EMOZIONI TRATTENUTE- la Maschera

Riconoscere, dare valore, esprimere e gestire le proprie emozioni permette di vivere una vita migliore con se stessi e con gli altri. Il corpo, come sede della vita emozionale, comunica importanti messaggi, attraverso sintomi e disagi, ma anche attraverso vibrazioni e flussi di energia. Obiettivo della discussione è favorire nuovi apprendimenti sulle emozioni e sul linguaggio del corpo.

Moderatore: Dr.ssa Sandra Pierpaoli

Rispondi
Avatar utente
Haries Cavalier
Messaggi: 304
Iscritto il: 30 agosto 2011, 17:24

EMOZIONI TRATTENUTE- la Maschera

Messaggio da Haries Cavalier » 16 ottobre 2011, 13:53

Salve .
Sono Haries e come ogni adolescente ho tante paure.
Da qualche tempo sento più ke mai ke le emozioni, mi assalgono specie quando sono giù di morale o, penso ...
Se penso al passato mi rode dentro come un mostro ke mi divora l' anima . Quando la mia rabbia si manifesta mi trasformo in una persona ke mi fa paura, non mi riconosco in essa e per controllarla mi faccio del male; e il fatto ke stia crescendo un po' mi spaventa eppure, allo stesso tempo è qualke cosa di magnifico.
Questa trasformazione di me è come una polvere azzura ke mi rigenera ma la luce è ancora lontana; i sentieri in quel bosco d' adolescenza sono ancora nella oscurità e una via verso il mio nuovo Essere, la intravedo e basta.
Il fatto di essere una persona diversa, estranea a questa società mi fa kiudere in me stessa, osservando in giro noto ke i coetanei , noi giovani ci stiamo perdendo per le vie false . Immagine è questa realtà ed allora, vale la pena combattere, essere se stessi se noti con tristezza ke ciò ke sei, ciò ke fai con fatica non conta, non vale e nessuno se ne accorge?
Mia madre e la mia psicoterapeuta [ ke la nomino Lei ] mi hanno fatto capire ke ne vale la pena e certe volte mi convinco ke sì, vale la pena combattere ma poi quando ti trovi davanti a persone senza cuore o, con quelli occhi tristi o, da zombie ti domandi se questa società, riuscirà mai a cambire in meglio !
Io, giovane adolescente ( ho 17 anni, quindi in un certo senso sono alla fine della fase dell' adolescenza ) mi ritrovo in crisi di identità da diverso tempo e essendo anke una studentessa scarsa, ke si arrende facilmente da qualke anno, ogni volta ke mi ritrovo di fronte ad un ostacolo della scuola ma anke della vita, ho puara di crescere . Riuscirò mai a divenire una persona responsabile, forte e capace di affrontare questa dura ma fantastica avventura :
[/color][/color]La Vita?.
La vita ci riserva tante cose belle ma sa essere anke dura e triste come lapioggia ke scende e sbatte sulla nostra faccia ed insieme al cielo piangiamo ... chissa perkè ?
Le emozioni da quando sono "caduta" non le voglio ascoltare, mi rifiuto di mostrare agli altri ciò ke davvero sento dentro . Per anni le ferite dell' anima le ho mascherate dimostrando di non avere nessun problema poi, peò quando quel "Buco nero" è pieno emergono prima o poi tutte le sensazioni, emozioni e in qualke modo le devi saper gestire, controllare in modo ke gli altri non se ne accorgano .
Come ho fatto in questi anni, ferendomi il corpo .
Le ferite dell' anima sono tante e profonde e capita ke non guriscano mai del tutto o, quasi mentre quelle del corpo si, vanno via facilmente e quindi per scompensare questo disagio interiore mi autolesionavo e tutt' ora lo faccio solo molto di meno, con l' aiuto di Lei !
Da quando sono diventata studentessa scarsa e da quando sono entrata nella Solitudine, che sensazione grigia ke è, ho portato una Maschera e nessuno si accorgeva di quello ke realmente provavo, vedevano in me la ragazzina sempre allegra, vivace ma non coglievano e capivano ke in realtà stavo morendo dentro ... La Solitudine è una sofferenza enoreme, ke non è paragonabile al nulla : è un buio completamente buio !
Pensando sempre ad essa e a cio ke di negativo succedeva a me ho rischiato di perdere le persone a me care, specie i miei genitori ... ed è così ke mia madre
:Salvatrice di ogni cosa e il mio A.D.6.ALIha deciso di farmi andare da una psicologa, perkè persino a casa indossavo la Maschera e il ruolo di figlia non sapevo cosa fosse ... Ora le cose vanno meglio . Ti rendi conto di ciò ke fai negativamente solo quando rischi di perdere le persone a te care o, le vedi all' estremo . Perkè dobbiamo arrivare sempre a queste condizioni per fermarci e non rompere i rapporti, perkè ?
"Ma" ho pura delle emozioni, non voglio piangere ... Sono una persona ke tende a tenersi tutto dentro ankora ma, la Maschera ogni tanto me la levo; anke perke portarla per tanto tempo ti prosciuga tante energie ! Mamma mai qunate .
Ah, queste forti emozioni ...
La gente ha dimenticato l' Arte del saper Ascoltare ma ha imparato in modo crudele a Giudicare senza conoscere chi, gli sta difronte ...

Rispondi

Torna a “Corpo ed emozioni”