ho bisogno di un grande aiuto

Hai mai pensato a quanti problemi sia legato l'affetto tra le persone? In fondo, tutte le altre emozioni nascono dalla frustrazione e/o dalla ricerca di amore e di essere amati, rassicurati sempre rispetto alle conferme affettive.
Ma è proprio dai genitori e da chi ci sta più vicino, (o meglio che ti aspetti ti stia più vicino) come i fratelli e le sorelle che spesso riceviamo le prime delusioni e continuiamo a soffrire anche da adulti, anche quando ci rendiamo conto che è un gioco senza fine. E' veramente difficile resistere alla tentazione di credere che un giorno per noi qualcuno cambierà e ci dimostrerà di essere come noi abbiamo sempre sperato.
Qual è la tua esperienza?


Moderatore: Dr.ssa Daniela Benedetto

Rispondi
naples
Messaggi: 1
Iscritto il: 8 ottobre 2011, 9:55

ho bisogno di un grande aiuto

Messaggio da naples » 8 ottobre 2011, 11:14

salve a tutti...sbirciando su internet ho trovato questo bel forum e spero di ricevere una risposta a quesiti che mi stanno togliendo l'anima...mi scuso in anticipo per il mio essere prolisso ma vorrei spiegare bene la situazione in modo da farvi un quadro completo della situazione e permettervi di capire il tutto.
5 anni fa mi sono fidanzato con una ragazza della mia stessa età..all'epoca avevamo 18 anni...tutto nacque da un incontro ad un festa 3 giorni prima di partire per le vacanze...quei 3 giorni furono l'apoteosi della passione al quale decidemmo di dare un seguito alla fine delle vacanze...durante le vacanze lei mi disse che aveva avuto una relazione con un altro ragazzo e non sapeva quale dei due scegliere al ritorno..io mi feci da parte e lei sentendo la mancanza dopo un mesetto ritornò e ci fidanzammo...la storia iniziò nel migliore dei modi non riuscivamo a staccarci ecc...ed andava avanti sempre meglio fino a due anni dopo in cui prima delle vacanze lei si volle prendere una pausa di riflessione perchè notò un mio distaccamento dato dal fatto che lei:avendo problemi gravi in famiglia (genitori che litigano sempre ed un fratello drogato) scaricava i problemi su di me che non ero più un fidanzato ma un' ancora di salvezza....io li ls presi abb bene nel senso che ci pensavo ma non più di tanto..poi lei tornati dalle vacanze il giorno del nostro anniversario mi chiamò dicendo che voleva riprovarci ed io in nome del sentimento che provavo ci ho ritentato....per altri 2 anni le cose andavano miglioranzo...lei si sentiva più autonoma ed io continuavo ad amarla...quest'anno a causa del suo tanto studio e di una mia nuova vita lavorativa si sono ridotte le volte che ci vedevamo e sentivamo...il sentimento era lo stesso ma eravamo un pò distanti causa impegni(cosa per me normalissima)..prima delle vacanze lei mi espone un problema dicendo che non ci stavamo più coltivando come prima e che on ci stava più bene...io gli dissi che era normale e che lo avevo notato anche io ma siccome eravamo presi da mille cose era normale che succedesse..dopo un pò di discussione decidiamo di cercare di migliorare le cose...il giorno dopo partiamo per le vacanze ..e subito dopo un paio di giorni in cui lei scrutava ogni mio singolo comportamento per capire se le cose cambiavano o no ne parliamo e decidiamo che se non ci mettiamo la situazione alle spalle la vedremo sempre male e non si sarebbe mai riusciti a provarci veramente..dopo questo chiarimento le cose vanno benissimo tutti d'amore e daccordo...dopo una settimana dal rientro in cui io preso da 12 ore di lavoro continue e lei dal suo studio ci vediamo pochissimo...e lei decide di prendersi una pausa di riflessione poichè soffriva molto della situazione...io cerco prima di mediare ma quando vedo che la cosa era impossibile gli concedo questo periodo...che dura una settimana in cui non mi faccio sentire per suo espresso volere..lei alle amiche dice che io non ho fatto il minimo gesto per cambiare le cose e non ho fatto nemmeno una telefonata..allorchè io la chiamo cercando di capire cosa stesse passando e di