che voglia di provare..

Il ricorso alle sostanze stupefacenti o la messa in atto di comportamenti capaci di evocare forti sensazioni di eccitazione e di euforia: tentativi di automedicazione che possono avere effetti disastrosi sulla persona, sul suo ambiente e sulla società. Parliamone. Per promuovere riflessione e consapevolezza. Sia nei diretti interessati che nelle persone a loro vicine.
Rispondi
little anna
Messaggi: 223
Iscritto il: 9 dicembre 2006, 19:44

che voglia di provare..

Messaggio da little anna » 1 dicembre 2007, 21:21

Ciao,
soprattutto quando mi sento molto giù e mi sfogo col maledetto cibo che mi isola, penso: chissà come è la droga? A nessuno è mai venuta la curiosità di provare? Dve essere una esperienza bellissima da come la descrivono. So che fa male, ma io, per curiosità proverei una volta, così per saperne parlare. Il fatto è che non so proprio dove e a chi rivolgermi e poi non mi fido della gente che la vende.
Una sola volta provocherebbe già dipendenza?
Voi la provereste? Non siete curiosi di provare qualcosa di diverso?
Del resto si vive una volta sola....

mescalina
Messaggi: 25
Iscritto il: 9 novembre 2007, 22:43

Messaggio da mescalina » 2 dicembre 2007, 18:54

ciao little anna. io capisco la tua curiosità perchè l'ho avuta anche io...mi sono detta "perchè no" e l'ho fatto. Quello che ti posso dire è che: nel momento in cui quello che ti spinge in quella direzione è un malessere, quello che cerchi non è la droga. Non è lei in sè la soluzione dei tuoi mali. Questa voglia indica solo che hai bisogno di qualcosa di nuovo, che ti dia una scossa...un pò di aria nei polmoni...o anche semplicemente di sfogarti e parlare con qualcuno.
Nemmeno io volevo ammetterlo...ma alla lunga sono riuscita (qualcuno è riuscito) a farmelo capire.
Secondo me è un errore per il semplice fatto che non è detto che così tu migliori la tua condizione...potrebbe benissimo essere il contrario..

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Messaggio da leo » 3 dicembre 2007, 2:31

Secondo me il punto è che alla fine la droga un cambiamento lo provoca.. non necessariamente un miglioramento... anzi a lungo termine ci sono solo lati negativi (e questo dovrebbe in teoria essere un fortissimo deterrente).. Non voglio assolutamente schierarmi a favore della droga.. dico solo che
Quello che ti posso dire è che: nel momento in cui quello che ti spinge in quella direzione è un malessere, quello che cerchi non è la droga. Non è lei in sè la soluzione dei tuoi mali. Questa voglia indica solo che hai bisogno di qualcosa di nuovo, che ti dia una scossa...un pò di aria nei polmoni...
l'assunzione della droga che - sono d'accordo - è conseguenza soprattutto di un malessere, provoca dei cambiamenti... il benessere in fondo è dato dall'alterazione delle percezioni, e parte di quel benessere consiste nel fatto di non vedere il mondo filtrato secondo i soliti schemi..
un cambiamento in negativo (ma a lungo termine), nell'immediato è solo un cambiamento, forte, prepotente. E in quanto tale può essere fonte di grande piacere....
Come esperienza è importante, come abitudine disastrosa e corrosiva...

So che fa male, ma io, per curiosità proverei una volta, così per saperne parlare. Il fatto è che non so proprio dove e a chi rivolgermi e poi non mi fido della gente che la vende.
Questa è un'altra questione ancora... in effetti, se non conosce abbastanza bene il venditore.. o comunque.. non si conosce qualcuno che conosce il venditore o ha dei buoni contatti.. forse è meglio lasciar perdere.. Perchè al 70 per cento è un bidone.. (carta, polvere, lattosio, oppure un po' di droga tagliata con ogni genere di schifezza.. oppure roba che far star male). Se non si sa che sapore deve avere è poi difficile capire se si è stati fregati... In ogni caso vengono fregate anche persone che anno lustri d'esperienza alle spalle... E' un mercato che funziona solo in base alla richiesta, e si compra sempre in scatola chiusa... E' un mondo particolare... Non è come comprare tecnologia, più soldi non significa maggiore qualità...
Immagino che ci siano persone là fuori che vorrebbero provare ogni genere di droga ma non lo fanno perchè non conoscono chi possa procurargliene in tutta sicurezza.. in un certo senso è un bene...
"Pago la rimozione/ nessuna reazione
Per questo Lula non vince quasi mai" M.C.

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Messaggio da leo » 24 febbraio 2009, 6:35

E' buffo l ho letto soltanto ora... A voler essere pignolo devo specificare di non aver suggerito nulla in particolare... ho solo esposto qualche idea...

