Binge Eating

I Disturbi del Comportamento Alimentare si ripercuotono sulla qualità della vita nella sfera sessuale, familiare, sociale, professionale: molte facce di un'unica medaglia. Partiamo dal presupposto che la sofferenza non si misura in Kg. E che essere capiti e aiutati è possibile.
Vogliamo provare a parlarne insieme?


Moderatore: Dott.ssa Michela Guariniello

Rispondi
QuinoaBianca
Messaggi: 1
Iscritto il: 10 ottobre 2017, 21:46

Binge Eating

Messaggio da QuinoaBianca » 10 ottobre 2017, 22:42

Ciao a tutti. Sono una ragazza di 19 anni e ho un problema.
Non è tanto la mia storia che voglio raccontare, ma la disperazione che mi ha portato ad analizzare che il mio campanello d'allarme si è attivato più volte.
Sono arrivata ad un punto in cui sto davvero entrando in un mondo oscuro dal quale non so se ne potrei uscire più.
Sono ossessionata dal cibo.
Credo che se vedessi una persona atteggiarsi come sto facendo io, e potessi leggere i suoi pensieri, rimarrei veramente sconcertata. Sono spaventata perché credo di addentrarmi in qualcosa di troppo grande.
La mia mente ragiona, io sono consapevole di cioè che dico, apparentemente dovrei stare bene.
Il problema è quando il mio obiettivo diventa il cibo, quando mi parte il pallino che ho voglia di "...", e finché non arrivo a soddisfarmi sono disposta a tutto, anche cose che giornalmente non farei mai.
Oggi, dopo nove ore lavorative in cui non ho fatto altro che pensare all'abbuffata che mi sarei "goduta" al termine del mio lavoro, sono corsa al supermercato a piedi (30 minuti) prima che chiudesse.
Alla cassa ho realizzato che stavo dando il via a qualcosa di tremendamente grave per me. La mia pancia supplicava di lasciar perdere, la mia testa non vedeva l'ora di sbranare tutto cioè che stava per essere nelle mie mani.
Nel tragitto di ritorno ho mangiato quasi un'intera confezione di crackers. Appena sono rientrata a casa ho cominciato a cucinare circa 250 grammi di pasta e mangiare il sugo di pomodoro. Leggo ora con vergogna che mi sono mangiata 690 grammi di salsa al pomodoro con verdure. E dopo tutto questo mi sono mangiata una confezione da 4 budini al cioccolato.
Sto scoppiando e mi sento sporca, mi faccio schifo. Sono riuscita a riempire il vuoto inspiegabile che si impadronisce di me in questi momenti, ma ora non mi libero dai sensi di colpa.
Sono mesi che sono giunta alla conclusione di avere un serio problema. Sono mesi che cerco di parlarne seriamente con qualcuno ma ogni volta ricevo le solite risposte del cazzo "Ma cosa che tu non mangi mai niente", "Ma guarda che sei stra magra", "Ma bisogna che ti controlli, devi darti dei limiti".
Credevo che la nostra mente fosse abbastanza forte da poter prendere decisioni definitive. Che bastava la forza di volontà per smettere di fumare, smettere di avere delle dipendenze. In realtà mi sbagliavo, mi guardo come persona esterna e davvero ho pensieri troppo brutti. Analizzo le mie sensazioni e ho paura, sento un distacco infinito tra me ed il mondo. Arrivo ad accumulare sporcizia e pesantezza all'interno del mio corpo ed intorno a me finché non tocco il fondo e ne esco facendo giorni di digiuno e pulendo tutto ciò che mi circonda. Appena qualcosa si "sporca" internamente o esternamente a me, il circolo vizioso ricomincia.
Io giuro che ci provo a darmi un freno, mi prometto ogni volta di non ricaderci più, cerco soluzioni, disegno le motivazioni, libero la mia creatività per cercare di seguire ciò che credo sia giusto, provo ad ascoltare il mio corpo quando mi comunica che ha DAVVERO fame, faccio schemi.. Tutto procede in modo armonioso finché appunto al minimo intoppo ricado nel vortice. Il mio problema oltre ad aver toccato il fondo mille volte senza ancora non aver imparato la lezione, sono preoccupata di toccarlo nuovamente e rimanere intrappolata, come ho avvertito questa sera.
Vorrei avere una soluzione a questo mio problema, perché so di averlo, e cerco di comunicarlo, ma senza ricevere ciò che mi tira fuori.
Scusate per tutta questa esplosione di pensieri.

Jade
Messaggi: 2
Iscritto il: 21 gennaio 2018, 8:35

Re: Binge Eating

Messaggio da Jade » 21 gennaio 2018, 8:43

Heyla ciao,
Ho.letto ciò che hai scritto tutto di un fiato e mi sono ritrovata in quasi.tutto quello che hai detto anche perché poi ognuno ha.le sue dinamiche perverse.
Sono un po' più grande di te, ne ho 30 di anni eppure ancora ci.ricasco e quando lo faccio, beh è a regola d'arte anche se so che razionalmente sto sbagliando e che dopo starò peggio e inizieranno le paranoie del tipo ingrasserò, mi sentirò gonfia e in colpa eppure niente ferma questo meccanismo.
Ci sono giorni in cui tutto sembra equilibrato ma è come se tutto fosse li in agguato... ho provato psicoterapia e lei era davvero brava eppure nulla... se ti va di scambiarci le nostre storie più che volentieri...

Flavia_ore
Messaggi: 1
Iscritto il: 25 novembre 2018, 22:36

Re: Binge Eating

Messaggio da Flavia_ore » 25 novembre 2018, 22:39

Non ho mai letto una storia cosi uguale alla mia
Mi hai toccato veramente tanto. Contattami se vuoi aiuto a vicenda (3246243958)

Rispondi

Torna a “Disturbi alimentari (anoressia, bulimia, binge eating, obesità...): si può, anzi si deve guarire”