cercare di mutare le cose...ma lei dice che in quel momento preferiva sistemare un pò di cose sue e che la sua felicità in quel momento veniva prima di tutto...io come un pazzo dopo un paio di giorni vado in un locale in cui sapevo che c'era e lei alla vista si sente male ma dopo 10 minuti iniziamo a parlare e lei dice di aver capito che non mi amava più e che in que momento aveva bisogno di mettere un attimo la sua vita a posto e di diventare indipendente da tutto e tutti poichè mi vedeva sempre come quello che doveva risolvere i suoi problemi...io shoccato da come si possono dimenticare 5 anni in una settimana faccio di tutto per reincontrarla per chiarire tutti i miei dubbi del tipo:perchè dice di non amarmi e non tenerci più e mi evita in ogni circostanza e poi però mi parla dicendo che la colpa era del rapporto che andava male e mi fa anche delle scenate di gelosia del tipo perchè parli con quella ecc...cmq la riincontro e lei fredda come una pietra mi ribadisce di non amarmi più ma aggiunge un "penso" e dice "affianco a me ci vuole un altro tipo di persona ecc...ma nel frattempo mi dice io non voglio non vederti e sentirti più ma voglio sapere come stai ecc...sentiamoci.ma poi siccome la sett dopo saremmo dovuti partire per festeggiare i 5 anni le chiedo se era contenta che me ne partivo con gli amici e lei dopo un pò di silenzio mi dice che è contenta che io mi rifaccia una vita...questa discussione non fa altro che alimentare i miei dubbi in merito alla questione...passato quell'incontro viene il giorno in cui parto per 3 giorni dove dovevo andare con lei ed è un calvario ..tutto mi parla di lei e vengo colto da crisi di ansia...il giorno dellanniversario le mando un mess a cui non ricevo risposta....tornato la riincontro ad una festa di amici in comune e lei appena mi vede storce il naso e mi saluta a stento e mi evita...allorchè io sapendo della sua presenza le avevo portato un pensierino per dirle che l'avevo pensata in vacanza e lei dice..non lo posso accettare perchè non lo merito...io le chiedo se il giorno dell'anniversario mi avesse pensato e lei dice no ero solo felice che ti stessi distraendo...sapendo le mie condizioni sai che non poteva essere così..inoltre quando io le faccio presente che da quel momento io non mi sarei fatto problemi a scendere con amici in comune anche se c'era lei scoppia a piangere e dice tu se mi rispetti non puoi fare questo...e tralaltro nei giorni di distacco chiunque la incontrasse o leggesse il suo profilo fb diceva che era troppo contenta e mi sbatteva in faccia le sue serate con le amiche ecc..al mio farle notare la cosa lei dice..io posso fare quello che voglio...ora la questione è questa...se io dico di non amare più una persona se c'è o non c'è il problema non me lo pongo ..poi sapendo che io andassi a vedere il suo profilo fb non si è fatta il minimo scrupolo di sbattermi le cose in faccia senza il minimo rispetto...però nel frattempo mi dice che "pensa di non amarmi " che non vuole che esca con la nostra vecchia comitiva perchè le darebbe fastidio e che nel frattempo dopo 15 giorni dalla separazione il giorno del nostro anniversario non ci ha pensato nemmeno un attimo alla nostra storia..tutto ciò mi sembra molto strano che perchè lei è una tipa molto sentimentale e sensibile e per la persona che conosco io non sarebbe mai stata possibile sta cosa...sembra che lei si stesse mettendo una maschera in faccia per farmi vedere che è felice e non esita a farmelo sapere.ma poi mi dice che quando mi sente non riesce a fare più niente e si sente male..tutto ciò mi fa pensare che lei per non avermi lasciato di persona non ha avuto la forza di affrontare la cosa e che se mi evita è per la paura di ricascarci un'altra volta...tutto ciò mi manda in confusione totale..che devo fare?aggiungo che lei è una persona insicura su tutto e tutta questa sua sicurezza in un lasso di tempo così breve è praticamente impossibile..come devo comportarmi?

Rispondi

Torna a “Quando l'amore ti uccide”