X little Anna: (se ti capita di leggere queste parole) :

Hai poi provato LA droga.. o una d r o g a ... e se si ... com è stato?
"Pago la rimozione/ nessuna reazione
Per questo Lula non vince quasi mai" M.C.

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 25 febbraio 2009, 13:01

Secondo me la droga porta solo alla distruzione, inoltre io predo psicofarmaci, i quali secondo me sono droghe, ma aiutano a non vedere certe cose.

little anna
Messaggi: 223
Iscritto il: 9 dicembre 2006, 19:44

Messaggio da little anna » 1 marzo 2009, 19:56

Ciao Leo,
no, non l'ho provata anche perchè sono troppo fifona :D
In realtà è più saggio imparare a vivere no?
Ecco, adesso ce la sto mettendo tutta...

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Messaggio da leo » 3 marzo 2009, 2:57

Ciao

Mi aveva stupito il tuo mex iniziale perchè parlavi della droga come se ne esistesse una sola... descrivendola come qualcosa di ammaliante e misterioso...lo trovavo interessante come punto di vista


Cmque per quel che vale credo che tu faccia bene a non assumere nessuna droga, qualunque sia il motivo che ti spinge a (non ) farlo...

Certo la realtà è complessa e a volte anche le droghe più pesanti e bastarde non sono altro che un tentativo di curarsi, di aggiustare qualcosa che non funziona da anni.....
Non credo sia possibile 'imparare' a vivere, cioè mi sembra che tutti noi siamo travolti da una serie di eventi casuali .. cerchiamo di razionalizzare, di mettere in fila belle parole, ma non serve...

Ecco, adesso ce la sto mettendo tutta...
Ti auguro di ottenere tutto quello di cui hai bisogno ...
"Pago la rimozione/ nessuna reazione
Per questo Lula non vince quasi mai" M.C.

little anna
Messaggi: 223
Iscritto il: 9 dicembre 2006, 19:44

Messaggio da little anna » 3 marzo 2009, 11:48

leo ha scritto:Mi aveva stupito il tuo mex iniziale perchè parlavi della droga come se ne esistesse una sola... descrivendola come qualcosa di ammaliante e misterioso...lo trovavo interessante come punto di vista
Sì, credo che sia il modo di parlarne di una persona che non la conosce; quindi io ne percepisco il fascino indistinto, non sapendo i diversi effetti...
Certo so che non si può fare di tutta l'erba un fascio! (perdona la battuta :D )
Io invece credo che sia importante "imparare a vivere" e non sono parole generiche buttate lì; cioè non mi riferisco ad imparare ad essere perfetti e a saper sempre cosa fare, risolvere subito i problemi ecc., ma almeno crearsi un proprio spazio nella vita, provare, conoscere, buttarsi, rischiare e non stare fermi in un angolo per il terrore di eventuali fallimenti, rifiuti o sconfitte.
E' questo quello per cui lotto.
Ciao!

Avatar utente
SkyExpress
Messaggi: 80
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 15:43
Località: Cagliari

Messaggio da SkyExpress » 4 marzo 2009, 15:10

leo ha scritto:Non credo sia possibile 'imparare' a vivere, cioè mi sembra che tutti noi siamo travolti da una serie di eventi casuali .. cerchiamo di razionalizzare, di mettere in fila belle parole, ma non serve...
Condivido, e sottoscrivo...

little anna
Messaggi: 223
Iscritto il: 9 dicembre 2006, 19:44

Messaggio da little anna » 15 marzo 2009, 12:19

SkyExpress ha scritto:
leo ha scritto:Non credo sia possibile 'imparare' a vivere, cioè mi sembra che tutti noi siamo travolti da una serie di eventi casuali .. cerchiamo di razionalizzare, di mettere in fila belle parole, ma non serve...
Condivido, e sottoscrivo...
Invece non sono belle parole e non avete capito niente tutti e due, perchè questo è il mio problema e non riesco a risolvere, oggi sento di non farcela ed è un dato di fatto.
Stanotte ho sognato che nel mio corso avevano spiegato una specie di problema matematico, tutti lo avevano capito, ma io no, ero l'unica; l'insegnante mi ha fatto andare alla lavagna ed io ho fatto una figura di merda perchè non capivo e vedevo le espressioni delle altre alunne.
Stamattina non ce la faccio; continuo ad avere nella testa quel problema e non capisco come si risolve, mi sento impazzire.
Sono distrutta perchè vedo che la psicoterapia non è servita a niente, non è andata via la mia sofferenza e neanche la mia famiglia, è sempre lì, con le sue dinamiche perverse.
Non riesco a capire se sono la più stupida o la più intelligente, se sono capace o una fallita, se le persone sono buone o cattive, completamente affidabili o assolutamente inaffidabili. Se non sono la migliore in un compito sono una fallita; ma poi, come ieri, faccio notare all'insegnante che quegli errori non c'erano, che aveva sbagliato lei; e dopo che controlla le lezioni lei lo ammette e allora lei è inaffidabile o ce l'ha con me, divento una bestia.
Sento forte più che mai il desiderio terribile di avere l'approvazione e l'amore di una persona "grande", è questo vuoto che mi sta uccidendo e la psicoterapia non è servita a niente.

