sono invidiosa del mio ragazzo

Hai mai pensato a quanti problemi sia legato l'affetto tra le persone? In fondo, tutte le altre emozioni nascono dalla frustrazione e/o dalla ricerca di amore e di essere amati, rassicurati sempre rispetto alle conferme affettive.
Ma è proprio dai genitori e da chi ci sta più vicino, (o meglio che ti aspetti ti stia più vicino) come i fratelli e le sorelle che spesso riceviamo le prime delusioni e continuiamo a soffrire anche da adulti, anche quando ci rendiamo conto che è un gioco senza fine. E' veramente difficile resistere alla tentazione di credere che un giorno per noi qualcuno cambierà e ci dimostrerà di essere come noi abbiamo sempre sperato.
Qual è la tua esperienza?


Moderatore: Dr.ssa Daniela Benedetto

Rispondi
Phebe
Messaggi: 3
Iscritto il: 2 aprile 2006, 22:09

sono invidiosa del mio ragazzo

Messaggio da Phebe » 4 maggio 2010, 17:45

Ciao a tutti,vi confesso che mi vergogno un pò di quello che sto scrivendo...l'oggetto del mio mex non è propriamente giusto ma non so come chiamere quello che mi sta succedendo proverò a spiegarlo dal principio!Allora sono una studentessa che ha avuto una vita universitaria un pò "complicata",diciamo che mi posso definire fuori corso visto che dopo aver studiato per tre anni a roma,a seguito di un forte esaurimento nervoso(dovuto tra le tante cause anche agli insuccessi univers.) ho cambiato città ed ho ripreso l'univer dall'inizio e la seconda volta devo dire che le cose stanno andando meglio,anche se non velocemente come dovrebbero...cmq il punto non è questo...durante questi anni tutte le mie amiche invece sono andate avanti,si sono laureate e la gran parte già lavora...bene quando so che qualcuno si laurea mi prendono forti crisi perchè mi sento inferiore,e sempre indietro..mi sembra che per quanto mi sforzi non vado avanti,e cose così...beh ora si sta per laureare il mio ragazzo,e sono molto felice di questo...ma sono sconcertata dal fatto che in crisi ci sto andando lo stesso,e non mi sembra normale,io questa persona la dovrei amare allora perchè non lo voglio vedere perchè mi mette ansia,mi specchio in lui e l'immagine che ho di me stessa mi ferisce...e come se la sua laurea amplificasse i mie fallimenti!sono decisamente poco normale!ho scritto invidia,ma in realtà non lo invidio,non è quello il problema,so che piano piano ci arriverò anche io ma mi sento inferiore...la cosa brutta e che viviamo lontani,finchè lui è stato qui con me sono stata tranquilla,poi quando è andato via mi sono sentita come sollevata e non lo volevo più sentire...e la cosa mi ha sconvolto,ho cominciato a chideremi se il problema non fosse che non lo amo più?insomma se l'amassi penserei queste cose?sarei "invidiosa"?non lo vorrei più sentire?mi mandarebbe in cirisi la sua laurea?....
voi cosa ne pensate?io vivo veramente male il confronto a livello universitario con gli altri,mi vengono crisi molto forti ma poi passano e riprendo la mia vita normalmente...ma secondo voi dovrei collegare questa crisi verso la laurea del mio ragazzo con il fatto che magari non lo amo più?ho proprio una sensazione di paura quando scrivo e penso a queste cose,e sono così confusa che non riesco più a capire nulla...non vorrei star confondendo una cosa per un altra,non riesco a capire cosa sia veramente a mandarmi in crisi se la laurea o il poter non amare più...non so quale sia il vero motivo e non riesco a tranquillizzarmi e quindi riuscire ad affrontarlo...qualcuno sa come potrei fare?

P.s=scusatemi se ho sbagliato forum
Vivo uno stato di congenita indecisione

chilli
Messaggi: 1
Iscritto il: 15 maggio 2010, 15:47

Messaggio da chilli » 15 maggio 2010, 15:49

Ciao,

premetto che non sono un professionista, pero' il tuo messaggio e l'argomento dell'invidia mi interessano. Posso chiederti perché ti sei sentita sollevata qundo il tuo ragazzo ha cambiato città ?


ciao !

Rispondi

Torna a “Quando l'amore ti uccide”