugno 2007, 12:28

No pallina! Il mio problema con i miei non è poi così grave come credi! Io voglio bene ai miei genitori e so che loro quando mi rimproverano lo fanno semplicemente per il mio bene... E se con me a volte sbagliano lo fanno per il troppo bene che mi vogliono... sto imparando pian piano a guardare il lato positivo dei rimproveri che spesso ricevo da mia madre e da mio padre... Credimi, soltanto così si possono superare le situazioni difficili... Cmq ho conosciuto una psicologia molto brava e penso magari di fissare degli appuntamenti con lei per parlare di questa situazione...

pallina!
Messaggi: 52
Iscritto il: 18 giugno 2007, 16:46
Località: bergamo

Messaggio da pallina! » 26 giugno 2007, 11:14

ciao non intendevo dire assolutamente che i tuoi o i miei non ci vogliano bene solo che non si accorgono che i loro rimproveri sono forse un pò troppo forti per tipi sensibili come noi. ti auguro di risolvere presto. :P

Dix
Messaggi: 35
Iscritto il: 5 giugno 2007, 13:26

Messaggio da Dix » 26 giugno 2007, 15:52

Ma tu in particolare come ti senti quando i tuoi ti dicono cose che non vorrsti sentirti dire? Come reagisci? Alla lunga che effetti ha il rimprovero dei tuoi genitori su una persona sensibile come te?

Dix
Messaggi: 35
Iscritto il: 5 giugno 2007, 13:26

Messaggio da Dix » 26 giugno 2007, 15:54

Ah! E cosa ti dicono in modo particolare i tuoi genitori...? scusa l'indiscrezione ma ho tanto bisogno di confrontarmi con una persona che ha un problema simile al mio! :lol: Grazie mille! :D Ciao!

pallina!
Messaggi: 52
Iscritto il: 18 giugno 2007, 16:46
Località: bergamo

Messaggio da pallina! » 30 giugno 2007, 17:02

sono criticata su qualunque cosa, da come educo o mi comporto con i miei figli, con mio marito, se non faccio una cosa immediatamente, per il mio fisico, per ogni cosa. questa cosa a lungo andare mi ha convinto (ora ogni volta che faccio qualcosa è la mia mente a dirmi che non va bene) che non dò mai in qualsiasi situazione il massimo, che se la cosa che faccio non è perfetta non vale niente. ho 37 anni ma la cosa non è cambiata sono ripresa per ogni stupidata e questo mi fa sentire una nullità. ogni tanto sono anche apprezzata non dico che i miei siano dei mostri non fraintendermi ma forse non era e non è il modo giusto per farmi notare le mie mancanze. con questa sfiducia in me stessa ho perso molte occasioni nella vita, mi riferisco al fatto di non provare a fare cose nuove per paura di fallire (perchè dentro di me ero già convinta di fallire). e tu cosa provi?

pallina!
Messaggi: 52
Iscritto il: 18 giugno 2007, 16:46
Località: bergamo

Messaggio da pallina! » 1 luglio 2007, 0:52

ti sono proprio antipatica he!

pallina!
Messaggi: 52
Iscritto il: 18 giugno 2007, 16:46
Località: bergamo

Messaggio da pallina! » 1 luglio 2007, 8:05

forse la mia affermazione era esagerata, so solo che non mi piaccio e se quello che scrivono sul forum non t' interessa perchè lo leggi, cambia sito e trova qualcosa che ti và.

pallina!
Messaggi: 52
Iscritto il: 18 giugno 2007, 16:46
Località: bergamo

Messaggio da pallina! » 1 luglio 2007, 16:06

un diciottenne con la fidanzata che passa il tempo a criticare i problemi degli altri lo ritieni maturo?

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 2 luglio 2007, 20:43

Pallina, non te la prendere per quello che dice Resident...
Ha finito la scuola e siccome ora non ha più un cavolo da fare fino a settembre si diverte a rompere le palle qui nel forum.
In fondo c'è chi sgobba e si trova un lavoretto estivo, c'è chi fa del volontariato e c'è chi non ha proprio (ma proprio nulla) da fare e scaccia via la noia come può! Come vedi, il mondo è vario e variopinto e c'è gente come lui che, esarcerbato della propria nullità, tenta di scaricarla sugli Altri...


Una zappa di dieci chili e un fazzoletto di terra. Sudore nei campi...Eh si, quello che ci vuole per piegare questa giovane generazione. Diceva mio nonno.

pallina!
Messaggi: 52
Iscritto il: 18 giugno 2007, 16:46
Località: bergamo

Messaggio da pallina! » 2 luglio 2007, 21:01

grazie giulia ma non me la sono presa per le parole di resident, sai un tempo non molto lontano mi sarei arrabbiata molto, ma di recente ho rivisto parecchie delle mie convinzioni e le mie priorità. :wink: :wink: :wink: :wink:

schizofrenia
Messaggi: 256
Iscritto il: 30 settembre 2006, 12:04

Messaggio da schizofrenia » 3 luglio 2007, 0:22

Giulia ha scritto:[...] esarcerbato della propria nullità, tenta di scaricarla sugli Altri [...]
Tu non lo stai rispettando molto, però. Resident ha una ragazza con cui passare le sue serate. Non è poi così nullo; considera che a quasi 31 anni io ne ho avute pochissime, perché sono troppo timido e non so farmi avanti. Ma con i pazienti, te lo garantisco, sarà tutt'altro.
OT chiuso.
Medico Chirurgo specialista in Psichiatria...Tra una settimana!

Avatar utente
Giulia
Messaggi: 583
Iscritto il: 1 febbraio 2005, 22:51

Messaggio da Giulia » 3 luglio 2007, 0:35

schizofrenia ha scritto:Tu non lo stai rispettando molto, però. Resident [...]
Non ho voglia di prendere le difese di tutti coloro che vengono sistematicamente offesi da Resident cosi come spero che tu non diventi il suo paladino, nonchè avvocato delle cause perse.
Sono infastidita dal suo tono sprezzante, da come lui (resident) attacca le persone gratuitamente e da come lui trovi giovamento nel sfotterle.
Il fatto che lui abbia una ragazza non significa che non sia una "nullità"...Per me una persona che denigra il prossimo solo per il gusto di bulleggiarsi è una nullità!! E' un uomo senza palle, è un inetto che disprezza le sofferenze altri al solo scopo di sentirsi più grande. Ovvero, conscio di essere lui stesso una "nullità" denigra gli Altri nella vaga speranza di rimpolpare la sua scarsa autostima e il suo ego.

Spero di essermi sufficientemente spiegata. Del resto la favella non mi manca... 8)

schizofrenia
Messaggi: 256
Iscritto il: 30 settembre 2006, 12:04

Messaggio da schizofrenia » 3 luglio 2007, 1:03

Esattamente come non manca a lui.
Tranquilla: anche lui ha i suoi "diavoli". Il suo modo per sfogarli è questo, probabilmente. Lascia che lo faccia, se è così nullo a te non dovrebbe interessare, così come agli altri.
Medico Chirurgo specialista in Psichiatria...Tra una settimana!

Rispondi

Torna a “Genitori e figli:quando il dialogo è difficile”