Pagina 2 di 2

Inviato: 23 ottobre 2007, 14:25
da welyyy
oro ha scritto:welyyy ti assicuro che non voglio essere polemica, ma vorrei solo esporti una mia impressione: forse che il tuo voler essere sempre al di sopra delle regole possa minimamente riflettere un tuo atteggiamento generale di ostentata superiorità? sai, non giova molto nell'approccio con le altre persone..
Magari mi sbaglio, ma ho avuto più volte quest'impressione.
ciao :wink: , oro
Non ho alcun complesso di superiorità, te lo garantisco. Ma non consento comunque a nessuno di passarmi sopra o di farmi passare per un cicisbeo. Per il resto ho un carattere tale per cui preferisco mille volte spezzarmi piuttosto che piegarmi! E non è facile spezzarmi!

Io non voglio essere al di sopra delle regole ma non mi assoggetto a regole che reputo ingiuste. Guarda ti dico che è mia ferma convinzione che ogni costituzione costituzionalizzi ipso facto il diritto alla rivoluzione. Può sembrare paradossale ma non lo è. Perchè? Perchè le regole sono fatte per l'uomo e non l'uomo per le regole. Personalmente ritengo che lo stesso art. 1 della nostra Costituzione abbia implicitamente costituzionalizzato il diritto alla rivoluzione. Recita "...la sovranità appartiene al popolo che la esercita nei limiti e nelle forme della costituzione"...aggiungo io...."finchè il popolo vuole questa costituzione". La mia non è un'aggiunta arbitraria. Perchè se la sovranità appartiene al popolo, ugualmente gli appartiene il diritto a scegliere le forme del suo esercizio. Ergo il popolo è libero di darsi una nuova costituzione in ogni momento ed anche al di fuori di questa stessa costituzione, cioè attraverso la rivoluzione. Ma credo stiamo decisamente andando OT...comunque pubblicherò tra poco un articolo sull'argomento...il tutto solo per farti capire come io interpreto il concetto di "regola"...

Finisce qui

Inviato: 23 ottobre 2007, 15:52
da Adriano Legacci
welyyy ha scritto: "finchè il popolo vuole questa costituzione". La mia non è un'aggiunta arbitraria. Perchè se la sovranità appartiene al popolo, ugualmente gli appartiene il diritto a scegliere le forme del suo esercizio. Ergo il popolo è libero di darsi una nuova costituzione in ogni momento ed anche al di fuori di questa stessa costituzione, cioè attraverso la rivoluzione. Ma credo stiamo decisamente andando OT...comunque pubblicherò tra poco un articolo sull'argomento...il tutto solo per farti capire come io interpreto il concetto di "regola"...
Welyyy e' espulso dal forum. Gli sara' possibile darsi una nuova costituzione nel forum personale che decidera' di fondare, o in uno dei numerosi altri forum di psicologia di cui la rete e' ricca.
Sconsiglio vivamente la reiscrizione con un nickname diverso.

Inviato: 23 ottobre 2007, 16:02
da doomgeneration
poverino, va bene che fa l'avvocato ma ha usato degli argomenti da sofista !! :lol: