alcol

Il ricorso alle sostanze stupefacenti o la messa in atto di comportamenti capaci di evocare forti sensazioni di eccitazione e di euforia: tentativi di automedicazione che possono avere effetti disastrosi sulla persona, sul suo ambiente e sulla società. Parliamone. Per promuovere riflessione e consapevolezza. Sia nei diretti interessati che nelle persone a loro vicine.
lecturer
Messaggi: 417
Iscritto il: 11 agosto 2007, 1:31

Messaggio da lecturer » 3 ottobre 2007, 10:31

Leo, io mi sono fatta di tutto nella mia vita.
Se ti sembra che eroina e cocaina ti aprono un mondo allora dovresti provare con gli acidi: non immagini nemmeno che cosa ti si possa aprire. Io quando mi facevo gli acidi ero convinta di essere un genio e non capivo come mai non se li facessero tutti.
Anche i funghi allucinogeni sono una bella esperienza.
Ma ti dirò una cosa che non vuoi sentire, un disco rotto, come hai detto tu:
è tutta un'illusione! Le droghe sono cazzate che ti spappolano il cervello, i neuroni. La cocaina poi ti fa sentire un dio sceso in terra. E poi? Quando finisce? Ne vuoi sempre di più, quando ti rendi conto che la bustina è vuota vorresti spaccare il mondo. E la tachicardia? Non mi dire che ti senti ispirato quando il cuore ti batte talmente forte che ti senti un martello in testa. E il down? Non è la cosa più brutta del mondo? Io passavo anche due giorni a piangere quando ero in down. Anche io mi facevo con il mio uomo. Bello, certo, tutto molto bello, scopavamo tantissimo, certo. E quanto ti pippi l'eroina non passi la notte in bagno a vomitare? Certo lì per lì non ti fa nessun effetto, ma se ci ripenso adesso mi viene un disgusto indescrivibile a pensare a come mi riducevo.
Lo so che non volevi senirti dire questo.
Io non ti dirò certo di smettere. Fatti le tue esperienze. Ma arriverà il giorno in cui ti renderai conto che non è vera vita. Il fatto è che devi capirlo da solo. Solo quando non lo farai più capirai che è uno schifo.

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 3 ottobre 2007, 11:21

l'amore per te stesso può riempire quel vuoto.forse non hai abbastanza palle però.
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Messaggio da leo » 13 ottobre 2007, 23:50

Lala.. non ti rispondo neanche perchè direi qualcosa di tremendamente offensivo.. chi crede di avere le risposte di solito non ha afferrato un bel niente....

...

Grazie per le tue parole Lecturer.. probabilmente proverò gli acidi prima o poi.. sono curioso di vedere in che modo influiranno su ciò che faccio... (la mia graziosa 'spazzatura').. Ti sbagli... non è che non voglia sentire che è tutto un'illuzione. E' che già me lo dicono.. è che già passo un sacco di tempo a pensarci... ma penso anche, quando sono in vena di fare il filosofo da 4 soldi, che TUTTO è un'illusione... si anch'io sono stato male... evidentemente non abbastanza.. aspettiamo che Pavlov ci metta una pezza... e il povero cane/criceto si salverà...
grazie anche per aver raccontato qualche frammento della sua storia.. mi piacerebbe che questa discussione diventasse un luogo dove raccontare le proprie esperienze legate all'alcol e alla droga... senza giudizi o conclusioni........
...

ci ho ripensato, ti rispondo: io non mi amo. L'amore lo riservo per individui realmente amabili. Ma se c'è qualcuno che potrei disprezzare ancor di più sono le persone che sparano a zero sul mistero dell'esistenza nascondendosi dietro il paravento di effimere esperienze..... insomma quelli che parlano senza avere niente da dire... e senza umiltà....

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 13 ottobre 2007, 23:54

io ho paura degli acidi perche le sensazioni che si hanno dipendono da quello che c'èdentro di te alla fine....e se io mi faccio un bruttissimo trip perche non sto bene con me stessa??cioè non sono tranquilla e dentro di me ho tanta confusione..è possibile o è una cazzata?

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 13 ottobre 2007, 23:58

All this talk of getting old
It's getting me down my love
Like a cat in a bag, waiting to drown
This time I'm comin' down

And I hope you're thinking of me
As you lay down on your side
Now the drugs don't work
They just make you worse
But I know I'll see your face again

Now the drugs don't work
They just make you worse
But I know I'll see your face again

But I know I'm on a losing streak
'Cause I passed down my old street
And if you wanna show, then just let me know
And I'll sing in your ear again

Now the drugs don't work
They just make you worse
But I know I'll see your face again

'Cause baby, ooh, if heaven calls, I'm coming, too
Just like you said, you leave my life, I'm better off dead

All this talk of getting old
It's getting me down my love
Like a cat in a bag, waiting to drown
This time I'm comin' down

Now the drugs don't work
They just make you worse
But I know I'll see your face again

'Cause baby, ooh, if heaven calls, I'm coming, too
Just like you said, you leave my life, I'm better off dead

But if you wanna show, just let me know
And I'll sing in your ear again

Now the drugs don't work
They just make you worse
But I know I'll see your face again

Yeah, I know I'll see your face again
Yeah, I know I'll see your face again
Yeah, I know I'll see your face again
Yeah, I know I'll see your face again

I'm never going down, I'm never coming down
No more, no more, no more, no more, no more
I'm never coming down, I'm never going down
No more, no more, no more, no more, no more
(Repeat and Fade Out)


THE VERVE

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 14 ottobre 2007, 0:07

cara Lala...come mai tu dai sempre come unico consiglio quella frase un po' inflazionata "ama te stesso e guarirai da tutti i tuoi problemi"
a volte sembri superficiale. (ho detto sembri..) quella frase non aggiunge né toglie niente a come uno si può sentire in questi casi..semplicemente non ha senso :? penso che al limite uno può imparare ad accettare se stesso, a conviverci. a meno che non sia un megalomane ed egocentrico narcisista che pensa di essere il migliore del mondo. ma anche lui alla fine soffre...

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Messaggio da leo » 14 ottobre 2007, 0:18

o ho paura degli acidi perche le sensazioni che si hanno dipendono da quello che c'èdentro di te alla fine....e se io mi faccio un bruttissimo trip perche non sto bene con me stessa??cioè non sono tranquilla e dentro di me ho tanta confusione..è possibile o è una cazzata?
Si, è vero... Nonostante sia molto curioso a riguardo condivido le tue paure... con gli acidi si rischia di 'perdere il contatto'.. una delle storie più illustri a riguardo è quella di syd barrett.... ma pensa alle strade che possono aprirti.....
Nella mia ignoranza credo che se proprio si vuol provare la cosa migliore sia quella di farlo in compagnia...

C'è una distinzione da fare.... Anche se sono droghe pesanti(ssime), gli allucinogeni, siano funghi o acidi, non sono catalogabili come 'droghe di merda', vedi coca, ero e morfina...

Comunque, lecturer, wope, left.... (se mi sentite)... c'è una cosa che devo ribadire assolutamente: non penso affatto che l'alterazione artificiale delle proprie percezioni (altrimenti detta assunzione di droghe e/o alcol) sia necessaria per alimentare la propria creatività e/o per stare meglio con gli altri, in generale... (temo piuttosto che lo sia per me, almeno fino a quando non troverò metodi alternativi per vivere...) ognuno è una storia a sè...

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 14 ottobre 2007, 0:30

leo..tu non credi che la musica degli anni 60 e 70 non sarebbe stata la stessa senza tutte le droghe soprattutto acidi e cose che comunque di buttano dentro un mondo fatto di distorsioni e allucinazioni chi pensava di vedersi svelati i segreti del mondo..alcune tribù considerano il peyote come strumento per mettersi in contatto con la divinità... ma se l'acido mette in contatto con il mondo creativo che alla fine c'è dentro ognuno di noi perche alla fine le allucinazioni sono frutto del tuo cervello, mentre la cocaina es l'effetto lo conosciamo e la prendiamo per questo,l'effetto degli acidi è diverso per tutti, ma prendendo ad esempio queste tribù che ne fanno uso, la divinità non potrebbe essere semplicemente l'inconscio che si libera prepotentemente e di conseguenza alla fine la divinità è l'uomo...poi che loro ci credano o meno..'???
inoltre, se riprendendo il discorso precedente quei musicisti non avessero fatto uso di quelle sostanze,avrebbero composto esattamente quella musica così psichedelica che è essa stessa un viaggio??credo di no...sembra banale ma non lo è...ti faccio un esempio recente,non so se conosci i Verve, ma nei loroprimi album si facevano massicciamente soprattutto di acidi ,le loro composizioni sono stupende...ti sembra davvero che ti mettano in contatto con qualcosa che è solo intuibile..poi ci vuole orecchio ok, però la sensazione di qualcosa di inafferrabile ..non lo so.. rarefatto... interiore

lecturer
Messaggi: 417
Iscritto il: 11 agosto 2007, 1:31

Messaggio da lecturer » 14 ottobre 2007, 18:43

Ragazzi io in realtà non volevo spingervi a farvi di acidi... al contrario... il mio era un consiglio ironico, ma forse non si è capito.
In realtà io non rinnego il mio passato da tossica, sì, forse rinnego il periodo di coca ed ero, perché ora come ora quando ci ripenso mi vengono in mente solo le cose brutte (la scimmia, il vomito, la tachicardia, il down...) mentre in realtà del mio periodo acido non ho dei ricordi bruttissimi, forse perché me li facevo in un bel periodo della mia vita, quando ero in Inghilterra, sempre in compagnia di amici, e fortunatamente non mi è mai capitato di farmi un brutto trip (al contrario degli exstasy: me ne sono fatta pochi nella mia vita ma mi hanno sempre preso malissimo)... Beh, con gli acidi mi sono sempre divertita molto, ed è vero che la percezione della realtà circostante cambia in un modo inimmaginabile, però è anche vero che ti bruciano il cervello... nel vero senso della parola: quando l'effetto sta per finire e comincia a scemare, e magari a quel punto vorresti che finisse del tutto, perché senti proprio il cervello che è stanco e non ce la fa più, e lo senti friggere, e vorresti dormire ma non ce la fai perché il cervello continua a viaggiare... beh, sì, sono convinta che non faccia proprio bene e ora come ora non credo che li rifarei. Ma sono esperienze della mia vita che come tutte le altre mi hanno fatta diventare la persona che sono ora. Però ho imparato sulla mia pelle che si vive meglio senza droghe (e anche senza alcol, perché anche con quello in effetti in certi periodi ci sono andata giù pesante). Si vive meglio, ed è solo questo che vorrei dirvi. Però so che quando ci sei dentro non te ne frega niente di quello che ti dicono gli altri. E' così. Per questo ho detto a Leo che prima o poi lo capirà da solo. Non posso essere io a dirti di non farlo. Come non te lo possono dire gli altri. E' una cosa che si capisce da soli, prima o poi, quando si tocca il fondo e ci si ricorda di come era la vita prima di cominciare. E comunque fosse, anche se non era delle migliori, era sicuramente meglio.

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Messaggio da leo » 15 ottobre 2007, 2:00

Avevo scritto un mex di risposta ma non sono riuscito ad inserirlo....

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Messaggio da leo » 1 novembre 2007, 1:57

Si.... dunque
Ti ringrazio Lecturer

Non ti preoccupare. Si era capito che stavi raccontando le tue esperienze e non stavi consigliando a nessuno di fare uso di acidi. E' vero anche tutto quello che hai detto.

E parlando di me... in questo periodo non sto combinando nulla di decente( sempre parlando di spazzatura creativa).. nonostante non mi sia mai fatto così tanto e stia vivendo la parte più piacevole (l'inizio) di una piacevole relazione pseudoaffettiva con una ragazza piacevole.
E' come se fossi spento.
Spero che cambi qualcosa nel mio cervello.
...

Per rispondere a Gregg...


leo..tu non credi che la musica degli anni 60 e 70 non sarebbe stata la stessa senza tutte le droghe soprattutto acidi e cose che comunque di buttano dentro un mondo fatto di distorsioni e allucinazioni chi pensava di vedersi svelati i segreti del mondo..alcune tribù considerano il peyote come strumento per mettersi in contatto con la divinità... ma se l'acido mette in contatto con il mondo creativo che alla fine c'è dentro ognuno di noi perche alla fine le allucinazioni sono frutto del tuo cervello, mentre la cocaina es l'effetto lo conosciamo e la prendiamo per questo,l'effetto degli acidi è diverso per tutti, ma prendendo ad esempio queste tribù che ne fanno uso, la divinità non potrebbe essere semplicemente l'inconscio che si libera prepotentemente e di conseguenza alla fine la divinità è l'uomo...poi che loro ci credano o meno..'???
Io penso che alcune cose sarebbero state diverse. Non è che tutti si facessero di acido in quegli anni. Ma un bel po' di personaggi di spicco nel mondo musicale sicuramente si....
Ho sempre considerato il rock' nd roll come un modo per entrare in contatto con un mondo primitivo, fatto di emozioni assolute. Non è originalissimo come discorso ma si ricollega a quello che dicevi tu.