Non riesco a vedere via d'uscita, per cercare di non imazzire ho preso un bel pò di pasticche, ma sono fregata perchè sento che non voglio neanche morire, e quindi sto all'inferno.

Avatar utente
SkyExpress
Messaggi: 80
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 15:43
Località: Cagliari

Messaggio da SkyExpress » 16 marzo 2009, 12:55

little anna ha scritto:
SkyExpress ha scritto:
leo ha scritto:Non credo sia possibile 'imparare' a vivere, cioè mi sembra che tutti noi siamo travolti da una serie di eventi casuali .. cerchiamo di razionalizzare, di mettere in fila belle parole, ma non serve...
Condivido, e sottoscrivo...
Invece non sono belle parole e non avete capito niente tutti e due, perchè questo è il mio problema e non riesco a risolvere
Io credo di aver ben compreso, invece, le parole scritte da Leo: secondo me, infatti, viviamo un'epoca piena di contraddizioni che ci fa sentire molto spesso confusi; così, mi sembra che siamo tutti alla ricerca di una specie di "formula magica", una qualche regola che possa risolvere i nostri dubbi una volta per tutte; ma, purtroppo, ritengo che questa regola non esista e che sia molto meglio, quindi, affidarci ogni volta all'istintivo buon senso, privilegiando magari le nostre più intime sensazioni piuttosto di una qualsiasi formula razionale, che il più delle volte si rivela troppo teorica ed impersonale per rispondere alle nostre specifiche esigenze spirituali, a mio avviso quasi sempre insoddisfatte.

little anna
Messaggi: 223
Iscritto il: 9 dicembre 2006, 19:44

Messaggio da little anna » 16 marzo 2009, 20:19

Bravo Skype, vedo che sei molto bravo a mettere in fila belle parole!
Non sopporto la presunzione della gente; abbi l'accortezza di dire che è un tuo punto di vista, soggettivo, perchè dentro quell'espressione ognuno ci vede quello che crede e quello che pensa, ma siccome l'ho usata io per prima, con quello io volevo intendere un mio malessere ed una mia sofferenza fortissimi insomma un concetto ben preciso per me che tu non puoi permetterti di valutare e di correggere secondo i tuoi molto soggettivi punti di vista.
Ti lascio in compagnia delle tue belle parole e spero di non aver a che fare più con te caro skype

Avatar utente
SkyExpress
Messaggi: 80
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 15:43
Località: Cagliari

Messaggio da SkyExpress » 17 marzo 2009, 10:50

:o

:shock:

:?

Avatar utente
SkyExpress
Messaggi: 80
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 15:43
Località: Cagliari

Messaggio da SkyExpress » 17 marzo 2009, 10:58

SkyExpress ha scritto:Io credo di aver ben compreso, invece, le parole scritte da Leo: secondo me, infatti, viviamo un'epoca piena di contraddizioni che ci fa sentire molto spesso confusi; così, mi sembra che siamo tutti alla ricerca di una specie di "formula magica", una qualche regola che possa risolvere i nostri dubbi una volta per tutte; ma, purtroppo, ritengo che questa regola non esista e che sia molto meglio, quindi, affidarci ogni volta all'istintivo buon senso, privilegiando magari le nostre più intime sensazioni piuttosto di una qualsiasi formula razionale, che il più delle volte si rivela troppo teorica ed impersonale per rispondere alle nostre specifiche esigenze spirituali, a mio avviso quasi sempre insoddisfatte.
:? :( :cry:

leo
Messaggi: 402
Iscritto il: 25 ottobre 2005, 13:36
Località: E.R. - Italia

Messaggio da leo » 19 marzo 2009, 18:33

SI Sky ha capito quello che intendevo.... d'altraparte anche lui nel rispondere non ha fatto altro che esprimere un suo punto di vista....come facciamo tutti...
Nessuno qui ha intenzione di sottovalutare ciò che provi littleAnna...

Ps: siamo in molti a sentire il vuoto....
"Pago la rimozione/ nessuna reazione
Per questo Lula non vince quasi mai" M.C.

Rispondi

Torna a “Dipendenze patologiche”