BINGE????

I Disturbi del Comportamento Alimentare si ripercuotono sulla qualità della vita nella sfera sessuale, familiare, sociale, professionale: molte facce di un'unica medaglia. Partiamo dal presupposto che la sofferenza non si misura in Kg. E che essere capiti e aiutati è possibile.
Vogliamo provare a parlarne insieme?


Moderatore: Dott.ssa Michela Guariniello

karin87
Messaggi: 9
Iscritto il: 2 agosto 2009, 23:46

anch'io :-(

Messaggio da karin87 » 3 agosto 2009, 0:01

ciao sandrina
anch'io soffro di binge, da 6 anni, ma al contrario di te non ho ancora avuto il coraggio di affrontare il problema con nessuno. In famiglia men che meno perchè la causa dei miei complessi fin dall'infanzia sono i miei genitori. Sono passata anch'io attraverso vari stadi...prima stavo per diventare anoressica, poi il binge. Non riesco a parlarne con nessuno e nessuno si è mai accorto di quanto soffrissi perchè come dici tu, quando non sei magro nessuno capisce che stai male. Vorrei sapere come hai affrontato il problema all'inizio...io non ce la faccio più, sono stanca..ogni volta penso sia l'ultima, ma ci ricado sempre e soffro in silenzio...è come gridare aiuto senza che nessuno ti riesca a sentire...
un bacio

Michela Guariniello
Messaggi: 161
Iscritto il: 3 giugno 2009, 23:08
Località: campania

Messaggio da Michela Guariniello » 3 agosto 2009, 10:29

Cara Karin,
credo che già il fatto che tu sia riuscita ad aprirti almeno qui sia un passo avanti, non credi?
Io lo spiraglio di luce lo vedo, e tu? Lo riesci a vedere?
Inoltre ti sei data tante risposte se rileggi quanto hai scritto : "Gridare aiuto senza che nessuno riesca a sentirti", questa frase dice molto. Rifletti.
Un abbraccio forte
Dott.ssa Michela Guariniello
Psicologa/Specializzanda in psicoterapia sistemico relazionale
Specializzata in clinica psicoanalitica dell'anoressia,bulimia,obesità presso l'A.B.A.
www.psicologicampania.it

karin87
Messaggi: 9
Iscritto il: 2 agosto 2009, 23:46

:-)

Messaggio da karin87 » 3 agosto 2009, 10:54

sì è già un passo grande quello di prender parte al forum...in effetti solo con persone che possono realmente capire il disagio di questo disturbo riesco a parlarne. ho come l'impressione che gli altri non capirebbero mai. Però dalla realtà virtuale a quella vera c'è molta distanza. Io sono una persona molto chiusa, riservata e il fatto di rivelare una cosa simile mi crea molti problemi. Ma forse continuando a confrontarmi con le altre troverò la forza di parlare.
Grazie mille per l'aiuto, è bello avere qualcuno che ti capisca!

sandrina85
Messaggi: 54
Iscritto il: 5 giugno 2009, 8:55
Località: avellino

Messaggio da sandrina85 » 3 agosto 2009, 12:32

ciao Karina benvenuta.Io soffro d binge da un anno prima er anoressica.Sono stata mesi a piangere a casa e i miei se ne sono accorti ma nn sn riusciti a fre molto xkè ora o capito ke dobbiamo essere noi a fare nn gli altri.Dopo mesi finalmente anke grazie alla dottoressa guariniello sn riuscita ad andare da un centro,l'aba ho fatto solo una seduta ma sto gia un pò meglio.fatti aiutare te lo dico cn il cuore

Michela Guariniello
Messaggi: 161
Iscritto il: 3 giugno 2009, 23:08
Località: campania

Re: :-)

