disabile purtroppo

Un mondo di gioie e dolori, di salite e discese ; un mondo "diverso" che urla la propria normalità. L'immagine e la conoscenza di se', il rapporto con il proprio corpo, la propria sessualità, le barriere architettoniche e mentali che dobbiamo superare, le piccole grandi difficoltà della vita quotidiana che dobbiamo affrontare, sono le basi da cui partire per affermarci non solo come disabili ma come persone. Parliamo di questo e molto altro ancora.

Moderator: Dr.ssa Patrizia Facchini

Post Reply
floflo
Posts: 37
Joined: 27 April 2009, 11:28

disabile purtroppo

Post by floflo »

ciao, ho 25 anni e soffro di distrofia muscolare dall'età di 16 mesi. da quando ho 8 anni sono su una sedia a rotelle. ormai non ho alcuna possibilità di tornare a camminare, e ho bisogno d'aiuto per andare al bagno, a letto ecc.
inoltre ho una scoliosi abbastanza avanzata che mi fa sentire orrenda e brutta.
la famiglia mi aiuta, e il ragazzo mi ama per come sono. ma conosco l'evolversi della mia malattia, e per quanto giovani siano i miei genitori ( papà 53 mamma 45 anni) non voglio che mi vedano su un lettino con sondini ecc attaccati. ne che questo accada al mio ragazzo...
lui ha detto che vuole stare con me, ma già ora faccio fatica a star anche solo seduta per più di 4 ore...
è da ieri che penso al suicidio, vito il mio ragazzo non vuole lo faccia, i miei non lo sanno di questi pensieri. purtroppo vito è militare in carriera, e abita lontano da me... avrei bisogno di un suo abbraccio ma non mi fido a sfogarmi con lui più di tanto, lui è molto emotivo e protettivo nei miei confronti e già soffre molto. non voglio caricarlo ulteriormente di preoccupazioni.....
LILLY

Re: disabile purtroppo

Post by LILLY »

floflo wrote:ciao, ho 25 anni e soffro di distrofia muscolare dall'età di 16 mesi. da quando ho 8 anni sono su una sedia a rotelle.
è da ieri che penso al suicidio, .....
Cara Flo, quanto dolore si legge in quello che scrivi! Ed è normale che sia così; è normale che tu ti ponga queste domande, su di te, sui tuoi genitori e anche sul tuo ragazzo... ma non devi pensare al suicidio! Questo è un pensiero che devi abbandonare!
Lo so che la vita ti ha tolto tanto, ma rimane comunque la tua dignità di persona, rimani tu con la tua vita, anche se difficile. Non devi tenerti tutto dentro. Sicuramente hai fatto benissimo ad aprirti in questo forum. Sicuramente troverai persone che ti aiuteranno e credo che presto anche la dottoressa risponderà. Non farti carico di problemi troppo grandi. Vivi il presente. Quando si ha la sensazione di aver perso tutto, di non valere niente e di volerla fare finita... be' è proprio in quel momento che bisogna raccogliere e rimettere insieme i pezzi della nostra vita. Lo dobbiamo fare, prima di tutto, per noi stessi perché noi abbiamo valore come persone, anche se magari agli occhi degli altri non sarà così. E poi bisogna farlo per le persone che ci stanno accanto, che ci vogliono bene e che, quotidianamente, si prendono cura di noi.
Tu hai comunque accanto delle persone che ti vogliono bene. I tuoi genitori ti vogliono bene. Non so se hai fratelli e sorelle che possono aiutarti o anche degli amici fidati con cui parlare e sfogarsi.
Poi c'è Vito che comunque ti ha scelta così come sei. Tu non gli hai imposto nulla. E' una sua libera scelta. Vivi questo sentimento senza preoccuparti eccessivamente del tuo futuro.
Lo so che il futuro fa paura, ma è proprio in casi come questi che viene fuori l'istinto di sopravvivenza che aiuta ad andare avanti e a riaccendere la speranza.
Devi pensare innanzitutto che tu sei una persona come tutti gli altri, anche se ha molti problemi di salute. Tu hai il diritto di sognare, di vivere, di essere felice, come tutti gli altri. Anzi di più.
Per questo devi condividere il tuo dolore con la tua famiglia e con le persone che ti vogliono bene e magari con altre persone che si trovano in situazioni simili alla tua. Non devi tenere tutto dentro perché così rischi di scoppiare. La vita è facile per alcuni e durissima per altri.
Non sappiamo perché avviene questo. Non ci sono parole e giustificazioni. La sofferenza (specialmente di queso tipo) è e rimarrà sempre un mistero, un'assurdità, che ci mostra in continuazione la fragilità e la provvisorietà della vita. Ma proprio per questo motivo devi trovare ogni giorno la forza per viverla appieno questa esperienza che è la vita. E' la tua opportunità. Sembra assurdo dirlo: ma devi essere più forte della malattia.
ciao.
floflo
Posts: 37
Joined: 27 April 2009, 11:28

Post by floflo »

ciao lylly grazie per le tue sempre gentili parole... sai la mia vita di cose belle ne ha avute davvero poche...
ho sempre avuto storie con uomini in divisa, o meglio, una storia importante con un carabiniere che è restato gravemente ferito in afghanistan, morendo l'anno successivo.
ora vito forse deve partire proprio per l'afghanistan...
io che in questo periodo sto di nuovo male...
voglio dire però una cosa... oggi finalmente ho trovato la forza per mangiare....
Post Reply

Return to “La disabilità”