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Messaggio da leo » 12 novembre 2007, 16:55

l'amore per te stesso può riempire quel vuoto.forse non hai abbastanza palle però.
Ti voglio bene anch'yo tesoruccio.



In questo periodo alcune cose sono 'migliorate'(nell'accezione convenzionale del termine).

Grazie al metadone ho più che dimezzato le dosi di eroina. Sto acquistando anche meno cocaina... Le mie finanze ne hanno tratto giovamento. Ciononostante, il contraltare del salutismo borghese mi 'impone' una stagnante attività intellettuale... spesso non vado al lavoro perchè non mi va... non faccio più niente di creativo. L'unica cosa che continuo a fare è scrivere sui diari. Ho smesso di studiare e sono stato buttato fuori dalla band con cui suonavo perchè facevo abbastanza schifo....
Per finire passo un sacco di tempo davanti a televisione pc e videogiochi.
Non oso immaginare cosa succederà se e quando smetterò definitivamente di prendere alcol e droghe............(probabilmente inizierò scrivendo 2 o 3mila mex su questo ed altri forums)....
LA vita è ironica e noiosa............

lecturer
Messaggi: 417
Iscritto il: 11 agosto 2007, 1:31

Messaggio da lecturer » 14 novembre 2007, 21:40

Io ho trovato un modo economico e "perbenista" per stordirmi: quando sento quel senso di... di che? boh, non so, è difficile anche spiegarlo, quando senti il bisogno di evadere, di staccare un momento, ecco, prima magari mi bevevo una bottiglia di vino, oppure mi facevo qualche canna, adesso mi bevo una birra dopo essermi presa un paio di Momendol o Cibalgina. Il senso di stordimento è "contenuto", sono pienamente cosciente, riesco a fare quello che devo fare, riesco a stare dietro ai bimbi senza correre il rischio di collassare o di addormentarmi, riesco a fare tutto, ma, ecco, mi rilasso, stacco, mi estraneo lievemente dalle incombenze della quotidianità, dalle pressioni della routine. Di solito mi capita la sera, mentre preparo la cena. Credo che le persone come me che hanno una qualche propensione verso le droghe, l'alcol, verso tutto ciò che in un modo o nell'altro le aiuti ad allontanarsi in modo più o meno potente dalla realtà, in fondo in fondo non saranno mai del tutto normali. Io ho trovato il mio modo per stordirmi, pur non considerandomi più una tossica, in fondo lo sono sempre... Non mi riduco più come uno schifo come quando ero cocainomane, ma in fondo sono sempre una tossica

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Messaggio da leo » 20 novembre 2007, 1:21

SI. Non ti conosco bene ma da quello che scrivi mi sembra che tu a differenza di me, e di tanti altri come noi, abbia trovato una sorta di equilibrio... no?
Insomma momendol e birra sono passabili, e se funziona è perfetto ma...
non provi mai il desiderio di tornare ad assumere qualcosa di più forte(lo dico senza malizia)?

Sai devo dire..... Ho passato qualche bel giorno dopo aver acquistato la terza dose del mese.... mi metto anche a parlare o suonare con perfetti sconosciuti senza nessun problema... è meglio dell'alcol.... però poi ho deciso di fare una pausa; senza metadone (perchè il mio amico drogato li aveva finiti)... Il week end a letto coi brividi, stordito... certo non è stata una crisi di astinenza insopportabile, ma dannatamente fastidiosa... Così oggi non ho resistito... stavo ancora male, mi sentivo depresso... se avessi avuto un revolver mi sarei sparato.... così ho preso la quarta dose del mese. Mi soon detto : Non ne vale la pena....
Non so quanto durerà....

Tu sei salva (ancora senza malizia)? Insomma, qualcuno ti ha salvata, quando ti svegli la mattina che cosa ti fa alzare dal letto?

Ho conosciuto un bel di 'colleghi' nella mia relativamente breve vita, il mondo è pieno di persone che non sopportano di passare le loro giornate in completa sobrietà...
C'è chi lo condanna, o chi semplicemente non lo capisce, c'è chi NON ne sente assolutamente il bisogno... c'è come una barriera invisibile fra noi e loro...
"Pago la rimozione/ nessuna reazione
Per questo Lula non vince quasi mai" M.C.

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 20 novembre 2007, 1:27

perché hai la frase di Lala che compare sempre? :?

Rispondi

Torna a “Dipendenze patologiche”