La persistente solitudine e il desiderio di essere amati

Riconoscere, dare valore, esprimere e gestire le proprie emozioni permette di vivere una vita migliore con se stessi e con gli altri. Il corpo, come sede della vita emozionale, comunica importanti messaggi, attraverso sintomi e disagi, ma anche attraverso vibrazioni e flussi di energia. Obiettivo della discussione è favorire nuovi apprendimenti sulle emozioni e sul linguaggio del corpo.

Moderatore: Dr.ssa Sandra Pierpaoli

sandra.pierpaoli
Messaggi: 123
Iscritto il: 20 gennaio 2005, 10:07
Località: Roma

Messaggio da sandra.pierpaoli » 26 novembre 2007, 12:24

I lavori "new age" di cui parla chicco, vorrei precisare, sono la conseguenza di ricerche e studi iniziati da W. Reich, allievo di Freud, all'inizio del secolo e proseguiti attraverso A. Lowen in America negli anni '50 e da molti altri psichiatri e psicoterapeuti, in America, in Europa e anche in Italia.

Per conoscenza, esistono oggi solo a Roma, due scuole di psicoterapia riconosciute dal M.U.R.S.T. specializzate in Analisi Bioenergetica, che è appunto il modello teorico-esperienziale al quale mi riferisco quando parlo di lavori di consapevolezza psicocorporea.

Questa premessa, per dire che ciò di cui parlo è il frutto di studi, ricerche, esperienze, di generazioni di psicologi, psicoterapeuti e psichiatri che hanno contribuito alla creazione e allo sviluppo della psicoterapia corporea.

Chiunque fosse interessato ad approfondire i concetti di "blocco" di "armatura caratteriale" di "corazza" di "carattere" , può visitare il mio sito, dove troverà anche una bibliografia di base.

Ciò premesso, vorrei dire che certamente non scambiare amore suscita sofferenza e che essere chiusi nelle proprie tensioni suscita sofferenza.
L'amore è un nutrimento essenziale per il nostro benessere e per sentirci bene nella vita.
Contemporaneamente rompere l'equilibrio creato da queste tensioni è molto impegnativo e a volte molto doloroso. Infatti è un complesso sistema di pensieri, di credenze, di emozioni, di posture, di organizzazioni muscolari, che viene toccato.

Sicuramente è molto più facile attribuire al fato o alle altre persone la difficoltà ad incontrare la persona giusta..o le persone giuste, perchè anche l'amore degli altri e per gli altri è un nutrimento importante.

E' nostra responsabilità attivarci per trovare le strade individuali che possono farci uscire dalla sofferenza.

chicco
Messaggi: 357
Iscritto il: 6 novembre 2007, 12:17

Messaggio da chicco » 26 novembre 2007, 14:49

sandra.pierpaoli ha scritto:I lavori "new age" di cui parla chicco, vorrei precisare, sono la conseguenza di ricerche e studi iniziati da W. Reich, allievo di Freud, all'inizio del secolo e proseguiti attraverso A. Lowen in America negli anni '50 e da molti altri psichiatri e psicoterapeuti, in America, in Europa e anche in Italia.

Per conoscenza, esistono oggi solo a Roma, due scuole di psicoterapia riconosciute dal M.U.R.S.T. specializzate in Analisi Bioenergetica, che è appunto il modello teorico-esperienziale al quale mi riferisco quando parlo di lavori di consapevolezza psicocorporea.

si ma tutti questi anni di studi e di lavori che cosa producono? Che effetto hanno CONCRETAMENTE sulle persone che vi si affidano?????[/b]

Avatar utente
oceano
Messaggi: 122
Iscritto il: 25 giugno 2007, 13:55

Messaggio da oceano » 27 novembre 2007, 12:31

Io non comprendo come si faccia a cambiare la propria condizione;nessuno sceglie di vivere in un determinato modo e dunque di soffrire:se vi fosse la concreta possibilita' di cambire le cose,chi non le cambierebbe?
Io ho 21 anni ma soffro ugualmente molto,non è certo il pensare di avere ancora una vita dinanzi a me,a spronarmi verso una visione positiva dell'esistenza!!!

