comportamento irresponsabile/pericoloso adulti

Sezione del forum dedicata alle problematiche scolastiche: dislessia, disgrafia, discalculia, disturbi d'attenzione con iperattività, scarsa motivazione...cosa sono davvero? cosa si può fare? come comportarsi?

Moderatore: Dr.ssa Silvia Zanette

Rispondi
evitante80
Messaggi: 1
Iscritto il: 14 giugno 2016, 20:42

comportamento irresponsabile/pericoloso adulti

Messaggio da evitante80 » 14 giugno 2016, 21:06

Salve,sono molto preoccupato per mio fratello,ha 40 anni ma si comporta da totale irresponsabile in alcune occasioni,assolutamente menefreghista persino quando riguarda la sua stessa vita o quella della compagna o della figlia.
In particolare un paio di episodi mi hanno fatto molto riflettere e preoccupare,ad esempio tempo fa tornavamo da una gita in montagna,lui aveva un pò bevuto e gli ho chiesto,ma inutilmente di farmi guidare,in macchina c'erano anche la sua compagna e sua figlia di 11 anni,su una statale a 2 corsie sorpassa un'auto che sorpassava a sua volta(quindi in terza fila),mettendo metà della sua famiglia in grave pericolo e non solo,una volta richiamato si offendeva anche..poi stamattina mi ha prestato la sua moto per farmi sostenere l'esame patente da privatista e per poco non cadevo per via di un difetto grave della moto che si presenta raramente,ma si presenta(in moto basta anche solo mezza volta per andare via da questo mondo),ma la cosa grave è che era a conoscenza del problema,senza preoccuparsi minimamente delle conseguenze gira da 2 anni in quelle condizioni e solo per miracolo non è ancora caduto con chissà quali conseguenze..fino a oggi l'episodio del sorpasso l'avevo attribuito all'alcol,ma a quanto pare anche se non beve è così..ci può essere un modo per evitare certe cose?anche se credo che una persona che non accetta rimproveri per qualcosa di così grave difficilmente si convincerebbe a farsi vedere da qualcuno,comunque ci devo provare..approccio psicoterapico,psichiatrico o non c'è nulla da fare?Scusate la lunghezza..grazie

Rispondi

Torna a “Difficoltà di apprendimento e comportamento”