Amore Tossico

Hai mai pensato a quanti problemi sia legato l'affetto tra le persone? In fondo, tutte le altre emozioni nascono dalla frustrazione e/o dalla ricerca di amore e di essere amati, rassicurati sempre rispetto alle conferme affettive.
Ma è proprio dai genitori e da chi ci sta più vicino, (o meglio che ti aspetti ti stia più vicino) come i fratelli e le sorelle che spesso riceviamo le prime delusioni e continuiamo a soffrire anche da adulti, anche quando ci rendiamo conto che è un gioco senza fine. E' veramente difficile resistere alla tentazione di credere che un giorno per noi qualcuno cambierà e ci dimostrerà di essere come noi abbiamo sempre sperato.
Qual è la tua esperienza?


Moderatore: Dr.ssa Daniela Benedetto

Rispondi
polveredisogni
Messaggi: 1
Iscritto il: 12 agosto 2011, 2:54

Amore Tossico

Messaggio da polveredisogni » 12 agosto 2011, 3:20

Solitamente tento di sbrigarmi da sola le diatribe legate all'amore, questa volta un'amore tossico ha stroncato me.
E' mai possibile che una persona in un solo mese emmezzo, vissuto a 300 all'ora, ti possa entrare così nella mente e nel cuore tanto da divenirne una fissazione morbosa?
Questa persona è poco piu grande di me, doppio lavoro, uno di questi è un lavoro "pubblico" che lo rende "semi famoso", non ha mai conosciuto il padre, è cresciuto con 3 donne autoritarie delle quali 2 sono morte e sin da quando aveva 18 anni si è "costruito" da solo, come lui stesso ammette. Personalità forte, almeno in apparenza, gran faccia da bronzo. Era appena uscito da una storia di due anni, a quanto diceva lui era da tempo ormai che mi aveva notato, ero stata avvertita da svariate persone che non era propriamente una persona che facesse per me perchè era un "dongiovanni" ma nonostante questo la mia cocciutaggine mi ha portato a volerlo cmq conoscere e vivere perchè volevo farmi io un'idea sulla sua persona senza dover ragionare con la testa altrui. Ho vissuto la mia favoletta nella quale lui si comportava diversamente da come aveva trattato TUTTE le altre, gli amici in comune e chi lo conosceva per la sua fama erano allibiti dai suoi comportamenti, presentazioni ufficiali in casa all'unico suo parente in vita, mi trattava come una principessa. Mi ha dato tutto, cene, piccola vacanzina, affetto, trattamento particolare...Di cosa dovrei lamentarmi? Del fatto che da un momento all'altro nell'ultima settimana di storia è cambiato, era ancora piu ambiguo del solito (perchè ciò che constatavo era una persona che diceva un sacco di cose che si contrastavano l'una con l'altra), scoprii che aveva un grande problema con il sesso, ne era e ne è tutt'ora ossessionato, mi obbligava a guardare in film pornografici con lui e voleva che li emulassi, tutto questo mischiato al fatto che lui suscitava in me una grande sudditanza psicologica e al fatto che lo vedevo come quello che ogni cosa che faceva e toccava era perfetto, mi facevano bloccare, sessualmente parlando e questo ne ha scaturito il fatto di esser stata lasciata. Insulti, scene da pazzo (poi ho scoperto che ha dei problemi con la cocaina), pianti. Il giorno prima di lasciarmi mi ha fatto un lungo discorso dicendomi che mi aveva scelta, che non avrebbe mai cambiato la sua scelta, che mi voleva bene, che non poteva fare a meno di me, che avrebbe aspettato il tempo che serviva per farmi sbloccare. Il giorno dopo mi ha lasciata dicendomi che anche l'occhio vuole la sua parte, che non ero sexy e che lui era un uomo e aveva delle necessità primarie. Poi sono iniziati i dispetti da parte sua, il giorno stesso ha portato al nostro bar un altra e senza pudore ha fatto dei grandi "limoni" pubblici poi è andato in giro a dire che lui ci provava con tutte o usciva con gente "improbabile" per farmi avere una reazione...Poi da un giorno all'altro è come se avesse dimenticato tutto e ha ripreso a parlarmi, ad abbracciarmi a provarci nuovamente ma ciò che ne emerge è una persona che non vuole legarsi perchè è talmente fissato al sesso che non ne riesce a fare a meno. Io non sono una psicologa, sua madre lo era, ma per quel poco che ne sò delle reazioni umane se un uomo non è interessato a te non continua ad ostinarsi sulla sua preda a maggior ragione se è un egocentrico, superficiale che basa tutta la sua vita sull'aggradamento sessuale. Credo che ora gli sia passata la fissazione, un pò... Cio che ne resta di me è una ragazza dal cuore infranto, convinta di poter riuscire con la propria diversità a tenersi e a saper prendere un elemento del genere. Mi sono innamorata, in così poco tempo ma c'è riuscito e io non riesco a farmene una ragione a maggior ragione perchè ha tirato fuori da me problematiche che ero riuscita tempo indietro a risolvere parzialmente sopratutto legate al fatto dell autoconsiderazione di me stessa che mi avevano portato ad una passata depressione con conseguente anoressia. Cosa dovrei fare secodo voi? Cosa dovrei pensare? Questo è un forum nel quale uno psicologo risponde, spero di riuscire ad avere magari un quadro equo di quella che è la situazione. Grazie per l'ascolto.

minascondodame
Messaggi: 4
Iscritto il: 13 febbraio 2013, 6:47

Re: Amore Tossico

Messaggio da minascondodame » 15 febbraio 2013, 5:49

una sola cosa devi fare tesoro mio... allontanati da quest'uomo... altrimenti davvero ti verrà la depressione.

Rispondi

Torna a “Quando l'amore ti uccide”