Perkè ogni volta deve essere tragica per me???

Problemi di comunicazione tra due generazioni

Moderatori: Dott.ssa M.Letizia Rotolo, Dr. Vittorio Tripeni

Rispondi
RoxyAnn
Messaggi: 1
Iscritto il: 18 novembre 2007, 0:24

Perkè ogni volta deve essere tragica per me???

Messaggio da RoxyAnn » 18 novembre 2007, 0:40

Mi kiamo rosanna, ho 19 anni e non so nemmeno io di preciso qual'è il problema che ho con papà...comincerò con spiegarvi ciò ke mi ha spinta a scrivere qui...sono fidanzata da 3 mesi con un ragazzo conosciuto quest'estate...lui mi adora a quanto pare e anke io provo una cosa grande per lui...ma papà non lo sa...non accetterebbe questa cosa...o meglio, non so se accetterebbe perkè tra me e lui l'argomento RAGAZZI è sempre stato un tabù...è per questo ke sono cresciuta con una sorta di paura...paura di perdere la sua fiducia...paura ke lui per questa cosa normale mi potesse privare della mia libertà...capisco la sua gelosia ma io sto male...adesso che sto con questo ragazzo per me è diventato un incubo più delle altre volte perkè lui nn è del mio paese...abita a un'ora da me e non ha la patente...quella volta o due a settimana ke viene io sn costretta a stare fuori una giornata intera e devo inventare sempre bugie con papà,e mi sento male ogni volta per questo...poi ho sempre un'ansia esagerata quando esco di casa per paura ke lui per un motivo o un altro nn mi faccia uscire e continuo ad avere ansia per tutta la giornata pensando magari ke papà possa passare e vedermi o magari pensando al fatto ke sicuramente quando sarò tornata a casa ci dovrò litigare!!E' sempre stato un problema per me questo ogni volta ke ho avuto un ragazzo...ma stavolta ancora di più...non so ke fare...e non so nemmeno ke consigli kiedere..ma avevo bisogno di "parlarne" con qualcuno...spero che qualcuno sappia dirmi qualcosa...grazie per la pazienza!!un bacio

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 18 novembre 2007, 13:16

perché non ne potete parlare?hai la mamma?
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Rispondi

Torna a “Genitori e figli:quando il dialogo è difficile”