Come comportarsi con stalker?

Lo Stalking è un fenomeno di cui sempre più spesso si parla nella cronaca. Il significato del termine è "molestie assillanti": "molestie" che possono includere una minaccia all'incolumità fisica e in casi estremi condurre all'omicidio.

Il forum vuole promuovere la conoscenza e lo scambio di opinioni tra coloro che ne sono o ne sono state vittime, coloro che temono di esserlo e chi vuole capire e prevenire il fenomeno.

Rispondi
littleangel
Messaggi: 1
Iscritto il: 6 maggio 2015, 12:21

Come comportarsi con stalker?

Messaggio da littleangel » 6 maggio 2015, 12:52

Salve, purtroppo mi trovo in una situazione spiacevole da cui non so come uscire. Circa 4 anni fa incontrai un ragazzo apparentemente dolce e gentile e iniziammo a vederci. Già al terzo/quarto incontro mi resi conto che c'era qualcosa in lui di strano, era sfuggente e in determinate fasce orarie irraggiungibile. Ovviamente si giustificava inventando impegni di lavoro e cose del genere ma attraverso una serie di conoscenze sono venuta a sapere che il signorino era fidanzato da circa 10 anni e faceva questo giochetto con tutte le ragazze che gli capitavano a tiro. Infastidita dalla cosa, l'ho subito allontanato dicendogli che sapevo tutto e che non volevo vederlo mai più. Lui ha sempre negato l'evidenza, anche quando gli ho mostrato la sua pagina di facebook piena di foto recentissime con la sua (ignara?) fidanzata, dicendo che non era altro che una povera pazza che non si rassegnava all'idea di averlo perso e continuava a tenere quella pagina. Per fortuna, dopo una serie di insistenti tentativi sparisce dalla situazione, anche perchè nel frattempo io inizio a frequentare il mio ormai ex. Decido di cancellarmi da facebook e cambiare numero per evitare che potesse ancora infastidirmi e causare litigi con il mio fidanzato dell'epoca. Finita la relazione con questo fidanzato, decido di tornare su facebook. Con mio grande stupore, essendo passati ormai due anni, a distanza di pochi giorni dalla nuova iscrizione, mi ritrovo un messaggio di questo strano soggetto, in cui mi dice che mi ama, che non ha mai smesso di pensarmi e cose del genere. Naturalmente non gli ho dato importanza sperando che smettesse, ma purtroppo ha continuato per molto tempo. Un bel giorno, sfinita da quei continui messaggi, gli dico di smetterla perchè non voglio più sentirlo. Iniziamo a scriverci e io stupidamente rispondo a quei messaggi. Non so come ma riesce a farsi incontrare in un bar, credo di essere andata lì per dirgli quanto fosse stato squallido, non so perchè l'ho fatto ma forse volevo "togliermi il sassolino dalla scarpa". Reazione stupida che mi si è rivoltata contro... Ha ripreso a perseguitarmi e a scrivermi mille messaggi su facebook. Stufa della situazione, mi sono cancellata nuovamente e ho fatto in modo che non avesse più possibilità di contattarmi. Speravo di liberarmi così di lui e invece ha cambiato strategia: ora viene nel quartiere dove abito e, siccome finora non mi ha mai incontrato da sola, mi osserva e non dice niente. La cosa però grave è che ha preso la brutta abitudine di venire nel cuore della notte sotto casa mia e citofonarmi pregandomi di scendere perchè ha bisogno di parlarmi, perchè ha dei problemi, cerca insomma di suscitare la mia compassione, dato che ha capito che questo è un po' il mio punto debole. Tutto ciò suscita enormi preoccupazioni nei miei genitori che poverini non sanno più come reagire a questa situazione... La goccia che ha fatto traboccare il vaso però è successa ieri: arrivo allo studio dove lavoro con mio fratello e mi viene recapitato un enorme mazzo di fiori con un bigliettino anonimo con dedica sdolcinata e numero di telefono. Arrabbiata per il gesto inopportuno, mi sfogo con mio fratello, il quale chiama educatamente il tizio dicendo di evitare certe cose perchè non sono affatto gradite. La risposta è stata estremamente aggressiva: insulti e minacce contro mio fratello, finchè gli chiude il telefono in faccia. Ora mi aspetto un'altra reazione, probabilmente escogiterà altro per darmi fastidio e ho un po' paura che possa diventare anche violento. Non voglio farmi condizionare la vita da lui ma ammetto che non mi sento tranquilla e non so cosa fare. Vado dai carabinieri o aspetto (credo inutilmente...) che la smetta? Continuo a ignorarlo o gli urlo contro di smetterla? Una volta si fece scappare che aveva avuto una diffida da parte di una ragazza che aveva ripetutamente importunato, quindi ho dedotto che non è nuovo a certi comportamenti. Credo sia un soggetto fortemente patologico, e con lui la sua fidanzata che finge di non sapere e non capire niente. Mi è stato detto da conoscenze comuni che a volte la sera va nei locali da solo e beve, quindi potrebbe avere problemi con l'alcol. Non so cosa fare, qualcuno mi aiuti per favore a capirci qualcosa!

ARN
Messaggi: 2
Iscritto il: 5 agosto 2015, 10:42

Re: Come comportarsi con stalker?

Messaggio da ARN » 5 agosto 2015, 11:06

Ciao, seguo casi di stalking come il tuo. io sono una donna e sono criminologo informatico. Dottore in fisica, ho la mia esperienza lavorativa non essendo piu' tanto giovane. Ho un laboratorio con diverse strumentazioni militari per raccogliere elementi e fare perizie a sostegno di denunce presso la polizia.
Io sono dell'idea che la cosa vada sempre affrontata in modo legale ma con una strategia di difesa ben precisa fin dall'inizio. Per questo ti propongo una mia consulenza tecnica per impostare il caso.
Se sei interessata, ci scambiamo i contatti non tramite forum.
Cordialmente,
ARN

Rispondi

Torna a “Stalking e violenza alle donne”