Messaggio da Michela Guariniello » 5 agosto 2009, 22:43

karin87 ha scritto:sì è già un passo grande quello di prender parte al forum...in effetti solo con persone che possono realmente capire il disagio di questo disturbo riesco a parlarne. ho come l'impressione che gli altri non capirebbero mai. Però dalla realtà virtuale a quella vera c'è molta distanza. Io sono una persona molto chiusa, riservata e il fatto di rivelare una cosa simile mi crea molti problemi. Ma forse continuando a confrontarmi con le altre troverò la forza di parlare.
Grazie mille per l'aiuto, è bello avere qualcuno che ti capisca!
Cara Karin,
comprendo perfettamente quanto sia dura uscire allo scoperto e parlarne, ma oltre a farlo con chi ti può capire occorre che tu lo faccia con chi ti può aiutare..
Anche la realtà virtuale è comunque una realtà,noi tutti siamo REALI, quindi non sottovalutare ciò che hai fatto.
Facci sapere come va.
Un forte abbraccio
Dott.ssa Michela Guariniello
Psicologa/Specializzanda in psicoterapia sistemico relazionale
Specializzata in clinica psicoanalitica dell'anoressia,bulimia,obesità presso l'A.B.A.
www.psicologicampania.it

Avatar utente
Allie
Messaggi: 19
Iscritto il: 6 agosto 2009, 19:54

Messaggio da Allie » 6 agosto 2009, 20:07

Binge...strumento estremamente anestetizzante, strumento che crea dipendenza, e con esso sofferenza..
Ne soffro come voi, e ho scoperto da poco che un aiuto di un professionista è veramente importante...
(lasciatemi scrivere questa frase non mia: "perchè se ti rompi una gamba non provi ad aggiustartela da sola nè chiedi ai tuoi amici o ai tuoi genitori di aggiustartela; vai da un preofessionista che te la possa rimettere a posto..allo stesso modo se soffri di un male in cui centra la mente non chiedi ad un amico di metterla a posto ma vai da qualcuno che abbia davvero gli strumenti per farlo..)
Il mio percorso anti binge è iniziato solo ad aprile e ho già scoperto diverse cose che non immaginavo o ricordavo di provare/aver provato...questo non vuol dire che ho smesso di abbuffarmi purtroppo ma so che non devo avere fretta, perchè se mi demoralizzo allora davvero non risolverò mai il mio problema..
Mi sa che per questa sera ho finito le parole, reduce da un'abbuffata che credevo di aver scampato..
leggo i vostri commenti, i vostri percorsi e i suggerimenti della dottoressa con interesse e continuerò a farlo nella speranza che siano un aiuto in più..
buona serata a tutte/i!

Michela Guariniello
Messaggi: 161
Iscritto il: 3 giugno 2009, 23:08
Località: campania

Messaggio da Michela Guariniello » 6 agosto 2009, 20:50

Cara Allie,
mi è piaciuto molto il tuo post.
Innanzitutto Bellissima ed adeguatissima la frase che hai riportato : spero la leggano in molti perchè spesso i disturbi psichici nonostante siano invalidanti tanto quanto quelli fisici specie quando non molto visibili all'esterno tendono ad essere sottovalutati e credo si potrebbe fare molto di più in campo preventivo se fosse data loro più importanza.
Un'altra cosa che mi è piaciuta molto e che spero leggano in tanti è il riconoscere l'importanza dell'aiuto di un esperto in materia, che è diversa purtroppo dall'aiuto che seppur fndamentale ti può offrire un amico e/o un familiare.
Ne approfitto quindi per ringraziare te e le altre del forum (Allegra, Mony, ecc) di condvidere qui le vostre esperienze, credetemi ci sono tante persone in difficoltà che leggono e sono certa faranno tesoro di tutto ciò.

Passando a te cara Allie,
hai fatto un'abbuffata ? TRANQUILLA, non è successo niente, domani sarà un altro giorno, si vede che oggi ne avevi bisogno, domani ti rialzerai.
Non stare giù per questa piccola ricaduta, soffermati sui passi avanti che hai fatto..
Un forte abbraccio con tutto il cuore
Dott.ssa Michela Guariniello
Psicologa/Specializzanda in psicoterapia sistemico relazionale
Specializzata in clinica psicoanalitica dell'anoressia,bulimia,obesità presso l'A.B.A.
www.psicologicampania.it

