Trasferimento, convivenza, aumento di peso. Come rimediare?

I Disturbi del Comportamento Alimentare si ripercuotono sulla qualità della vita nella sfera sessuale, familiare, sociale, professionale: molte facce di un'unica medaglia. Partiamo dal presupposto che la sofferenza non si misura in Kg. E che essere capiti e aiutati è possibile.
Vogliamo provare a parlarne insieme?


Moderatore: Dott.ssa Michela Guariniello

Rispondi
Crazy_Diamond
Messaggi: 3
Iscritto il: 11 agosto 2015, 16:41

Trasferimento, convivenza, aumento di peso. Come rimediare?

Messaggio da Crazy_Diamond » 11 agosto 2015, 17:31

Ciao a tutti/e, sono una ragazza di 28 anni studentessa universitaria (fuori corso) e da novembre scorso mi sono trasferita dalla mia città natale per andare a vivere col mio ragazzo e la sua famiglia. Da circa 5 anni soffro di ansia e attacchi di panico, su cui influisce in maniera significativa la mia fobia per il vomito (emetofobia); soprattutto nei primi periodi che soffrivo di questi disturbi mi sono rivolta a degli psichiatri che mi hanno un pò spiegato il motivo di questi miei disagi, ma non ho mai seguito una terapia (un pò perchè i malesseri andavano molto a periodo e anche per motivi economici che non mi hanno permesso di poter intraprendere un persorso con uno psichiatra privato). Ho deciso di scrivere in questa sezione perchè, nonostante per tutta la vita abbia alternato periodi di peso forma ad altri di sovrappeso, finora non ho mai risentito molto di disagi legati al peso, mentre nell'ultimo periodo sta diventando un chiodo fisso. Come ho detto, da novembre non vivo più con la mia famiglia, ma vivo col mio ragazzo e i miei suoceri... quando sono arrivata qui pesavo 75 kili (sono alta 1,70 m), raggiunti dopo l'ennesima dieta. So bene che non era comunque il mio peso forma ma ovviamente rispetto a com'ero prima di iniziare la dieta che mi ha portato a quel peso mi vedevo molto meglio... :lol: Il problema nasce dal fatto che nella famiglia dove vivo ora mangiano tanto, e per una forma di ospitalità, mi fanno mangiare tanto... risultato è che ora peso quasi 20 kili di più, ed è inutile dire che tutto ciò mi sta portando ad una frustrazione assurda (non mi piaccio, armadio pieno di vestiti che non entrano più ecc..). A Febbraio feci una visita da un medico sportivo (richiesta dalla società da cui a Gennaio ho iniziato a fare sport) e già pesavo 85 kili (se la matematica non è un'opinione ho preso 10 Kg in circa 3 mesi e mezzo). Dopo quella visita sia io che il mio ragazzo (anche lui risultato sovrappeso) abbiamo detto a sua madre (che prepara i pasti) che il dottore ci ha espressamente detto di dimagrire, riducendo le porzioni, stando attenti ai grassi e altre indicazioni del genere. Fatto sta che non è cambiato nulla infatti ho continuato a prendere peso nonostante avessi iniziato anche a fare sport regolarmente (tennistavolo da gennaio a maggio e palestra da giugno ad ora). Il discorso è che io voglio stare a dieta, vorrei fare una dieta, non ho problemi a seguire una dieta, il problema è che in questa casa non ci riesco. Mia suocera cucina tanto, molto più del necessario, e ci sono delle dinamiche che si formano a tavola che non riesco a scardinare, tipo la solita frase "mi raccomando finite tutto che la roba non si può buttare" oppure "ma sei sicura che basta così? dai prendi altra roba"... insomma io provo a limitarmi a tavola, ma sembra che ogni volta devo partire per una guerra contro questa tendenza da parte dei miei suoceri a volermi fare mangiare. Oppure capita che per un paio di giorni mia suocera mi pesa effettivamente 60 gr. di pasta, poi al terzo giorno ricomincia a propinarmene più di un etto! Ed è questo che mi provoca profonda frustrazione... il fatto che vedo che la situazione andrà solo a peggiorare e ovviamente non voglio! Ma non so come uscirne!! Ho provato con lo sport ma mi sembra solo di aver buttato tempo e soldi perchè tanto poi l'alimentazione annullava gli effetti delle fatiche fatte! Ho anche pensato di rivolgermi ad un dietologo o endocrinologo della zona ma non l'ho fatto perchè non so se ne vale la pena per il semplice motivo che poi non so se riuscirei a segurie le indicazioni che mi darebbero! Credetemi non so come risolvere la situazione, so solo che se continuo così tra un paio di settimane i pochi vestiti rimasti non mi entreranno più... :cry:

Kelneli
Messaggi: 252
Iscritto il: 1 giugno 2019, 11:47
Località: Portugal
Contatta:

Propecia Alicante Kelneli

Messaggio da Kelneli » 24 giugno 2019, 3:22

When Will Viagra Go Generic cialis 5mg Buy Viagra Canadian No Prescription Viagra Effets Negatifs Amoxicillin 500mg Online Orders

Rispondi

Torna a “Disturbi alimentari (anoressia, bulimia, binge eating, obesità...): si può, anzi si deve guarire”