..tutto fuorchè amore!!!

Hai mai pensato a quanti problemi sia legato l'affetto tra le persone? In fondo, tutte le altre emozioni nascono dalla frustrazione e/o dalla ricerca di amore e di essere amati, rassicurati sempre rispetto alle conferme affettive.
Ma è proprio dai genitori e da chi ci sta più vicino, (o meglio che ti aspetti ti stia più vicino) come i fratelli e le sorelle che spesso riceviamo le prime delusioni e continuiamo a soffrire anche da adulti, anche quando ci rendiamo conto che è un gioco senza fine. E' veramente difficile resistere alla tentazione di credere che un giorno per noi qualcuno cambierà e ci dimostrerà di essere come noi abbiamo sempre sperato.
Qual è la tua esperienza?


Moderatore: Dr.ssa Daniela Benedetto

Rispondi
sidney79
Messaggi: 2
Iscritto il: 4 agosto 2013, 21:19

..tutto fuorchè amore!!!

Messaggio da sidney79 » 10 agosto 2013, 12:48

Nella storia che sto per raccontarvi..di amore non vi è traccia..al contrario vi è solo un malato egoismo.Sono una giovane donna sulla trentina..sono sposata da qualche anno con un uomo meraviglioso.Della mia famiglia di nascita ahime sono rimasta solo io e mia madre.Mio padre è mancato quando avevo 2 anni e mio fratello quando ne avevo 18..(lui 28)…
Al di la della drammaticità di questi eventi che inevitabilmente segnano l’esistenza di una bambina e di una adolescente..il dolore piu grande che ho oggi è mia madre…Lei è una donna profondamente egoista incentrata solo sul suo dolore..sulla sua ansia..depressione che ha da quando ho ragione di ricordare…lei proietta su di me tutte le sue angoscie immotivate..senza risparmiarmi nulla..e si nutre della mia felicità..trasformandola in nulla…se ne nutre ed è cmq triste.Come è possibile che non vi sia nel suo profondo nessun istinto materno che le faccia dire:”oggi voglio essere serena per mia figlia”..nooo nulla la fa felice..è tutto sempre catastroficamente tragico…inutile dirvi che è in cura con psicofarmaci da 20 anni..e che a nulla sono serviti..nei mesi scorsi è stata affetta da attacchi di epilessia..fortunatamente per lei senza strascichi ulteriori..ora prende i farmaci per l’epilessia e sta discretamente..nessuna crisi ulteriore..la diagnosi per l’epilessia fu uno stato di stress probabilmente sommato a miscugli di medicine che lei faceva..dagli esami non è uscito altro..Ma il punto drammatico è che lei ha bisogno di stare male..se le passa il mal di testa le viene l’ansia..se le passa l’ansia..allora è il ginocchio..e via dicendo.
Éuna donna sulla 70ina..ed è sola..la gente non ha alcuna voglia di stare con lei…ovviamante e nemmeno io…io anzi la odio profondamente…sentimento che contrasta con il mio istinto di aiutarla…ma a volte penso che se lei non ci fosse più..io vivrei la vita che merito..e non avrei i problemi che invece oggi ho..anche con mio marito…Lei di questo non se ne cura..non ci pensa minimamente…Lo so che sono parole forti..penserete che sono un mostro ma non è cosi..Lei è un punto nero..negativo per la mia esistenza..è totalmente anaffettiva..e disinteressata.e se fa una cosa per me..in realtà la fa per lei…io ho attacchi di panico..sono sconcentrata…sono triste anche io e avvolte ricorro a farmaci leggeri per attenuare il senso di soffocamento che ho.Gli ho permesso di entrare nella mia esistenza..e non me lo perdono…
Vi scrivo qui perché ho necessità di sapere opinioni altrui…
Con affetto
M.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: ..tutto fuorchè amore!!!

Messaggio da Davide49 » 10 agosto 2013, 13:56

sidney79 ha scritto:
la odio profondamente…
il mio istinto di aiutarla…

"tutto fuorché amore", dici.
e quel "tutto", però, come pare essere pieno! sembra essere un concentrato di dolore, il marito perso troppo presto, quando anche lei era una donna ancora giovane, sui 40 mi pare di dedurre, nel pieno della vita, e diversi anni dopo anche il figlio, messo al mondo e fatto crescere, due strappi che sanguinano, due lacerazioni immense, come moglie e come madre, probabilmente fino a crisi di identità, non sapere più chi si è, cosa si deve fare. dolore e solitudine. un isolamento sociale scelto forse perché non c'è la forza per stare con gli altri, e allora il dolore resta l'unica compagnia, il distillato di ogni giornata, nutrito continuamente da ciò che la memoria custodisce, o un mezzo per sparire a poco a poco, il dolore (fisico o psicologico) è una nostra risposta a un pericolo, a un male, dovrebbe servirci per cambiare, per curarci, per salvarci. ma a volte è così grande che toglie la voglia di guarire, e va in direzione opposta. e questo dolore ci ruba l'umanità e c'è poco spazio da dedicare agli altri o anche semplicemente accorgersi di loro.

e c''è il tuo dolore, che sta crescendo, tre abbandoni, tre lutti, il padre, il fratello, e l'abbandono affettivo della madre, che probabilmente non ce l'ha più fatta. e parli di "senso di soffocamento, attacchi di panico, tristezza, ansia".
sei fra due poli, il "punto nero", come hai detto, cioè tua madre, e la vita affettiva con un marito.

del tuo scritto ho citato quelle due espressioni (non credo che sia odio il sentimento che provi, ma rabbia, fatica, stanchezza, anche delusione) perché non penso sia facile trovare l'equilibrio giusto fra accudimento della madre e un prendere le distanze dal suo male interiore, quella presa di distanza che ti permetta di vivere serenamente la tua vita (tuo diritto ma io direi anche tuo dovere), ma secondo me è necessario trovare questo equilibrio, e lo puoi trovare non da sola ma puntando su tutte le risorse che hai, anche trovando forza e vita con tuo marito e sul legame solare e vitale che hai con lui.
ciao

sidney79
Messaggi: 2
Iscritto il: 4 agosto 2013, 21:19

Re: ..tutto fuorchè amore!!!

Messaggio da sidney79 » 10 agosto 2013, 14:36

Parole molto profonde..grazie per l'analisi.
Ma quello che nessuno vede..che nessuno sà..è che anche quella bambina ha avuto tanto dolore..se guardo la foto di mio padre io vedo uno sconosciuto..è devastante...ma sorrido alla vita...quando mio fratello si è ammalato avevo solo 16 anni..mi ero annulata arrivando a pesare solo 40 kg..dove era mia madre??é vero lui stava male..ma io mi stavo consumando...e lei era solo immersa nel suo dolore.Quando mio fratello mori..io ero consumata nel fisico e nell'anima..ho dovuto scegliere io i vestiti da mettere a mio fratello..io ho dovuto scegliere la bara...lei era troppo addolorata...mai lei è venuta a consolarmi...xchè infondo io non avevo perso nessuno...lo fatto da sola..e con l'aiuto del mio attuale marito..Sono una ragazza divertente,solare,intelligente,spigliata nel lavoro..e potrei essere meglio..ancor di più se solo fossi almeno il 10% egoista di quanto lo è lei...Non le ho mai dato un problema,un dispiacere..sono stata una figlia modello..ma non basta mai....mai a renderla felice...ho perso l'idea di poter avere figli per come sono psicologicamente..che vita darei a questo figlio....che madre potrei essere se devo costantemente preoccuparmi di lei...é molto dura fidati...sono sull'orlo di una crisi...al limite e sono rabbiosa xchè non dipende da me ma da lei.Mio marito è esausto con me..e ha ragione..mi chiede di smetterla di interessarmi cosi ossessivamente a lei..xchè m ista uccidendo...ha ragione!!Ma nn è semplice..è un amore malato che mette lei al centro del mondo..annullado me e la mia vita...ho quest'idea di me..io nuoto e lei mi tira sul fondo..io nuoto e lei continua a tirare..a volte riesco ad uscire dall'acqua grazie a mio marito che mi tende la mano..ma nn accade sempre.e a volte mi perdo..piango con me stessa..e vorrei aiutare quella bambina sola..vorrei prendere la sua mano eportarla via..ma nn ci riesco...
vorrei semplicemente amare mano lei..per amare di più me e mio marito.....
grazie mille per il tuo messaggio..davvero

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: ..tutto fuorchè amore!!!

Messaggio da Davide49 » 10 agosto 2013, 16:49

si capisce benissimo il tuo dolore e la fatica, di una ragazzina costretta a diventare grande prima del tempo e a fare da mamma alla sua mamma (lo avevo intuito e scritto), e che anche adesso ha una piena e realistica consapevolezza di come stanno le cose, di come dovrebbero andare e non vanno, consapevole anche che il marito nel suo amore ha ragione ma anche che in questo momento non si sa fare diversamente perché, chissà perché, chissà perché c'è quell'amore malato per una mamma malata, forse è una fame antica, sì forse è malato ma anche quanto amore e quanta rabbia e bisogni inappagati di figlia, di una bambina che continua a fare il suo meglio, la figlia modello che non dà mai un dispiacere e un problema, come hai scritto, e continua a cercare e aspettare dalla mamma che arrivi finalmente quella lode, quella carezza attesa da una vita e che non sono mai arrivate da una mamma infelice e affettivamente bloccata.
l'ho scritto, c'è da cercare un equilibrio fra questo amore e la tua vita, fra il donarti e il riprendere finalmente in mano te stessa, lo sfinimento e la tristezza e gli attacchi di panico che provi sono dei messaggi che il tuo io più profondo ti manda per dirti che così non va bene, che devi cambiare strada, ascoltali quei messaggi, sono un aiuto per te che viene dalla parte più profonda di te e probabilmente ti dicono che è tempo di "staccarti" di più da tua mamma dentro di te, pur continuando a volerle bene. e forse anche di perdonarla. si può trovare grande pace nel perdono (io ho "fatto pace" con mio padre dentro di me tanti e tanti anni dopo che era morto).
non permettere a questo amore di rubarti te stessa, la maternità se la desideri, se la desiderate, assolutamente non fartela rubare, e i tuoi progetti di vita, il rapporto importante con tuo marito, non mettere più tua mamma prima di te, di tuo marito, non merita questo torto. non aspettare che le tue batterie si svuotino come si è svuotata tua mamma, non ritrovarti depressa a tua volta e sfinita, chiedi aiuto, fatti aiutare, ti può aiutare qualche colloquio con una brava psicoterapeuta. torna a coltivare progetti di vita e di gioia.
ciao

Rispondi

Torna a “Quando l'amore ti uccide”