sandrina85
Messaggi: 54
Iscritto il: 5 giugno 2009, 8:55
Località: avellino

Messaggio da sandrina85 » 10 agosto 2009, 20:05

ciao allie spero stai meglio

Avatar utente
Allie
Messaggi: 19
Iscritto il: 6 agosto 2009, 19:54

Messaggio da Allie » 11 agosto 2009, 18:32

Mah, meglio non troppo..anche se so che dovrei lamentarmi di meno e apprezzare di più quello che ho fatto fin ora.
Ieri ho parlato con il mio ragazzo (St.)che mi sta dando un enorme enorme aiuto, facendomi riflettere sulle cose che sono riuscita a fare e su quelle che mi mancano. Poi mi ha fatto ragionare sul mio aspetto fisico e sulla mia distorta visione del mio corpo..
E' una persona veramente "onesta" e mi ha detto che se voglio dimagrire di per se non è un obbiettivo positivo o negativo, il negativo è vedermi orribile come mi vedo ora, cosa che, lui dice, non è assolutamente vera.
Eppure è così, continuo a vedermi orribile.
Quello che mi infastidisce della mia situazione (e immagino capiti anche a voi) è questo:
quando qualche anno fa ho passato una fase di dimagrimento le persone della mia famiglia notavano che mangiavo di meno, che avevo qualcosa e cercavano di squotermi (coi modi erronei dei genitori capaci di dire solo "mangia!""mangia!"..); ora che sono ingrassata di 6 chili in 6 mesi sembra che vada tutto meglio, sembra che siccome sono paffuta e non troppo secca stia meglio..non è così, non è così. e non lo capiscono. Il male c'è, esattamente uguale a prima, di diverso ora c'è solo il desiderio di combatterlo..
Vi lascio con questo pensiero su cui mi sono soffermata con St.
Lui dice che per raggiungere un equilibrio ci devono essere un positivo (+) ed un negativo (-) che si bilanciano:
l'esempio pratico che mi ha fatto lui: se fai un corso per diventare giardiniere mentre fai il corso hai sempre meno soldi (-) ma sempre più competenza (+), quindi da una parte sarai più povero ma dall'altra avrai ottenuto qualcosa di utile all'equilibrio che potrebbe essere raccimolare qualche soldo facendo il giardiniere;
allo stesso modo quando ero magra avevo la soddisfazione di essere più magra (+) ma comunque mi abbuffavo (-), avevo meno "cervello" e nessuna possibilità di miglioramento (-)
quest'anno sono ingrassata (per me un -), mi abbuffo comunque (- che è rimasto come l'anno scorso) ma quanto meno ho una possibilità più che tangibile di miglioramento (+)...voglio vedermi più tendente al positivo..che dite?!

Avatar utente
Allie
Messaggi: 19
Iscritto il: 6 agosto 2009, 19:54

Messaggio da Allie » 11 agosto 2009, 18:36

ps.. :oops: scusate l'erroraccio grammaticale di squotermi (oh mamma!!)...sCuotermi!!! :oops: :oops: :roll:

karin87
Messaggi: 9
Iscritto il: 2 agosto 2009, 23:46

Messaggio da karin87 » 12 agosto 2009, 11:16

ciao allie! è bello poter leggere che altre persone provano le stesse cose...fino a poco tempo fa credevo di essere l'unica, di essere sola. In realtà finchè non riuscirò a tirar fuori tutto il dolore di questi anni penso che mi sentirò sola...Anch'io come te continuo a vedermi orribile...ieri sera mi sono guardata alla specchio e ho pianto per un'ora...è terribile non poter esprimersi...Nonostante sia anche dimagrita e gli altri non facciano più commenti sul mio fisico io non riesco nemmeno a guardarmi allo specchio! Eppure è passato così tanto tempo che mi sono abituata a sentirmi così e non ricordo nemmeno come ci si senta a star bene! è questo forse il problema...lo star male è diventata normalità :cry:

Michela Guariniello
Messaggi: 161
Iscritto il: 3 giugno 2009, 23:08
Località: campania

Messaggio da Michela Guariniello » 13 agosto 2009, 14:37

@ Cara Allie,
il tuo ragazzo è proprio in gamba devo dire, ha perfettamente ragione su tutto!
So che è atroce tanto quanto atterrente non essere più "viste" come sofferenti perchè di normopeso, è come se venisse a mancare uno dei bisogni della malattia, ovvero COMUNICARE il proprio dolore attraverso il corpo. E più non si viene "visti", più si soffre, più ci si fa del male, più si cerca in tutti i modi (seppur sbagliati) di gridare aiuto, o meglio di essere accolti, ascoltati, ecc. Quindi a mio avviso visto che il corpo non è più "complice" della malattia (per fortuna), credo sia arrivato il momento di esprime a parole il dolore. A tal proposito, tu Allie hai solo accennato alla tua famiglia, hai mai parlato apertamente con loro di ciò che stai vivendo in questo momento?

