Vita insoddisfacente e triste

I rapporti con i coetanei e le coetanee; i rapporti con i genitori; le problematiche relative alla scuola; i rapporti con gli adulti.
Rispondi
steven92
Messaggi: 2
Iscritto il: 13 settembre 2010, 0:07

Vita insoddisfacente e triste

Messaggio da steven92 » 13 settembre 2010, 0:30

Salve,tra una ventina di giorni compirò 18 anni,vivo in una famiglia benestante,non mi manca niente,amo i miei genitori,e loro contraccambiano.L'unico affetto che ricevo è il loro probabilmente,e quello dei miei parenti.Mi sento veramente solo,al di là di casa,non ho nessuno.Esco,tengo giornalmente contatti con ragazzi della mia età,ma non mi sento voluto bene e considerato.Non vengo rispettato,e quasi ogni volta vengo deluso.Il punto è che fuori da casa mia,non riesco ad esprimermi,poichè sento la pressione costante dell'occhio altrui,pronto a giudicarmi.Ogni volta che c'è qualche festa,o esco la sera,mi rendo ancora più conto di quanto sono solo.Strano,perchè sono in compagnia,ma quella compagnia non mi soddisfa,non mi rende felice.Non ho mai avuto una ragazza,e vorrei tanto averla,ho sempre desiderato una figura femminile accanto a me,e ora ne sento il bisogno.Sono timido,e insicuro(anche se mi dicono che sono un bel ragazzo).A casa sto bene,ho un grandissimo rapporto con i mei genitori,ma non confido cose private,non voglio farlo.Non ho un grande rapporto con mio fratello(20 anni)e sinceramente sto poco tempo con lui,non ci vado per niente d'accordo,meglio cosi.Penso sempre che un giorno veramente felice per me arriverà,ma fino ad ora ho solo aspettato.Ogni giorno che passa,penso sempre che la mia vita sia questa...non mi sento bene,a mio agio,sono insoddisfatto.Certe volte penso che per me sarebbe l'ideale andare via un giorno,e ricominciare un altra vita,come la voglio io.Ogni giorno è una vera delusione,vorrei fare tante cose,ma non ce la faccio.Sono relegato ad aspettare con ansia la macchina,quando prenderò la patente...la mia speranza è un'auto...alla fine non cambierà proprio nulla sarà sempre la stessa cosa per me.Certe volte penso che non andrò via di casa solo per non far del male ai miei genitori,che non lo meritano,e che soffrirebbero oltre il dovuto.Sono bravo a nascondere quello che provo,quindi nessuno tranne me(e voi ovviamente)sapete come veramente sto in questo mondo.Attendo risposte,grazie.

Rispondi

Torna a “Adolescenza”