Terapia centrata sul cliente

Spesso ci troviamo di fronte a situazioni più grandi di noi, con stati d'animo particolari che non riconosciamo. A volte "sentiamo" che qualcosa non va, che dovremmo scegliere qualcosa, qualcosa di diverso, prendere una strada mai percorsa prima e che non conosciamo, non sappiamo neanche se esiste. Altre volte invece sentiamo un malessere preciso che ci crea grande disagio; che fare, come orientarsi, come spiegare cosa ci succede e a chi?
Questo spazio ti dà l'opportunità di condividere con noi le tue domande e soprattutto ricevere quelle risposte che possano esserti utili a prendere poi le decisioni più adeguate per te ad esempio scegliere o meno di fare un percorso psicoterapeutico e come orientarti in tal senso.


Moderatore: Dr.ssa Daniela Benedetto

Rispondi
kess_77
Messaggi: 38
Iscritto il: 27 ottobre 2008, 19:06

Terapia centrata sul cliente

Messaggio da kess_77 » 2 dicembre 2010, 0:16

Ciao a tutti, da circa 2 mesi ho intrapreso una psicoterapia rogersiana (centrata sul cliente) per ora va tutto bene, ma sinceramente non ho ben capito se 2 mesi di terapia sono tanti o pochi. Lei dice che abbiamo già fatto tante sedute, ma a me non sembrano poi molte. Sapete mica quanto dura in media questo tipo di psicoterapia? Da come parla lei sembra che stia durando troppo, forse dovrei già aver fatto dei passi avanti che invece non ho fatto....qualcuno sta facendo lo stesso percorso? Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate.

Avatar utente
°°Orchidea°Selvaggia°°
Messaggi: 178
Iscritto il: 22 dicembre 2009, 15:52
Località: Bologna

Messaggio da °°Orchidea°Selvaggia°° » 2 dicembre 2010, 1:49

Non c'è mai una regola di durata nelle terapie.

Molti psicologi tirano avanti terapie per anni. Altri per un'anno. Altri ancora per pochi mesi.

Tutto sta nel catalogare il tipo di problema per il quale il paziente si è rivolto allo specialista.

E tutto dipende da quali sviluppi il tuo psicoterapeuta ha riscontrato nelle sedute.

Evidentemente ha riscontrato un netto miglioramento.
Ma per entrare nello specifico sei tu che devi chiedere al tuo terapeuta come mai trova che il tempo di terapia che ti ha dedicato è abbastanza.

Perchè se lui crede che non ne hai più bisogno..... ma tu senti di averne bisogno ancora...devi assolutamente dirglielo.
|
| "Il ricordo della felicità non è più felicità, il ricordo del dolore è ancora dolore." (Albert Einstein)

kess_77
Messaggi: 38
Iscritto il: 27 ottobre 2008, 19:06

Messaggio da kess_77 » 2 dicembre 2010, 15:51

La psicologa (è una lei :wink: ) in effetti non ha detto che mi ha dedicato abbastanza tempo, però ha detto che abbiamo fatto tante sedute e mi ha chiesto se mi sento cambiata. Io le ho detto che sinceramente ci sono ancora alcuni punti di cui vorrei parlare...ora vediamo come va.

Rispondi

Torna a “...E se decidessi di fare una psicoterapia? Indicazioni per l'uso!”