Avatar utente
oceano
Messaggi: 122
Iscritto il: 25 giugno 2007, 13:55

Messaggio da oceano » 28 novembre 2007, 20:30

Merak ha scritto:Sicuramente una bella mano al fato la si può dare iniziando a riconoscere i propri errori, le proprie difficoltà, e a cercare di correggere i propri difetti. Questo significa farsi un bell'esame di coscienza e sapersi anche mettere in discussione per primi con se stessi.
A che genere di errori alludi?
Credi che ognuno delle persone,che non ha avuto l'opportunita' di vivere in modo naturale l'amore non abbia fatto un'autoanalisi di se stesso?Io stessa in prima persona,mi sono sforzata di capire cosa in me non andasse:ma non ho trovato risposta e la mia situazione non è pertanto mutata.
La solitudine mi spaventa:non è questione di accettare se stessi,la propria persona,non è coltivando l'amor proprio(anche perchè quello proprio non mi manca!),che si ottiene l'approvazione altrui

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 28 novembre 2007, 20:41

oceano vedi le cose dietro un vetro annebbiato, una coltre di nebbia, quello che vuoi.....quel muro o quella nebbia....sei tu.....
spesso siamo così concentrati a capire cosa è che non va in noi che perdiamo di vista tutto il resto. evidentemente la tua autoanalisi non ha portato frutti concreti. succede anche a me. mi sembra di capire tutto in teoria e poi? poi niente in pratica, mentalmente mi sembra di capire tutto e avere sempre le risposte pronte, ma i miei sentimenti, il mio istinto, i miei comportamenti sbagliati che diventano statici, di tutto questo mi sfugge il controllo, perché la consapevolezza di quello che sono è evidentemente rimasta a uno stadio superficiale, è imprigionata dentro alcuni schemi mentali che sto cercando di abbattere. di sicuro da sola non ci riuscirei.
per quanto riguarda coltivare l'amor proprio ti sbagli di grosso. è proprio avendo fiducia in noi e sapendo che gli ALTRI CI POSSONO TROVARE SIMPATICI, BELLI, ATTRAENTI, STIMOLANTI (insomma qualità positive)(certo non bisogna essere troppo egocentrici ma un po' di autostima ci vuole!!) che di conseguenza gli altri ci trovano davvero così!! (sempre che siamo sinceri nei nostri comportamenti,perchè si vede lontano un miglio chi si sforza di essere simpatico e risulta falso..)
capito cosa intendiamo dirti?

Avatar utente
oceano
Messaggi: 122
Iscritto il: 25 giugno 2007, 13:55

Messaggio da oceano » 29 novembre 2007, 12:18

doomgeneration ha scritto:oceano vedi le cose dietro un vetro annebbiato, una coltre di nebbia, quello che vuoi.....quel muro o quella nebbia....sei tu.....
spesso siamo così concentrati a capire cosa è che non va in noi che perdiamo di vista tutto il resto. evidentemente la tua autoanalisi non ha portato frutti concreti. succede anche a me. mi sembra di capire tutto in teoria e poi? poi niente in pratica, mentalmente mi sembra di capire tutto e avere sempre le risposte pronte, ma i miei sentimenti, il mio istinto, i miei comportamenti sbagliati che diventano statici, di tutto questo mi sfugge il controllo, perché la consapevolezza di quello che sono è evidentemente rimasta a uno stadio superficiale, è imprigionata dentro alcuni schemi mentali che sto cercando di abbattere. di sicuro da sola non ci riuscirei.
per quanto riguarda coltivare l'amor proprio ti sbagli di grosso. è proprio avendo fiducia in noi e sapendo che gli ALTRI CI POSSONO TROVARE SIMPATICI, BELLI, ATTRAENTI, STIMOLANTI (insomma qualità positive)(certo non bisogna essere troppo egocentrici ma un po' di autostima ci vuole!!) che di conseguenza gli altri ci trovano davvero così!! (sempre che siamo sinceri nei nostri comportamenti,perchè si vede lontano un miglio chi si sforza di essere simpatico e risulta falso..)
capito cosa intendiamo dirti?
Come ho gia' detto non è l'autostima a venir meno:di amor proprio ne ho,eppure tanto!!
Credo di possedere delle ricchezze interiori da offrire agli altri ma sono ugualmente sola,ahimè!!
Non ho collera nei confronti di nessuno:ma siete tutti talmente bravi a dire che dipende,che il problema non sono gli altri,ma noi.E per poter cambire le cose dovremmo porci in altro modo......ma non si è ancora compreso concretamente come!!

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 29 novembre 2007, 12:22

beh non lo dobbiamo comprendere noi, i comportamenti umani non si spiegano come leggi matematiche. mi sembra un po' assurdo come vuoi avere il controllo di ciò che ti circonda..se mai sei tu che devi pensare a come porti perché gli altri ti trovino interessante. anche io credo di possedere le cose che hai detto: e noto che quando mi impegno per cercare di mettermi in contatto con gli altri, per dimostrarmi aperta e disponibile, gli altri lo notano. Se invece stai lì a non far niente aspettando che gli altri si accorgano di te..beh non succederà... che ti possiamo dire di più??non ti conosciamo e non possiamo dirti in che modo TU ti puoi porre verso gli altri, ci devi arrivare da sola.

Avatar utente
oceano
Messaggi: 122
Iscritto il: 25 giugno 2007, 13:55

Messaggio da oceano » 29 novembre 2007, 12:30

doomgeneration ha scritto:beh non lo dobbiamo comprendere noi, i comportamenti umani non si spiegano come leggi matematiche. mi sembra un po' assurdo come vuoi avere il controllo di ciò che ti circonda..se mai sei tu che devi pensare a come porti perché gli altri ti trovino interessante. anche io credo di possedere le cose che hai detto: e noto che quando mi impegno per cercare di mettermi in contatto con gli altri, per dimostrarmi aperta e disponibile, gli altri lo notano. Se invece stai lì a non far niente aspettando che gli altri si accorgano di te..beh non succederà... che ti possiamo dire di più??non ti conosciamo e non possiamo dirti in che modo TU ti puoi porre verso gli altri, ci devi arrivare da sola.
Credo che non vi sia un modo corretto di porsi con gli altri.........per quanto aperti e disponibili si possa essere con i nostri interlocutori,c'è poco da fare e da dire:c'è chi riesce a lasciare un segno,un interesse,c'è chi no:se fosse semplice come molti affermano:non sarebbe solo nessuno.

Tu hai avuto delle storie?

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 29 novembre 2007, 12:37

che vuol dire? storie sentimentali? certo che le ho avute e una la sto vivendo....come la maggior parte di noi qui dentro.
ti voglio far capire una cosa molto semplice: se fosse per gli altri (quelli che non ci conoscono e non sanno che esistiamo) moriremmo di fame. tralasciamo i genitori, gli amici, quelli con cui abbiamo a che fare: come fai a far sapere che esisti a chi non ti conosce???? solo dimostrando che esisti appunto!!!!!il mondo non si interessa di te, di noi, finche non siamo noi a interessarci di esso. tanta gente non capisce questa cosa e finisce per rinchiudersi in se stessa aspettando che qualcuno faccia una magia e gli altri si accorgano di lui....... tu parli di qualita interiori....significa che esteticamente non ti senti attraente? il sentirsi belli e piacevoli quindi attraenti è il primo passo per farsi notare. se tu nn ti senti così mi spieghi come fanno gli altri a sentirlo?? inoltre riguardo alle qualità interiori: è ovvio che se vai in discoteca le qualità interiori non si notano. perché non frequenti posti dove queste qualità che ritieni di avere possano venire fuori?
se non hai mai davvero avuto relazioni amorose non so quanti anni tu abbia ma sono sicura che il problema è in te e non negli altri. anche la persona piu brutta ma simpatica e a suo modo affascinante riesce ad avere delle relazioni!!!! dai.

Avatar utente
oceano
Messaggi: 122
Iscritto il: 25 giugno 2007, 13:55

Messaggio da oceano » 29 novembre 2007, 12:51

doomgeneration ha scritto:che vuol dire? storie sentimentali? certo che le ho avute e una la sto vivendo....come la maggior parte di noi qui dentro.
ti voglio far capire una cosa molto semplice: se fosse per gli altri (quelli che non ci conoscono e non sanno che esistiamo) moriremmo di fame. tralasciamo i genitori, gli amici, quelli con cui abbiamo a che fare: come fai a far sapere che esisti a chi non ti conosce???? solo dimostrando che esisti appunto!!!!!il mondo non si interessa di te, di noi, finche non siamo noi a interessarci di esso. tanta gente non capisce questa cosa e finisce per rinchiudersi in se stessa aspettando che qualcuno faccia una magia e gli altri si accorgano di lui....... tu parli di qualita interiori....significa che esteticamente non ti senti attraente? il sentirsi belli e piacevoli quindi attraenti è il primo passo per farsi notare. se tu nn ti senti così mi spieghi come fanno gli altri a sentirlo?? inoltre riguardo alle qualità interiori: è ovvio che se vai in discoteca le qualità interiori non si notano. perché non frequenti posti dove queste qualità che ritieni di avere possano venire fuori?
se non hai mai davvero avuto relazioni amorose non so quanti anni tu abbia ma sono sicura che il problema è in te e non negli altri. anche la persona piu brutta ma simpatica e a suo modo affascinante riesce ad avere delle relazioni!!!! dai.

