soffro per amore non corrisposto vi prego aiutatemi

Hai mai pensato a quanti problemi sia legato l'affetto tra le persone? In fondo, tutte le altre emozioni nascono dalla frustrazione e/o dalla ricerca di amore e di essere amati, rassicurati sempre rispetto alle conferme affettive.
Ma è proprio dai genitori e da chi ci sta più vicino, (o meglio che ti aspetti ti stia più vicino) come i fratelli e le sorelle che spesso riceviamo le prime delusioni e continuiamo a soffrire anche da adulti, anche quando ci rendiamo conto che è un gioco senza fine. E' veramente difficile resistere alla tentazione di credere che un giorno per noi qualcuno cambierà e ci dimostrerà di essere come noi abbiamo sempre sperato.
Qual è la tua esperienza?


Moderatore: Dr.ssa Daniela Benedetto

Rispondi
luca94
Messaggi: 2
Iscritto il: 16 agosto 2013, 22:59

soffro per amore non corrisposto vi prego aiutatemi

Messaggio da luca94 » 17 agosto 2013, 0:25

salve a tutti, sono un ragazzo di 18 ed ho un grosso problema soffro per amore.
voglio raccontarvi la mia situazione sperando di essere aiutato, scusate per questo poema omerico grazie in anticipo.
io sono un ragazzo che è diventato finalmente felice al incirca 3 anni fà quando è riuscito ad entrare in un piccolo gruppo formato da altri 8 ragazzi/e , col passare del tempo ho cominciato a vedere i miei amici come una seconda famiglia, anzi sono più di semplici parenti per me loro sono tutto. I problemi sono iniziati quando circa 2 anni fà uscendo col gruppo ho incontrato un "membro anziano " una ragazza di nome paola mi è bastata una sera per perdere la testa anche se a dirla tutta, la prima sera non mi sono innamorato ho solo pensato che era stupenda e niente più. Il problema è che non la rividi per molti mesi visto che non ero ancora in stretto contatto con il gruppo mentre ora siamo uniti come fratelli, quando la rividi e cominciammo a uscire tutti insieme cominciai a provare qualcosa di strano, indescrivibile, ormai sento che stò per esplodere, io sento che noi due siamo perfetti l'uno per l'altra, vorrei tanto dichiararmi ma non posso, ogni volta che si esce faccio finta di niente ma mi sento morire, il perchè è semplice mi sento un codardo che non ha le palle perchè rischierei di perdere tutto. Io non ho problemi con le donne potrei tranquillamente andare da una ragazza e provarci e non me la prenderei per un due di picche.
I problemi alla base di tutto sono essenzialmente 2: 1)io sò che a lei i ragazzi più piccoli non interessano, e che culo cazzo ( io 18e mezzo e lei appena 21). problema numero 2) se io trovassi il coraggio di dichiararmi, e poi mi andasse male probabilmente il gruppo andrebbe in pezzi e questo non può succedere per niente al mondo preferisco soffrire io in silenzio piuttosto che dare un dispiacere a loro. le uniche persone che sanno di questa storia sono due miei carissimi amici e non sanno come fare ad aiutarmi, o forse si sento in difficoltà perché anche loro fanno parte del gruppo.
ho deciso di consultarmi con voi perchè ho capito di non essere una persona normale, mi spiego meglio.
proprio ieri abbiamo organizzato una tenda: musica, bella compagnia risate e alcol, e fino a qui niente di che, il problema è che durante la serata in 5 sono diventati leggermente brilli mentre la paola è stata male vomitando io e un altro mio amico essendo rimasti abbastanza sobri abbiamo passato la serata a divertirci tutti insieme ma io ho passato parte del tempo a controllare lei non sò il perchè ma è stato più forte di me. vi racconto questo perchè ci sono stati momenti, istanti e senzazioni che mi hanno sconvolto, tipo quando l'ho presa in braccio per portarla in tenda e lei era contro il mio petto con la testa inclinata che toccava la mia e sentivo una sensazione strana un misto tra felicità perché era affianco al mio cuore e tristezza perchè sentivo che lei stava soffrendo, prima ho scritto che non sono affatto normale perchè per tutta la sera ho reagito d'istinto mentre di solito ragiono molto prima di agire, essendo l'unico che era realmente preoccupato per la sua salute sono stato sempre pronto ad aiutarla. ad un certo punto paola sentiva talmente freddo che temevo avesse la febbre così sono andato nella mia tenda ho preso il mio sacco a pelo la mia coperta per coprirla lasciandomi senza nulla per coprirmi, durante la serata ho controllato varie volte il suo stato di salute toccandole la fronte o aiutandola a bere e ogni volta mi sentivo strano non capendo bene quel che veramente provavo il mio unico pensiero era voglio starle a canto, comunque ho passato buona parte della serata con gli altri per evitare che si insospettissero. ma a fine serata tutti sono crollati tranne me e mi sono accorto che non avevo più lo spazio nella mia tenda per dormire perchè ceduta a due mie amiche che non volevano dormire in tenda con la paola per paura che vomitasse nuovamente, quindi io ero da solo al freddo senza nulla per coprirmi , tremavo dal freddo faceva così tanto freddo che alla fine sono andato a dormire nella tenda della paola ed ho passato una nottata stranamente fantastica ho dormito poche ore ma sono state assurde ero affianco a lei e questo mi rendeva felice. il giorno dopo siamo tornati tutti a casa e senza rendermene conto ho cominciato a ripensare alla sera prima ed è successa una cosa per la quale mi odio a morte, tra me e me ho pensato : meno male che la paola è stata male così sono potuto rimanerle a canto. giuro questo pensiero è durato solo 1 secondo
ma mi ha distrutto profondamente e ora non riesco più a ragionare in maniera obbiettiva non sò come comportarmi, mi odio profondamente per aver pensato una cosa del genere . vi prego aiutatemi non sò che fare,grazie per l'aiuto grazie in anticipo e scusate per le parolacce :roll:

luca94
Messaggi: 2
Iscritto il: 16 agosto 2013, 22:59

Re: soffro per amore non corrisposto vi prego aiutatemi

Messaggio da luca94 » 1 ottobre 2013, 22:53

sono ancora io vi volevo informare su ciò che è appena accaduto.
da quel giorno della tendata non è successo nulla di particolare fino a 3 settimane fà, io e il gruppo siamo usciti per andare ad una festa della birra, eravamo sempre i soliti ma in aggiunta, un altro mio "amico" più conoscente che amico e questo testa di cazzo, dopo 2 minuti ha deciso di provarci con lei e la cosa che più mi ha infastidito è che lo ha gridato ai 4 venti proprio nel momento in cui lei non c'era, per tutta la sera ha fatto il figo, tirandosela come una corda di violino, e ha continuato a provarci per altre 2 o tre volte, io ero incazzato perchè lui è un coglione, non lo dico per invidia lo dico perchè lui è veramente un coglione, come definireste uno che non fà nulla dalla mattina alla sera, tranne che stare al bar a bere birra e giocare a carte, senza cercarsi un lavoro. lui (che dora in poi chiamerò stronzo) continuava a chiedermi consigli su facebook e questo mi ha sempre fatto incazzare, ma ho sempre sopportato, ma ora esce sempre con noi è assillante e mi parla di lei come se fosse una delle tante belle ragazze che ci sono a questo mondo e questo mi fà incazzare oltre ogni immaginazione, e uscita dopo uscita stò sempre peggio, ma cerco di non darlo a vedere e questo mi distrugge profondamente. fino a 4 giorni fa. in quei giorni mi era giunta notizia che loro avevano cominciato a diventare amici, e onestamente pensavo che pure lui avrebbe rallentato un attimo, e soprattutto che lei non ci sarebbe comunque mai stata.
ma quello stesso giorno uscendo di casa li vidi e impazzi, io ero distante da loro abbastanza per vedere, ma non abbastanza per essere visto, come un cane di merda rimasi fermo a guardarli, al inizio parlavano ma poi li vidi abbracciarsi e poi baciarsi. la rabbia è troppa non riesco a controllarla, non è giusto loro sono usciti 2 o 3 volte insieme, e non sono fatti l'uno per l'altra ve lo giuro non è giusto, e quindi ora diciamo che mi stà passando, ma dentro di me ho un mostro che vuole solo distruggere ogni cosa, a volte non ci penso e mi comporto in maniera normale, ma a volte ci penso e divento subito triste, incazzato irascibile. il fatto è, che ho capito una cosa, una cosa fondamentale, non sono arrabbiato con lo stronzo sono arrabbiato con me stesso perchè sono stato così stupido da non provarci e me ne pento e per quanto odi quello stronzo perchè è un coglione a prescindere da tutto questo, non voglio togliere la felicità a nessuno, io anche se credo che sarebbe più corretto un cambio di ruoli non posso permettermi di privare nessuno della felicità perchè soprattutto toglierei felicità a lei, a lei,e questo non posso. però non riesco a controllarmi se solo ci penso impazzisco di ira, vorrei distruggere tutto, senza sosta e l'unico modo per calmarmi è allenarmi al sacco, e in 2 volte che mi alleno al sacco,anche utilizzando i guanti mi sono tagliato e sciupato tutte le nocche e le dita, ma è l'unico modo per calmarmi perchè quando lo vedo tutto bello sorridente che se ne sbatte di tutto quello che lo circonda, tranne che della sua moto di merda, e soprattutto di una ragazza d'oro che non merita, cercherò di tenere duro, ma onestamente non sò quanto riuscirò a resistere sono stanco,triste, vorrei solo conoscere una ragazza sincera semplice, cerco solo sincerità ma ogni cazzo di volta che usciamo stò sempre peggio. se lei fosse mia la tratterei come una regina
(scusate per la punteggiatura e gli errori grammaticali ho scritto tutto d'un fiato)

Mystic
Messaggi: 8
Iscritto il: 7 maggio 2014, 19:10

Re: soffro per amore non corrisposto vi prego aiutatemi

Messaggio da Mystic » 8 maggio 2014, 17:59

Com'è andata a finire ? Sei riuscito a conquistarla ?

Rispondi

Torna a “Quando l'amore ti uccide”