@ Cara Karin,
credo che la percezione della propria immagine corporea cambi parallelamente all'ideale che si ha di noi stessi e che ahimè si costruisce dai primi anni di vita, e quest'ultimo migliora con il percorso psicoterapeutico, ovvero ridimensionandolo.
Finchè noi ci rifugiamo dentro uno specchio che rappresentando tutto tranne la realtà non dice mai la verità, finchè pendiamo dalle labbra di quello specchio che anche a "30 kg" ti fa vedere "obesa" non si va avanti, è tutto il DENTRO che deve essere migliorato, affrontato, elaborato, ridimensionato, ed il FUORI,l'esterno, gli altri, come risorse cui attingere.
Purtroppo lo so che è difficile e sno ripetitiva ma tutto sta nel cambiare atteggiamento e nell'intraprendere un percorso verso l'accettazione ed espressione di sè stessi.

Un abbraccio frte forte
Dott.ssa Michela Guariniello
Psicologa/Specializzanda in psicoterapia sistemico relazionale
Specializzata in clinica psicoanalitica dell'anoressia,bulimia,obesità presso l'A.B.A.
www.psicologicampania.it

Avatar utente
allegra
Messaggi: 1585
Iscritto il: 9 dicembre 2005, 21:11

Messaggio da allegra » 21 agosto 2009, 16:02

ciao piccola sandrina, come stai? spero bene. io purtroppo oggi non mi sento tanto bene, forse mi sentirei meglio se sentissi la mia psicoterapeuta, ma non posso telefonarle così sono venuta qua a sfogarmi.

lally85
Messaggi: 21
Iscritto il: 4 settembre 2009, 8:32

Messaggio da lally85 » 4 settembre 2009, 8:55

Mi chiamo Laura e vi scrivo perchè sono disperata. Soffro di binge da qualche mese e ogni giorno ricado in questa trappola che mi tiene prigioniera isolandomi dalla Vita. Ho escluso tutti e tutto le giornate mi scivolano via senza che io riesca a far nulla per frenare questo impulso. Mi vergogno e non esco di casa per questo.Sento addosso gli sguardi di chiunque e i giudizi a metà fra la compassione e il disgusto. Non capisco che mi sta succedendo. Un bacio,Laura.

Avatar utente
Allie
Messaggi: 19
Iscritto il: 6 agosto 2009, 19:54

brava laura!

Messaggio da Allie » 4 settembre 2009, 14:11

Laura! innanzitutto: brava. Brava perchè ti sei accorta di avere un problema e di aver avuto il coraggio di reagire, di non subirlo!
Poi, ti prego, stai tranquilla, non ti spaventare troppo..come avrai visto è un problema che non hai solo tu e questo è il posto giusto per iniziare a reagire!
Non vorrei darti consigli sbagliati ma vorrei chiederti di capire cos'è successo nella tua vita qualche mese fa che ti ha scombussolato a tal punto da farti iniziare con il binge! Per altre domande aspetterei il parere della dottoressa che ci dà spesso dei consigli su questo forum..
Ti abbraccio, e ti prego cerca di essere serena per quanto possibile.
E se ti va continua a scrivere e a sfogarti qui, noi ti siamo vicine!
Perchè quando ti rompi una gamba non te la curi da sola nè chiedi alla tua amica o al tuo ragazzo di aiutarti: vai in ospedale da un professionista e chiedi a lui che te la aggiusti

Rispondi

Torna a “Disturbi alimentari (anoressia, bulimia, binge eating, obesità...): si può, anzi si deve guarire”