E' evidente che i nostri pensieri cozzano tra di loro:tu hai avuto delle storie amorose,infatti hai subito esclamato "certo",come se il non averne avuto fosse un qualcosa di anormale!E in effetti lo è!
Il punto è che la maggior parte delle persone,come te che frequentano questo forum,non comprendono(perche hanno vissuto o vivono una storia),quello che comporti il desiderio di sentirsi amati:sai cosa significhi non aver mai avuto un contatto fisico con una persona?sai cosa significhi desiderare un abbraccio?No non lo sai!!!Perchè tu queste esperienze le hai vissute e continui a viverle!!!
Chi non capisce e perchè non vive determinate situazioni!!

In secondo luogo io non sono proprio il tipo da discoteca:non mi piacciono affatto!!Per scaturire un sentimento,la conoscenza è sostanziale!!Ho gia' detto se leggi sopra..di avere 21 anni...........

Per quel che riguarda il mio aspetto esteriore..no non sono brutta:anzi ho un bel viso!!

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 29 novembre 2007, 13:01

io ti posso solo dire che dipende tutto da te. può darsi che tu non abbia ancora capito cos'è che ti ha portato a non desiderare mai un abbraccio o un contatto fisico con qualcuno. su questo devi indagare e costa fatica mettersi in discussione cosa credi.
si ho detto "Non desiderare" prima perché penso che anche se tu lanci messaggi di volere queste cose, secondo me in realtà sei tu che fuggi da queste cose. la differenza tra volere e potere è sottilissima anzi a volte si confonde. anche io prima di darmi 1 mossa e cambiare i miei comportamenti da asociale e da quella che dava tutto per scontato desideravo le cose che desideri tu.ma non le cercavo veramente!!!!! hai mai pensato che parli di volere abbracci e contatto fisico e ne parli su UN FORUM!!!!!!un forum virtuale!!!!!!!!!!!! è lampante quello che cerco di dirti, cerca di coglierlo!!!

chicco
Messaggi: 357
Iscritto il: 6 novembre 2007, 12:17

Messaggio da chicco » 4 dicembre 2007, 17:20

doomgeneration ha scritto: proprio avendo fiducia in noi e sapendo che gli ALTRI CI POSSONO TROVARE SIMPATICI, BELLI, ATTRAENTI, STIMOLANTI ....che di conseguenza gli altri ci trovano davvero così!!
una domanda: perchè????

Merak
Messaggi: 149
Iscritto il: 1 giugno 2006, 13:18

Messaggio da Merak » 8 dicembre 2007, 10:02

oceano ha scritto:La solitudine mi spaventa
In che senso la solitudine ti spaventa?

Avatar utente
oceano
Messaggi: 122
Iscritto il: 25 giugno 2007, 13:55

Messaggio da oceano » 8 dicembre 2007, 13:38

Merak ha scritto:
oceano ha scritto:La solitudine mi spaventa
In che senso la solitudine ti spaventa?
Semplicemente temo di restare da sola per il resto della mia travagliata esistenza!Tutt'ora sono sola,tra le quattro mura di casa mia,e avverto la percezione,che nessuno la' fuori sappia cosa si provi a desiderare un qualcosa che per molti è la quotidianita',è la normalita':ma sempre la stessa gente la' fuori cosa vuoi che ne sappia di come ci si senta!E continua a vivere quella meravigliosa normalita',che ad alcuni invece,a causa di una scherzo,voluto dal destino,dal fato è stata sottratta loro.

chicco
Messaggi: 357
Iscritto il: 6 novembre 2007, 12:17

Messaggio da chicco » 9 dicembre 2007, 13:14

doomgeneration ha scritto:io ti posso solo dire che dipende tutto da te. può darsi che tu non abbia ancora capito cos'è che ti ha portato a non desiderare mai un abbraccio o un contatto fisico con qualcuno. su questo devi indagare e costa fatica mettersi in discussione cosa credi.
si ho detto "Non desiderare" prima perché penso che anche se tu lanci messaggi di volere queste cose, secondo me in realtà sei tu che fuggi da queste cose. la differenza tra volere e potere è sottilissima anzi a volte si confonde. anche io prima di darmi 1 mossa e cambiare i miei comportamenti da asociale e da quella che dava tutto per scontato desideravo le cose che desideri tu.ma non le cercavo veramente!!!!! hai mai pensato che parli di volere abbracci e contatto fisico e ne parli su UN FORUM!!!!!!un forum virtuale!!!!!!!!!!!! è lampante quello che cerco di dirti, cerca di coglierlo!!!
evidentemente fuori non riesce ad averli non ci hai pensato? Qui mi sembra che si diano troppe cose per ovvie o scontate. Sulla pelle di chi sta male.

Rispondi

Torna a “Corpo ed emozioni”