domanda

Problemi di comunicazione tra due generazioni

Moderatori: Dott.ssa M.Letizia Rotolo, Dr. Vittorio Tripeni

Avatar utente
katy84
Messaggi: 839
Iscritto il: 19 ottobre 2005, 19:27
Località: messina

domanda

Messaggio da katy84 » 10 agosto 2007, 17:36

capisco ke è una domanda a cui è difficile rispondere in quattro e quattr'otto...ma oggi mi è venuta in mente e ve la voglio porre...
è possibile ke quando le persone ti dicono "mi trovo bene a parlare con te" tu ti senti felice e soddisfatto, la persona + contenta di questa terra...ma non per il fatto in sè ma per il fatto ke forse x anni i tuoi genitori, e soprattutto tua madre non te l'hanno mai detto e ti hanno sempre considerato uno stupido?
ci riflettevo oggi xkè quando le persone mi dicono così è il miglior complimento ke mi possano fare...xò mi kiedevo anke da cosa possa derivare...una mia mancanza? scarsa autostima? eccesso di autostima?
non pentirti mai di una cosa se quando l'hai fatta eri felice

lecturer
Messaggi: 417
Iscritto il: 11 agosto 2007, 1:31

Messaggio da lecturer » 15 agosto 2007, 11:40

I miei genitori non mi hanno mai detto "mi trovo bene a parlare con te", però non mi hanno mai considerata una stupida... Questo lo so di sicuro... Ho dato loro tante delusioni e tante preoccupazioni in passato, forse ancora adesso che sono grande (37 anni), però non mi hanno mai considerata una stupida (magari impulsiva e a volte non troppo razionale, ma non stupida)
Il fatto che ti faccia piacere secondo me dipende solo dal fatto che è una cosa piacevole da sentirsi dire, da chiunque, genitori amici o fidanzati che siano, che ti fa sentire che sei una persona che sa ascoltare oltre che parlare... fa piacere a tutti, non credo si tratti di mancanza o di eccesso di autostima, solo a un esaltato non farebbe piacere

Avatar utente
katy84
Messaggi: 839
Iscritto il: 19 ottobre 2005, 19:27
Località: messina

Messaggio da katy84 » 11 settembre 2007, 17:21

rispondo dopo quasi un mese da quando ho scritto il post xkè non sapevo cosa scrivere...attualmente xò sono proprio convinta ke la mia contentezza sia dovuta al fatto di soddisfare un bisogno di ascolto e accettazione ke non riesco a soddisfare in famiglia..
forse da piccola i miei mi davano molte attenzioni ma adesso, ke ho 23 anni (sn parole di mio padre) non ne ho + di bisogno...
io invece ne sento tanto il bisogno, anke xkè adoro condividere la mia felicità con le persone ke mi vogliono bene, primi fra tutti loro, ma vedo ke a volte non capiscono il livello di contentezza ke esprimo o non lo considerano affatto
non pentirti mai di una cosa se quando l'hai fatta eri felice

Avatar utente
katy84
Messaggi: 839
Iscritto il: 19 ottobre 2005, 19:27
Località: messina

Messaggio da katy84 » 26 settembre 2007, 13:00

ma vi sembra normale ke io kiedo a mia madre di volere aiuto e lei mi risponde : "ma perkè..tu a noi ci aiuti?"
non pentirti mai di una cosa se quando l'hai fatta eri felice

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 26 settembre 2007, 13:04

a me non sembra normale che i genitori ritengano stupido un figlio...ma stupido in che senso? che non capisce...che non sa fare le cose...?
scusami...nonc apisco. spiega :)
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
katy84
Messaggi: 839
Iscritto il: 19 ottobre 2005, 19:27
Località: messina

Messaggio da katy84 » 26 settembre 2007, 13:11

si..mi ritengono un'incapace...tanto ke ho dovuto spesso avere la forza e il coraggio d fare delle cose x fargli capire ke nn sono come pensavano ke fossi...e loro infatti rimanevano stupiti
non pentirti mai di una cosa se quando l'hai fatta eri felice

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 26 settembre 2007, 13:15

no...scusa...nella mia mente è inaccettabile questa cosa.ti dico è un mio limite. ma com'è che le persone che ti mettono al mondo e dovrebbero sostenerti ti ritengono una sciocca?ma su quali basi?cosa hai mai combinato di tanto tremendo? mi pare impossibile!
perdonami, sto cercando di capire, ma fin da piccola ti hanno trattata in questo modo, oppure è una cosa di quando sei cresciuta?
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
katy84
Messaggi: 839
Iscritto il: 19 ottobre 2005, 19:27
Località: messina

Messaggio da katy84 » 26 settembre 2007, 13:21

mi hanno tenuta nella "bambagia" sin da piccola, tanto ke nell'adolescenza ero brava solo a scuole, ma nei rapporti sociali ero uno skifo, x nn parlare della mia autostima pari a zero..anke se ora guardando quelle foto dico ke nn ero poi così brutta come pensavo...fino a qualke mese fa...t faccio un esempio...dovevo comprare un pc con i soldi ricevuti x la laurea..mia madre mi fa "mi raccomando usa quei soldi, non gli altri" :? beh...mi sembra ovvio no? :? io infatti le ho risposto in malo modo "ma pensi sia una ritardata mentale"?
non pentirti mai di una cosa se quando l'hai fatta eri felice

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 26 settembre 2007, 13:43

:shock:

oddio anche i miei genitori a volte mi dicon cose che son scontate...magari perchè pensano che essendo la prima volta che facciamo una cosa...non sappiam proprio da dove prenderla?
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
katy84
Messaggi: 839
Iscritto il: 19 ottobre 2005, 19:27
Località: messina

Messaggio da katy84 » 26 settembre 2007, 14:10

si alla fine pensano ke siamo sempre i loro bimbi piccoli...ma credimi ke in certi momenti queste loro frasi mi fanno incazzare seriamente :evil:
non pentirti mai di una cosa se quando l'hai fatta eri felice

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 26 settembre 2007, 14:21

eh sì, diaciamo è un senso di protezione che vogliono dare, ma anche a me capita...quando mi dicon cose scontate, di inquietarmi. però non lo fanno con cattiveria e non credo proprio eprchè pensano che io sia stupida!!
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
katy84
Messaggi: 839
Iscritto il: 19 ottobre 2005, 19:27
Località: messina

Messaggio da katy84 » 26 settembre 2007, 14:33

xkè pensano d aver vissuto tutte le espereinze possibili...quando magari siamo noi + "esperti" d loro
non pentirti mai di una cosa se quando l'hai fatta eri felice

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 26 settembre 2007, 14:35

bè pensa i miei non hanno mai viaggiato all'estero.
quindi non mi dicono nulla quando vado via...sai secondo me bisogna trovare un giusto equilibrio, fargli capire che se abbiamo bisogno ...chiediamo, non è che ce ne vergognamo!!
però d'altra parte loro non devono "entrare troppo" nelle nostre vite. e magari lasciarci fare anche degli sbagli :)
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
katy84
Messaggi: 839
Iscritto il: 19 ottobre 2005, 19:27
Località: messina

Messaggio da katy84 » 26 settembre 2007, 14:37

gliel'ho detto kiaro e tondo..devono distinguere quando sto veramente male e ho bisogno d loro e quando invece sto bella tranquilla...loro invece mi aiutano quando sto tranquilla, e quindimi fanno stare male alla fine :?
non pentirti mai di una cosa se quando l'hai fatta eri felice

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 26 settembre 2007, 14:38

e ogni volta che succede tu glielo dici?
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Rispondi

Torna a “Genitori e figli:quando il dialogo è difficile”